La settimana fiscale dal 3 al 9 marzo 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

 

salve e ben ritrovati! Rivediamo insieme alcune  notizie della settimana appena trascorsa.

 

Innanzitutto venerdì 2 marzo  è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’ormai famoso Decreto fiscale sulle semplificazioni tributarie ed il potenziamento dell’accertamento.  Il decreto porta dunque il n. 16 /2012 e conta 14 articoli, molto ricchi di novità nei settori più disparati .  In effetti non vi sono state sostanziali modifiche rispetto al testo uscito dal Consiglio dei ministri la settimana precedente e che Vi avevamo parzialmente già anticipato. All’interno trovate una scheda riepilogativa delle norme più importanti   contenute nel decreto.

 

Segnaliamo invece la scadenza del  16 marzo per il pagamento della rata della rettifica Iva per i superminimi 2012: se si e scelto di passare dal regime normale Iva al regime dei superminimi dal 2012, occorre versare entro il 16 marzo la prima o unica rata dell’ Iva dovuta per la rettifica della detrazione.

 

Dal 17 marzo  scatta poi l’obbligo di integrare le fatture  e non più emettere autofattura per servizi ricevuti da soggetti INTRA UE. Il cambiamento è dovuto alla modifica dell’art. 6 DPR 633/72 intervenuta con l’adeguamento alla normativa comunitaria 2010 che considera  le prestazioni si servizi “effettuate nel momento in cui sono ultimate”. Resta l’obbligo di autofattura per i servizi da soggetti extra UE.

 

E’ stato invece approvato in Senato un emendamento all’art. 62 del Decreto Liberalizzazioni  per cui l’obbligo del contratto scritto per la cessione di prodotti agricoli è rinviato a sette mesi dopo la data di pubblicazione della legge di conversione del decreto stesso

 

Altra   proroga da  notare : l’Agenzia delle entrate ha deciso di rinviare  la scadenza del 2 aprile relativa alla nuova comunicazione dell’elenco dei beni dell’impresa concessi in uso a soci, amministratori e familiari. Non è ancora nota la nuova data  ma pare che l’adempimento sarà prorogato  spostato almeno alla fine di giugno. L’indeducibilità e la tassazione del reddito  previste dalla norma scattano invece dal 2012.

Importante decisione, questa settimana,  della Corte di Cassazione, sezione tributaria. Nella sentenza 3268 del 2 marzo scorso è stato stabilito  che, ai fini dell’accertamento fiscale,  risulta irrilevante che una accusa di fatture false sia stata archiviata nel procedimento penale, anche se d’altra parte sull’amministrazione finanziaria incombe l’onere della prova  per le presunte operazioni inesistenti. L’accertamento stesso può essere comunque sia analitico-deduttivo che induttivo.

 

Per finire segnaliamo che è già disponibile nel sito dell’Agenzia la bozza del Modello IVA TR per il rimborso o la compensazione IVA  del primo trimestre 2012.  Risultano  modificati i righi TA 11 e TB11 per tenere conto della nuova aliquota IVA al 21. E’ stato inoltre eliminato il rigo per l’esposizione della compensazione dell’IVA di gruppo.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *