L’astensionismo non genera la crescita economica (e neanche la sola protesta)

di Prof. Dott. Francesco Verini CommentaIn Attualità, Parliamo di ...

Quando in una elezione politica regionale partecipa meno del 50% degli elettori aventi diritto al voto, siamo in una fase di disgregazione della vita democratica di una comunità che, certamente, non genera crescita economica oltre che la legittimazione della rappresentanza.
Ma bisogna anche stare attenti a non cadere nemmeno nella sterile protesta fine a se stessa che, al di là delle critiche, non propone soluzioni alle problematiche che solleva.
Tutti hanno il diritto-dovere di partecipare per promuovere lo sviluppo della comunità in cui vivono, dal cittadino, alle associazioni, agli ordini professionali, ai sindacati e a tutte le altre aggregazioni sociali.
Non è più possibile “chiudere gli occhi per far finta di non vedere” ciò che di negativo accade, semplicemente perché è sempre accaduto così !
Non si possono lasciare a pochi i destini di molti !
Dobbiamo muoverci se vogliamo risalire la china di una crisi economica che blocca tutte le buone potenzialità che, una nazione come l’Italia, possiede in sé.
Non affrontare il problema e non prospettare una soluzione, astenendosi dal partecipare, non significa risolvere la problematica ma ritrovarla più grande il giorno dopo.
Tutti dobbiamo sentirci coinvolti in una sorta di “comitati civici” non solo virtuali ma effettivi che cerchino di migliorare la vita sociale ed economica partendo dal quotidiano per arrivare al programmatico.
La crisi dei partiti (che per denominazione sono di parte) ha fatto superare anche la questione del “merito”: non è più chi dimostra di avere le competenze a dover avere la rappresentanza politica ma chi dimostra, nel concreto, di risolvere le sfide piccole o grandi che siano e che la società affronta e deve risolvere in tempi rapidi.
La rielezione del Presidente Obama ne è una dimostrazione concreta.
La rete informatica del social network, dopo la funzione di comunicazione e di collegamento, avrà questa seconda fase di condividere soluzioni a tutte le problematiche che le comunità locali o mondiali si trovano ad affrontare.
E’ arrivato il momento di un nuovo Risorgimento …..“Stringiam a coorte….l’Italia chiamò”!
Riproduzione riservata

Autore dell'articolo
identicon

Prof. Dott. Francesco Verini

Twitter

Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti, Revisore degli Enti Locali in Roma, L’Aquila e Pescara. Ha svolto le funzioni di Giudice Tributario in grado di appello a L’Aquila. Componente dell’Osservatorio Regionale per gli Studi di Settore presso l’Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale Abruzzo. Libero Docente di Economia. Docente di Conciliazione Civile e Commerciale, di ADR Network con sede in Roma, accreditato al Ministero della Giustizia. Componente della Commissione Consultiva sul Processo Tributario presso L'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Roma. Economista. Giornalista Pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *