Le novità fiscali dal 28 settembre al 2 ottobre 2015

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo quali sono state le principali novità fiscali dell’ultima settimana.

E’ ufficiale la proroga, dal 30 settembre al 30 novembre 2015, del termine per l’adesione alla procedura di collaborazione volontaria per la regolarizzazione dei patrimoni detenuti all’estero (voluntary disclosure). L’integrazione dell’istanza e la documentazione, invece, potranno essere presentate entro il 30 dicembre 2015. A stabilirlo è stato il decreto legge contenente «Misure urgenti per la finanza pubblica» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 227 del 30 settembre 2015 come D.L. n. 153 del 30 settembre 2015. La proroga viene incontro alle problematiche di recepimento della necessaria documentazione, dovute anche al fatto che l’acquisizione richiede il coinvolgimento di soggetti esteri. Anche coloro che, alla data di entrata in vigore del decreto legge, abbiano già presentato l’istanza, potranno produrre i relativi documenti entro il 30 dicembre 2015. Il Decreto legge unifica, inoltre, il termine di conclusione delle procedure di rientro dei capitali, per tutti gli anni coinvolti, al 31 dicembre 2016.

Il decreto legge introduce un’altra novità : l’inapplicabilità delle sanzioni in materia di antiriciclaggio previste dalla Legge n. 231/2007 per le violazioni del divieto di utilizzo in qualunque forma di conti o libretti di risparmio in forma anonima o con intestazione fittizia aperti presso Stati esteri, evidentemente per incentivare il più possibile le operazioni di rientro.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 223 del 25 settembre 2015 il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 16 settembre 2015 che stabilisce le regole per l’applicazione del nuovo redditometro per gli anni d’imposta a decorrere dal 2011. Escono ufficialmente di scena le stime delle spese che erano state basate sui dati Istat, sulle quali si erano registrate molte polemiche. Viene, poi, precisato che in presenza di informazioni afferenti a spese effettive in Anagrafe tributaria relative a elementi certi, il dato presente in Anagrafe tributaria si considera comunque prevalente rispetto a quello calcolato induttivamente. Infine, la quota risparmio formatasi nell’anno rileva al netto della quota non utilizzata per consumi e investimenti.

Da giovedì 1° ottobre sono entrate in vigore le nuove norme sull’abuso del diritto previste dal D.Lgs. n. 128/2015 in attuazione della Delega fiscale. Da tale data l’elusione fiscale non avrà più rilevanza penale in quanto diventano efficaci le disposizioni del nuovo articolo 10-bis nello Statuto dei diritti del contribuente (Legge n. 212/2000), che ha introdotto la nuova definizione ed il connesso regime dell’abuso del diritto, al cui comma 13 si prevede espressamente che «le operazioni abusive non danno luogo a fatti punibili ai sensi delle leggi penali tributarie. Resta ferma l’applicazione delle sanzioni amministrative tributarie».

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 224 del 26 settembre 2015, è stato pubblicato il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico datato 3 luglio 2015 relativo alle agevolazioni alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento dell’economia sociale. Con un successivo provvedimento che verrà pubblicato sul sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico, verranno poi definite le modalità ed i termini per la presentazione della domanda di agevolazione da parte dei soggetti interessati.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *