Pronto il codice tributo per lo Sport Bonus

di Salvatore Petronio CommentaIn Le detrazioni per risparmiare, Primo Piano

Con la risoluzione numero 65/e del 18 Settembre 2018, è stato istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta denominato “sport bonus”, che ricalca le orme dell’”art bonus”; il codice tributo è “6892” denominato “credito d’imposta per interventi di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione di impianti sportivi pubblici”.

Con “sport bonus” si intende un contributo alle imprese, indipendentemente dalla veste giuridica che queste assumono, sotto forma di credito d’imposta, collegato alle erogazione liberali effettuate nell’anno solare 2018, per interventi di restauro o ristrutturazione di impianti sportivi pubblici

L’erogazione liberale deve essere eseguita tramite strumenti finanziari tracciabili, quali il bonifico bancario o postale, le carte prepagate, di credito o di debito, oppure con assegno, ed osservati i vari adempimenti amministrativi, come descritti dalla DPCM del 23 Aprile 2018, emanato di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, si potrà godere di un credito d’imposta, da utilizzare in tre quote annuali di pari importo nei periodi finanziari 2018, 2019 e 2020, a decorrere dal quinto giorno lavorativo successivo al riconoscimento del credito, ovvero dalla pubblicazione dell’elenco, sul sito istituzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri – ufficio per lo Sport, dei soggetti al quale è stato riconosciuto il beneficio. Il credito deve essere utilizzato, come già detto in precedenza, esclusivamente in compensazione e tramite il modello F24, indicando, nella sezione “Erario” il codice tributo “6892”, come periodo di riferimento, l’anno in cui è stata eseguita l’erogazione liberale, è nella sezione “importi a credito”, il credito di cui si ha diritto nell’importo corretto. Il modello deve essere presentato esclusivamente con modalità telematiche ed indicando correttamente nell’importo, la quota di  credito di cui si ha diritto, pena lo scarto della delega.

Esempio di compilazione del modello F24:

al contribuente è stato riconosciuto un credito d’imposta, per l’erogazione liberale “sport bonus” effettuata nell’anno 2018, di complessivi € 900,00. Deve versare € 300,00 per Iva secondo trimestre 2018.

Sezione Erario

Codice tributo Rateazione/regione/prov./mese di rif. Anno di riferimento Importo a debito versati Importo a credito versati
6892   2018 0,00 300,00
6032   2018 300,00 0,00
  Totale   300,00 300,00

 

Riferimenti normativi:

Legge 27 Dicembre 2017, numero 205, articolo 1 comma 363;

DPCM del 23 Aprile 2018;

risoluzione numero 65/E del 18 Settembre 2018


Autore dell'articolo
identicon

Salvatore Petronio

Dottore in Scienze Politiche indirizzo politico-economico, tributarista qualificato LAPET ex lege 4/13 (n. 9083065), certificato ai sensi della norma tecnica UNI 11511:2013, (numero 448 del registro tenuto presso FAC certifica). Sono iscritto al ruolo dei periti ed esperti nella tenuta delle scritture contabili (CCIAA di Salerno al n. 1148) e consulente tecnico presso il tribunale di Nocera Inferiore (SA) alla categoria esperti vari-revisione contabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *