La settimana del fisco dal 9 al 13 aprile 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati!  Ecco le  principali notizie fiscali della settimana  con la dichiarazione precompilata disponibile da oggi sul sito dell’Agenzia.

Precompilata 2018: dichiarazione disponibile dal 16 aprile 2018

Dal prossimo 16 aprile i cittadini potranno visualizzare via web la propria dichiarazione precompilata e consultare l’elenco di tutte le informazioni che il Fisco ha utilizzato per preparare il modello. Dal 2 maggio sarà possibile accettare, modificare e inviare il 730 o modificare il modello Redditi, che potrà essere trasmesso dal 10 maggio. Quest’anno sono aumentate le informazioni che i contribuenti troveranno nelle dichiarazioni precompilate infatti con l’ingresso delle spese per gli asili nido, si arricchisce ancora di più il paniere dei dati a disposizione.

Spese sanitarie nella precompilata 2018: modalità tecniche di utilizzo
Modalità tecniche di utilizzo dei dati delle spese mediche per l’elaborazione della dichiarazione precompilata nel Provvedimento delle Entrate del 9 aprile. In fase di accesso alla dichiarazione precompilata, il contribuente visualizza i seguenti dati:
¨       totale delle spese sanitarie automaticamente agevolabili e dei relativi rimborsi aggregati in base alle tipologie di spesa;
¨       totale delle spese sanitarie agevolabili solo in presenza di particolari condizioni e dei relativi rimborsi aggregati in base alle tipologie di spesa.
Il contribuente può eliminare, aggiungere o modificare i singoli documenti di spesa e può esercitare la propria opposizione a rendere disponibili all’Agenzia delle entrate i dati relativi alle spese sanitarie sostenute.

Spese veterinarie nella precompilata 2018: il provvedimento dell’Agenzia
Pubblicato il 10 aprile 2018 il Provvedimento con le modalità tecniche di gestione dei dati delle spese veterinarie nella dichiarazione precompilata. Infatti, per l’elaborazione della dichiarazione precompilata il Sistema Tessera Sanitaria mette a disposizione dell’Agenzia delle entrate i dati consolidati relativi a:

¨        spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nel periodo d’imposta precedente;

¨        rimborsi effettuati nel periodo d’imposta precedente.

I dati forniti dal Sistema Tessera Sanitaria sono quelli relativi alle ricevute di pagamento e alle fatture relative alle spese veterinarie sostenute dal contribuente nell’anno d’imposta e ai rimborsi erogati.

Disturbo specifico apprendimento: ecco come fruire del bonus al 19%
Pubblicato il Provvedimento delle Entrate con le istruzioni per usufruire dello sconto fiscale previsto per i ragazzi con Dsa (disturbo specifico dell’apprendimento) che acquistano strumenti didattici o sussidi tecnici e informatici utili a facilitare gli studi. L’agevolazione, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 si applica dal 1° gennaio 2018 alle spese sostenute fino al completamento delle scuole superiori.

Prestazioni banche depositarie di OICR: modificata percentuale imponibilità IVA
Nella Risoluzione 26/e è stato chiarito che sul regime IVA applicabile ai corrispettivi delle prestazioni rese dalle Banche depositarie di OICR nei confronti delle società di gestione del risparmio (SGR) la percentuale stabilita precedentemente in misura pari al 28,3% non è più valida. Pertanto gli operatori devono attivarsi per un tempestivo adeguamento delle convenzioni già esistenti e per redigere correttamente nuove convenzioni. In ogni caso, in considerazione della situazione di incertezza normativa per il periodo d’imposta 2017 non si rendano irrogabili le sanzioni amministrative.

SPID: ecco come funziona l’identità digitale
E’ stato pubblicato il 9 aprile 2018 il Provvedimento con le regole sullo SPID, il Sistema pubblico di identità digitale che rappresenta il documento di identificazione online del cittadino. Con lo SPID, attraverso un unico nome utente e un’unica password si potrà accedere ai servizi erogati online da oltre 4mila Pubbliche Amministrazioni.

Iper ammortamento 2018: chiarimenti sulla perizia giurata e sui documenti
La perizia giurata richiesta per usufruire dell’iper ammortamento è stata oggetto di chiarimenti nella risoluzione 27/e 2018 del 9 aprile. In particolare, l’assolvimento dell’onere documentale in un periodo di imposta successivo all’interconnessione non è di ostacolo alla spettanza dell’agevolazione, ma produce un semplice slittamento del momento dal quale si inizia a fruire del beneficio.

Dichiarazione precompilata: accesso ai dati dai contribuenti e dagli autorizzati
Il provvedimento delle entrate del 9 aprile 2018 ha chiarito che CAF, professionisti abilitati e sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale possono accedere ad una o più dichiarazioni 730 precompilate trasmettendo all’Agenzia delle entrate un file contenente l’elenco dei contribuenti per i quali richiedono i documenti per l’accesso ai quali è stata acquisita apposita delega. La delega, acquisita unitamente a copia di un documento di identità del delegante, deve contenere:

¨        codice fiscale e dati anagrafici del contribuente;

¨        anno d’imposta cui si riferisce la dichiarazione 730 precompilata;

¨        data di conferimento della delega;

¨        indicazione che la delega si estende, oltre all’accesso alla dichiarazione 730 precompilata anche alla consultazione dell’elenco delle informazioni disponibili dall’Agenzia.

Gruppo IVA: pubblicato il decreto con le norme
Pubblicato dal Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia e delle finanze il decreto con le norme sul funzionamento del gruppo IVA, dando così attuazione alla Legge di Bilancio 2017 in base alla quale dal 2018, i soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato esercenti attività d’impresa, arte o professione, con vincoli finanziario, economico e organizzativo, possano esercitare l’opzione e divenire un unico soggetto passivo IVA.

Regime fiscale delle società che hanno optato per la tassazione catastale
Nella corposa risoluzione 28/E dell’11 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha risposto a una serie di quesiti posti da una srl agricola che dal 2016 ha optato per il regime di tassazione catastale, e che dal 2017 intende aderire al regime di consolidato nazionale. I principali punti chiariti riguardano la validità del comportamento concludente nell’esercizio dell’opzione per tale tassazione, il ROL, l’ACE e la possibilità di rateizzare le plusvalenze in caso di cessione di beni immobili.

Concludiamo informando che è stato pubblicato il 12 aprile 2018 il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate con gli indirizzi a cui inviare la richiesta di interpello dopo la recente riorganizzazione delle strutture centrali dell’Agenzia delle Entrate.

tratto da LA CIRCOLARE SETTIMANALE PER LO STUDIO : le pratiche schede di aggiornamento  sui temi piu attuali


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *