La settimana del fisco dal 21 al 25 Luglio 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Il Governo apre alla possibilità di una proroga per l’invio telematico dei modelli 770/2014. Infatti, nel corso del question time tenutosi il 23 luglio in Commissione Finanze della Camera, in risposta all’interrogazione n. 5-03274, il Governo ha affermato che potrebbe essere possibile un rinvio del termine di presentazione del 770. La notizia di proroga si è resa più tangibile, poi, il 24 luglio quando il sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti ha annunciato la possibilità di prorogare il termine per la presentazione del 770/2014 al 15 settembre (e non al 30 settembre come richiesto dai professionisti).

Mancano ormai pochi giorni al termine del 31 luglio per poter inviare ad Equitalia la richiesta di una nuova rateazione fino ad un massimo di 72 rate (6 anni) nel caso in cui si sia decaduti dal beneficio della rateizzazione perché non in regola con i pagamenti alla data del 22 giugno 2013 (D.L. n. 66/2014, convertito con modificazioni dalla legge 89/2014). In vista della scadenza, Equitalia ha risposto ad alcuni quesiti posti dalla stampa specializzata. In particolare, ha precisato che non sarà necessario allegare alcuna documentazione comprovante la situazione di difficoltà economica, a prescindere dal fatto che l’importo del debito per cui era stata inizialmente chiesta la dilazione (poi non rispettata) sia inferiore o superiore a 50mila euro. Il nuovo piano di rateazione non sarà ulteriormente prorogabile.

Con comunicato stampa n. 178 del 21 luglio 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze informa che il Ministro dell’Economia Padoan ed i rappresentanti di Regioni, Province, Comuni, imprese, ordini professionali, banche e Cassa depositi e prestiti s.p.a. hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per un tempestivo pagamento dei debiti delle pubbliche amministrazioni. Il Protocollo indica puntualmente gli impegni assunti da ciascuna parte.

Da venerdì 1° agosto scatteranno gli aumenti delle accise e dell’aliquota di base sui tabacchi. A stabilirlo è il provvedimento del direttore dell’Agenzia Dogane-Monopoli del 15 luglio. La misura è finalizzata ad ottenere le maggiori entrate richieste dal decreto cultura dello scorso anno. In particolare, dal prossimo 1° agosto l’accisa minima sulle sigarette salirà da 125,70 a 126,80 euro al chilogrammo convenzionale (circa mille sigarette), l’aliquota di base passerà dal 58,5% al 58,6% mentre l’accisa minima sui trinciati salirà da 105,30 a 108 euro al chilogrammo.

L’Ivass, la Banca d’Italia e la Consob hanno raggiunto l’accordo sul regolamento n. 5, che detta le regole per le modalità di adempimento degli obblighi di adeguata verifica della clientela e di registrazione da parte delle imprese di assicurazione e degli intermediari assicurativi. Tra le principali novità, è introdotto l’obbligo di identificazione del beneficiario della polizza, che, sulla base della designazione fatta dal cliente, percepirà la prestazione corrisposta dall’impresa (capitale o rendita). Il regolamentoè stato pubblicato il 22 luglio sul sito istituzionale e si applicherà dal 1° gennaio 2015. Il regolamento non si applica alle imprese operanti esclusivamente nei rami danni.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *