Le novità fiscali di agosto 2016

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici buongiorno e benritrovati dopo la pausa estiva . Vediamo in questa rassegna speciale di agosto, le principali delle molte novità fiscali intervenute .

Partiamo prima di tutto con le novità fiscali riguardanti il terribile sisma avvenuto in Centro Italia lo scorso 24 agosto: Le istituzioni si stanno muovendo con i provvedimenti di emergenza e in particolare, nel Consiglio dei ministri del 26 agosto scorso:

  • è stato deliberato lo stato d’emergenza per i territori colpiti con l’elenco dei Comuni ,con lo stanziamento dei primi sono 50 milioni di euro (la disponibilità per le emergenze ammonta a quasi 300 milioni)
  • è stato chiesto al Ministro dell’economia il decreto di differimento dei tributi per i soggetti residenti nei Comuni interessati.
  •   l’ordinanza della Protezione civile  prevede anche  la sospensione almeno fino al 31.1.2017, dei mutui relativi agli edifici distrutti o resi inagibili e alle attività commerciali interrotte, previa presentazione alla banca di un’ autocertificazione del danno subìto.

ll Ministero delle Politiche Agricole e forestali  ha invece  disposto, tramite Agea, che entro il 15 settembre siano erogati i 5 milioni di euro di contributi europei Pac , per le  domande presentate dalle imprese agricole operanti nei 16 comuni  individuati dalla Protezione civile.

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato, con il decreto 15 luglio 2016, le regole per gli avvocati ammessi al patrocinio a spese dello Stato  che ora  potranno compensare i crediti vantati per l’attività svolta maturati in qualsiasi data e non ancora saldati, neppure parzialmente, con i debiti per ogni imposta e tassa, compresa l’imposta sul valore aggiunto (IVA), o contributi previdenziali La compensazione potrà essere effettuata:

  • per il 2016, dal 17 ottobre al 30 novembre
  • dal 2017, dal 1° marzo al 30 aprile.

Il Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio (CICR) ha approvato una delibera sulle disposizioni applicative  in  materia di anatocismo bancario  (decreto banche -D.L 18/2016) Nel dare attuazione alle disposizioni di legge, la proposta di delibera stabilisce:

  • che gli interessi sono contabilizzati separatamente dal capitale;
  • che per le aperture di credito regolate in conto corrente e in conto di pagamento gli interessi debitori divengono esigibili dal 1º marzo dell’anno successivo a quello in cui sono maturati;

Con un provvedimento del Direttore  e un nuovo comunicato  l’Agenzia delle Entrate ha chiarito come devono comportarsi i contribuenti nel caso in cui abbiano sostenuto il pagamento del canone RAI, anche se questo non era dovuto.  In particolare il provvedimento contiene il modello con le relative istruzioni per richiedere il rimborso. Il modello è disponibile sui siti internet dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it e della Rai www.canone.rai.it.  L’Agenzia ha chiarito che i contribuenti possono inviare l’istanza da subito con raccomandata, oppure , a partire dal 15 settembre 2016 in modalità telematica.

Il decreto 9 agosto con la lista dei paesi White List, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Il decreto prevede la non  applicazione dell’imposta sostitutiva sugli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari,  pubblici  e  privati,  percepiti  da soggetti residenti in Paesi che consentono  un  adeguato  scambio  di informazioni. La pubblicazione amplia il numero dei paesi collaborativi e si ritiene possa essere applicata alla compilazione del quadro RW relativo all’anno 2015 da presentare entro il 30 settembre 2016. Una conferma ufficiale risulta dunque quanto mai urgente . ve ne daremo conto appena possibile

La circolare n.35/E del 4 agosto 2016 dedicata alla disciplina CFC chiarisce cosa si intende per paesi con tassazione a regime speciale a cui si applica la disciplina prevista per i paesi a fiscalità privilegiata. Ricordiamo che dal 1 gennaio 2016 la disciplina CFC si applica anche in ipotesi di regimi speciali. Regimi speciali vengono considerati tutti i regimi che, pur non incidendo sull’aliquota di imposta, prevedono esenzioni e riduzioni per motivi diversi .

La legge 154/2016  di riforma dell’agricoltura   è entrata in vigore lo scorso 26 agosto 2016.  La legge, apporta molte novità in agricoltura, agroalimentare e pesca e lascia spazio a molti cambiamenti futuri attraverso numerose deleghe al Governo. Oltre a numerose disposizioni riguardanti incentivi o agevolazioni, le principali novità riguardano: semplificazioni dei controlli; l’introduzione della parità tra i sessi nei consorzi di tutela;  l’estensione della prelazione agraria anche per gli imprenditori agricoli professionali (IAP);  la riduzione dei termini per i procedimenti amministrativi la nascita del SIB il sistema informativo per il biologico
l’istituzione della Banca delle terre agricole

Equitalia sul proprio sito ha pubblicato le istruzioni per i pagamenti a rate dei contribuenti decaduti riammessi dalla legge sugli enti locali (L.160/2016).  Equitalia ricorda innanzitutto che puo’ accedere al beneficio della nuova rateizzazione chi è decaduto entro il 30 giugno 2016 La domanda deve essere presentata entro il termine massimo del 20 ottobre 2016. Successivamente al 20 ottobre la riammissione puo’ essere ancora concessa ma a condizione che vengano pagate integralmente le rate scadute alla data di presentazione della domanda.

L’Agenzia delle Entrate, martedì 23 agosto 2016, ha reso noto l’elenco aggiornato delle banche che hanno aderito al sistema di pagamento del modello F24 via internet.  Le banche in elenco sono ordinate in due modalità differente, pertanto è possibile individuarle  sia per denominazione; che per codice ABI

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), ha reso noto  che le PMI che intendono usufruire dell’agevolazione sugli investimenti  per la prevenzione e la riduzione dei danni ambientali possono inviare la comunicazione a partire da domani 1 settembre 2016.  La domanda va compilata direttamente nella  pagina web: https://agevolazioniambientali388.incentivialleimprese.gov.it. Va ricordato che per investimento ambientale si intende il costo di acquisto delle immobilizzazioni materiali necessarie per prevenire, ridurre e riparare danni causati all’ambiente, con esclusione degli investimenti realizzati per obblighi di legge.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *