Reverse charge per cessioni pc tablet cellulari e console giochi

Ottobre il mese della sicurezza informatica

di Giovanni Modesti CommentaIn Privacy

Sicurezza informatica: una ghiotta occasione per professionisti e non di aggiornarsi.

Quello della sicurezza informatica è un aspetto cruciale che deve essere preso in seria considerazione da manager, imprenditori,  professionisti ed esperti.

L’unione europea dedica il prossimo mese di ottobre alla sicurezza informatica attraverso un programma denominato European Cyber Security Month (ECSM), al fine di promuovere tra i cittadini la conoscenza delle minacce informatiche  e dei metodi per contrastarle, sia in ambito lavorativo che in ambito privato.

ENISA, a tale scopo, rileva come il tema della sicurezza informatica è di grande attualità e coinvolge la vita di tutti noi.

Nell’utilizzo quotidiano, sempre più massivo, delle tecnologie della informazione, le persone devono essere informate ed istruite, al fine di potere mantenere un livello accettabile di sicurezza e di privacy.

Un aspetto che l’utente (soprattutto il professionista) deve tenere a mente è quello legato all’aggiornamento del software. Infatti, l’utilizzo di SW obsoleto, o addirittura fuori produzione, comporta l’esposizione a svariati rischi (uno per tutti, la non conformità alle politiche di sicurezza, leggi anche sistema di qualità, che   per un professionista significa il declassamento della proprio Studio!).

Si parte, quindi, dal presupposto che una maggiore percezione del cyber crime renderà gli utenti dei device (tablet, smartphone, pc, ecc.) più consapevoli di dovere acquisire un ruolo responsabile dei propri comportamenti, nel momento in cui si agisce in qualità di fruitori dei servizi di telecomunicazioni.

A tale scopo, in Italia, l’associazione italiana per la sicurezza informatica (CLUSIT) organizza, unitamente ad altre organizzazioni, ben 38 eventi che si terranno nelle principali città del nostro Paese, ai quali si potrà partecipare, per approfondire le proprie conoscenze in materia di sicurezza informatica.

Autore dell'articolo
identicon

Giovanni Modesti

Docente universitario incaricato all’Università di Chieti, è consulente per la privacy e le nuove tecnologie. Autore di oltre 100 pubblicazioni in materia di Privacy, Diritto del lavoro, Responsabilità professionale e management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *