La settimana del fisco dal 5 al 9 Maggio 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Il D.L. n. 16/2014, contenente disposizioni urgenti in materia di finanza locale e misure per la funzionalità delle istituzioni scolastiche, ha concluso il suo iter parlamentare ed è divenuto legge. Tra le novità intervenute durante il percorso di conversione in legge vi è la proroga della “rottamazione” delle cartelle. E’ stato spostato, infatti, al 31 maggio 2014 il termine ultimo (inizialmente fissato al 28 febbraio e poi slittato al 31 marzo) per avvalersi della norma contenuta nella Legge di Stabilità 2014 (articolo 1, commi 618-624, legge 147/2013), che consente la definizione agevolata delle cartelle di pagamento emesse dalle agenzie fiscali e delle somme iscritte a ruolo da uffici statali, agenzie fiscali, regioni, province e comuni, affidati per la riscossione fino al 31 ottobre 2013. Per aderire alla definizione agevolata, occorre pagare, entro fine maggio, l’intero importo iscritto a ruolo (o quello residuo), più le somme dovute per il servizio di riscossione, mentre gli interessi di mora e gli eventuali interessi per ritardata iscrizione a ruolo sono azzerati.
La conversione in legge del D.L. n. 16/2014 ha introdotto anche alcune modifiche alla disciplina della Tasi, il nuovo tributo per i servizi indivisibili dei Comuni. In particolare, viene stabilito che la Tasi, a regime, dovrà essere pagata alle stesse scadenze dell’Imu: 16 giugno e 16 dicembre, con facoltà di effettuare il versamento per l’intero anno in unica soluzione entro la prima data (16 giugno). Con riferimento, invece, al primo anno di applicazione del tributo (2014), se il Comune non pubblica entro il 31 maggio 2014 la delibera comunale di approvazione delle aliquote e delle detrazioni: per gli immobili adibiti ad abitazione principale, la Tasi dovrà essere pagata in unica soluzione entro il 16 dicembre; per gli altri immobili, la prima rata andrà versata applicando l’aliquota di base dell’1 per mille. La Tasi dovrà essere pagata tramite modello F24 o apposito bollettino di conto corrente postale.

Si sono già esaurite le risorse finanziarie per gli ecoincentivi per l’acquisto di veicoli, stabiliti con decreto del 3 aprile scorso firmato dal ministro dello Sviluppo economico, diretti a coloro che acquistano ciclomotori, auto e veicoli commerciali a basse emissioni complessive (Bec), quindi elettrico, metano, Gpl, biocombustibili. Destinatari degli incentivi sono privati, imprese, professionisti, artigiani e pubblica amministrazione, sebbene con trattamenti e quote diversi.

Dal 30 giugno 2014, per importi superiori a 30 euro, tutte le imprese ed i professionisti, a prescindere dal fatturato dichiarato nell’anno precedente, dovranno garantire ai loro clienti la possibilità di effettuare pagamenti tramite Pos. Al riguardo, il Tar del Lazio, sezione terza ter, con l’ordinanza n. 01932/2014 depositata il 30 aprile, ha rigettato l’istanza presentata dal Consiglio nazionale degli architetti Per il Tribunale, invece, la norma non viola alcun parametro di legittimità, né genera costi economici irreparabili per imprese e professionisti. Inoltre, è da ricordare che, sempre nell’ottica di favorire e promuovere gli strumenti di pagamento elettronico, il decreto del ministero dell’Economia e finanze n. 51 del 14 febbraio 2014 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 marzo 2014), ha dettato misure volte a ridurre le commissioni sulle transazioni effettuate con mezzi di pagamento elettronici, sebbene però la decorrenza di queste ultime norme è a partire dal 29 luglio 2014, quindi con un disallineamento di termini rispetto a quello del prossimo 30 giugno. Inoltre, quest’ultimo decreto impone commissioni ridotte per i pagamenti elettronici di importo inferiore ai 30 euro, per i quali tuttavia non vi è l’obbligo di utilizzare le carte di debito.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *