La settimana del fisco dal 8 al 29 agosto 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Riprendiamo la nostra consueta rubrica con un riepilogo di quelle che sono state le principali novità fiscali di questo periodo di vacanze.

E’ stato pubblicato il 4 agosto 2014 sul sito ministeriale il decreto del MEF contenente le specifiche tecniche per la trasmissione telematica della dichiarazione IMU e TASI per gli anni 2012 e 2013, da effettuare da parte degli enti non commerciali entro il 30 settembre 2014. Da segnalare che non è possibile alcuna esenzione per gli immobili ad utilizzo promiscuo se dalla dichiarazione risulta una percentuale di imponibilità superiore al 100%.

E’ stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto la Legge n. 116 dell’11 agosto 2014, di conversione, con modificazioni, del D.L. n. 91 del 2014 (c.d. “Decreto competitività”). Il decreto convertito contiene alcune modifiche rispetto al testo originario per quanto riguarda le agevolazioni e il diritto societario. Con riferimento alle agevolazioni fiscali, nell’iter di conversione del D.L. 91/2014, sono state introdotte novità sulla “Nuova Sabatini”, prevedendo un accesso semplificato al fondo garanzia per le PMI, con valutazione del merito creditizio direttamente dalla banca . Con riferimento, invece, al diritto societario, il nuovo art. 20 comma 8 precisa che” la sopravvenuta insussistenza dell’obbligo di nomina (dell’organo di controllo o del revisore legale) correlato all’entità minima del capitale sociale “costituisce giusta causa di revoca”.
Dal 1° settembre entra in vigore l’art. 20, comma 7 bis, del decreto, con cui si impone al Registro imprese di iscrivere immediatamente le richieste delle aziende (Spa escluse) spedite per via telematica alle quali è allegato un atto notarile (sia atto pubblico che scrittura privata autenticata).  La finalità della nuova norma è chiaramente quella di velocizzare le procedure di iscrizione degli atti costitutivi e modificativi di società di capitali (escluse le Spa) e di persone.

E’ stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 18.08.2014 la Legge n. 114/2014 di conversione del D.L. n. 90/2014, contenente novità per l’efficienza della pubblica amministrazione, ma anche, all’art. 28, la riduzione del diritto camerale dovuto dalle imprese del 35% a partire dal 2015, del 40% dal 2016 e del 50% dal 2017. Ciò significa che le imprese individuali che per il 2014 hanno pagato il diritto annuale fisso di 88 Euro, dal 2015 pagheranno 57,20 Euro, mentre le imprese costituite come società semplici, non agricole, che pagano il diritto annuale in misura fissa di 200 Euro, dal 2015 pagheranno 130 Euro.

Dal 15 settembre e fino al 31 dicembre 2014, le imprese che ne hanno i requisiti potranno inviare per via telematica le richieste per usufruire del credito d’imposta previsto per l’assunzione di personale altamente qualificato in riferimento al periodo 26 giugno – 31 dicembre 2012. E’ quanto stabilisce il decreto del 28 luglio 2014 del ministero dello Sviluppo economico, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 9 agosto. L’incentivo, introdotto dall’articolo 24 del D.L. n. 83/2012 e attuato dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, del 23 ottobre 2013, premia le imprese che hanno sostenuto costi per l’impiego di personale in possesso di un dottorato di ricerca universitario ovvero di laurea magistrale, utilizzato in attività di ricerca e sviluppo.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 25 agosto è stato pubblicato il decreto del Ministero della Giustizia n. 122 del 10 aprile 2014, che adotta il «regolamento recante la tipizzazione del modello standard per la trasmissione del contratto di rete al registro delle imprese». Il modello approvato deve essere compilato e presentato al Registro delle imprese attraverso la procedura telematica resa disponibile nell’apposita area web dedicata del sito «www.registroimprese.it» e deve essere sottoscritto con firma digitale.

Con il comunicato stampa del 18 agosto 2014, Equitalia ha reso noto che a partire dal 2015 le cartelle di pagamento notificate ai contribuenti avranno in allegato i piani di rateizzazione precompilati del debito che possono essere concessi in base ai parametri previsti dalla legge. In questo modo, il contribuente potrà scegliere di saldare in un’unica soluzione oppure aderire al piano di pagamento più adatto alle sue esigenze e alle sue disponibilità economiche.
Con un altro comunicato stampa,  del 26 agosto, Equitalia ha, inoltre, informato che, dopo le società di persone e di capitali (persone giuridiche), anche per le persone fisiche titolari di partita Iva (ditte individuali) la notifica delle cartelle di pagamento avverrà attraverso la Posta Elettronica Certificata (PEC).

Un cordiale saluto e buon ritorno al lavoro!

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *