La settimana del fisco dal 16 al 20 Giugno 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan 1 CommentoIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Dopo il comunicato stampa del Ministero dell’Economia del 14 giugno 2014, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 137 del 16 giugno il D.p.c.m. 13.06.2014 relativo alla proroga dei versamenti di UNICO 2014. La proroga interessa i contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore (anche se presentano cause di esclusione o inapplicabilità) e anche i contribuenti che partecipano a società, associazioni e imprese le quali esercitano attività economiche soggette agli studi di settore. Per loro, le scadenze  vanno al 7 luglio senza maggiorazione, ovvero dall’8 luglio al 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%.

E’ stata definitivamente approvata dal Parlamento la conversione in legge del D.L. n. 66/2014, noto come decreto sul bonus Irpef ma contenente, in realtà, anche altre misure.
Con riguardo al bonus Irpef per i lavoratori dipendenti, viene ribadito che si tratta di una misura circoscritta al periodo di imposta 2014, in attesa di un intervento strutturale che arriverà con la prossima Legge di stabilità il quale dovrà anche favorire il carico di famiglia e, in particolare, le famiglie monoreddito con almeno due figli a carico.
E’ confermato l’innalzamento della tassazione dei redditi di natura finanziaria dal 20 al 26%. Viene innalzata dall’11 all’11,50% l’aliquota dell’imposta sostitutiva sul risultato dei fondi pensione ma per il solo anno 2014.
Il versamento dell’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei beni d’impresa potrà essere eseguito in tre rate annuali di pari importo entro il 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre (per i contribuenti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare).
Viene  poi stabilita la proroga del versamento della prima rata TASI 2014 al 16 ottobre (anziché 16 giugno) nei Comuni che non hanno pubblicato in tempo le delibere; in assenza di una delibera anche entro il 10 settembre,andrà eseguito entro il 16 dicembre in unica soluzione con ’aliquota base dell’1 per mille. In materia di riscossione, viene introdotta la possibilità, per i contribuenti decaduti dalla rateizzazione  entro il 22 giugno 2013, di richiedere un nuovo piano di dilazione entro il 31 luglio prossimo.
Con la conversione in legge del D.L. n. 66/2014, diventa definitivo lo sconto generalizzato Irap per imprese e professionisti del 10% a partire dall’esercizio 2014. In particolare, per le imprese industriali e commerciali e per i professionisti, l’Irap per il 2014 scende dal 3,9% al 3,5%.

E’ oggi all’esame del Governo lo schema di Decreto legislativo che, attuando la Delega fiscale (Legge n. 23/2014), introdurrà importanti semplificazioni nel nostro sistema fiscale.
Lo schema  prevede l’introduzione di una dichiarazione 730 precompilata che dal 2015 arriverà a domicilio a tutti i dipendenti e pensionati . I rimborsi IVA fino a 15.000 euro potranno avvenire senza fidejussione o garanzia, ma oltre questa soglia servirà il visto di conformità. Per le spese per omaggi e rappresentanza, si pensa ad equiparare la soglia di deducibilità ai fini II.DD alla soglia di detraibilità dell’IVA (50 euro). Per gli interventi di riqualificazione energetica che proseguono per più periodi d’imposta, verrà eliminata la comunicazione all’Agenzia delle Entrate ai fini  della detrazione Irpef del 55-65%. Si intendeanche dare un’unica definizione di abitazione di lusso per l’imposta di registro e l’IVA in caso di compravendita. L’obbligo di invio delle comunicazioni Black list non scatterà  fino a 10.000 euro; e per quelle di importo superiore sarà solo annuale . Per chi intende operare con l’estero, la richiesta di iscrizione al VIES varrà come automatica iscrizione nell’elenco e  via libera ad operare.

Venerdì 13 giugno il Consiglio dei Ministri ha approvato due decreti legge ed un disegno di legge con 8 deleghe. Uno dei due decreti legge contiene misure su crescita e semplificazioni: ricambio generazionale  nelle pubbliche amministrazioni, un unico modulo in tutta Italia per la Scia, fatturazione elettronica nella PA, soppressione di enti e uffici, riduzione del 50% del diritto annuale delle Camere di commercio, taglio dei costi delle bollette energetiche per le Pmi del 10%, semplificazioni in materia edilizia, detassazione degli investimenti in impianti e macchinari. Il secondo decreto legge contiene disposizioni per il rilancio del settore agricolo . Infine, il disegno di legge approvato è relativo alla “delega al Governo per la riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” e contiene 8 deleghe  da esercitare in gran parte nei dodici mesi successivi all’approvazione della legge.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Comments 1

  1. trovo molto utili le notizie che ci passate,
    comprensibili anche da chi non è un professionista del settore.
    credo che sarebbe utile avere la possibilità di poter interloquire con voi, ovviamente per cose concrete. Altrimenti vi intasate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *