La settimana del fisco dal 13 al 17 Ottobre 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo quali sono state le principali novità fiscali di quest’ultima settimana.

Mercoledì 15 ottobre il Consiglio dei Ministri ha varato la prossima Legge di Stabilità 2015. Sono previsti 18 miliardi di tagli a tasse e contributi per imprese e famiglie, in particolare attraverso la stabilizzazione del bonus Irpef di 80 euro  e l’azzeramento della componente lavoro dell’Irap.
Il testo prevede anche la possibilità, per i lavoratori del settore privato, di chiedere di ricevere il Tfr in busta paga In tal caso, la tassazione diverrebbe quella ordinaria Irpef .
Per le imprese che assumono con contratto a tempo indeterminato dal 2015, poi, viene previste l’azzeramento dei contributi a carico dell’impresa per tre anni. Sarà lo Stato a farsi carico della copertura contributiva per non penalizzare i lavoratori nei versamenti al sistema previdenziale di tipo contributivo. L’esonero è previsto per un limite massimo di 6.200 euro su base annua. I neoassunti non devono aver lavorato a tempo indeterminato nei sei mesi precedenti presso qualsiasi datore di lavoro.
Il testo prevede una nuova possibilità di rivalutazione di terreni edificabili e con destinazione agricola e partecipazioni societarie (qualificate e non qualificate) non quotate nei mercati regolamentati. In particolare, questi devono essere detenuti alla data del 1° gennaio 2015 e la rivalutazione deve essere perfezionata entro il 30 giugno 2015 con la presentazione della perizia giurata di stima ed il versamento dell’imposta sostitutiva in unica soluzione o come prima rata di tre rate annuali (sull’importo delle rate successive alla prima si applicano gli interessi nella misura del 3% annuo).
Con riguardo alla lotta all’evasione, sono stabiliti controlli mirati attraverso l’incrocio delle banche dati e l’estensione del reverse charge anche ad altri settori a rischio evasione.
Viene prevista l’introduzione di un regime forfettario per le partite IVA con ricavi da 15.000 a 40.000 euro. E’ confermata la proroga per almeno un altro anno delle detrazioni per il risparmio energetico del 65% e per le ristrutturazioni edilizie del 50% .

Il 16 ottobre è scaduto il termine di pagamento dell’acconto TASI 2014 per gli immobili siti nei Comuni le cui delibere sono state pubblicate sul Portale del Federalismo fiscale del Ministero dell’Economia entro il 18 settembre scorso. Si tratta della grande maggioranza dei Comuni. Per chi ha omesso il versamento o ha pagato meno del dovuto o versa in ritardo il tributo, da oggi 17 ottobre decorre il termine per il ravvedimento operoso sprint, che, se effettuato entro 14 giorni, permette di pagare le mini-sanzioni dello 0,2% giornaliero. Successivamente, la sanzione salirà al 3% se il ravvedimento è eseguito entro 30 giorni dalla violazione (ravvedimento breve), o al 3,75% se il ravvedimento è eseguito entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale è commessa la violazione (ravvedimento lungo).

È stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 236 di venerdì 10 settembre 2014 il decreto del 24 settembre 2014 del ministero dell’Economia (di concerto con lo Sviluppo Economico), che rende operative le norme stabilite dal Dl «Destinazione Italia» sulla compensazione delle cartelle esattoriali notificate fino al 31.3. 2014. Possono ricorrere a tale compensazione le «imprese titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali, maturati nei confronti delle amministrazioni pubbliche», certificati secondo le modalità previste dai decreti del ministro dell’Economia del 22 maggio 2012 e 25 giugno 2012, «qualora la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato…».

Il 31 ottobre 2014 scade il termine, per gli intermediari abilitati ad Entratel, per sottoscrivere le nuove condizioni di utilizzo del Cassetto fiscale delegato, indipendentemente dalla scadenza dell’attuale adesione, come previsto dal provvedimento n. 92558 del 29 luglio 2013 al fine di evitare soluzioni di continuità nell’erogazione dell’attuale servizio di consultazione del Cassetto fiscale. In base alle nuove modalità di adesione, sia il processo stesso di adesione al servizio che la presentazione delle deleghe avviene con l’esclusivo utilizzo, da parte dell’intermediario, del servizio Entratel, eliminando, quindi, la necessità di recarsi presso un ufficio dell’Agenzia.

E’ stata firmata la nuova convenzione quadro tra i Ministeri dell’Istruzione e della Giustizia ed il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti sullo svolgimento del tirocinio durante il periodo di università. La nuova convenzione si è resa necessaria dopo la riforma (D.L. n. 1/2012, convertito nella Legge n. 27/2012) . Sulla base della convenzione, gli aspiranti commercialisti potranno svolgere sei mesi di tirocinio durante l’ultimo anno di corso universitario. Questo vale sia per chi si prepara a diventare dottore commercialista (secondo anno della laurea magistrale), sia per chi si prepara a diventare esperto contabile. Spetta agli Ordini professionali individuare gli studi disponibili. Ora la Convenzione dovrà essere recepita dagli Ordini e dagli atenei.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *