La Settimana Fiscale dal 26 al 30 Novembre 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

salve e ben ritrovati.  Rivediamo insieme le novità fiscali di questa  settimana, molte delle quali  hanno riguardato, ancora una volta, l’IMU.

E’ stato, infatti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2012 il D.M. n. 200/2012, attuativo dell’art. 91-bis del D.L. n. 1/2012. Si tratta del regolamento per l’esenzione IMU degli immobili utilizzati dagli enti non commerciali e dalla Chiesa e destinati esclusivamente allo svolgimento con modalità “non commerciali” di attività senza scopo di lucro.  Gli enti non commerciali dovranno predisporre o adeguare il proprio statuto a quanto stabilito dal decreto ministeriale entro il 31 dicembre 2012. Dal 1° gennaio 2013 scatteranno, infatti, le nuove regole.

Il bollettino postale utilizzabile dal 1° dicembre 2012 per il versamento del saldo IMU che scade il 17 dicembre p.v., è già disponibile negli uffici postali in alternativa al modello F24. Il modello di bollettino riporta obbligatoriamente il numero di conto corrente 1008857615, valido per tutti i Comuni, ed  è già obbligatoriamente intestato a “PAGAMENTO IMU”.  E’ comunque  ancora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 23.11.2012 di approvazione del bollettino stesso .

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con un comunicato stampa del 28 novembre, ha anche confermato che il termine di presentazione della dichiarazione IMU, inizialmente previsto per oggi 30 novembre (per gli immobili il cui obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012), slitta al 4 febbraio 2013. Ciò in virtù di quanto stabilito dall’art. 9, comma 3, lettera b), del D.L. n. 174/2012 dopo laconversione in legge. La versione attuale  stabilisce, infatti, che la dichiarazione deve essere presentata entro 90 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che ha approvato il relativo modello, avvenuta il 5 novembre. I 90 giorni successivi cadrebbero il 3 febbraio 2013 ma, essendo domenica, il termine slitta al 4 febbraio 2013.

Il Decreto enti locali (D.L. n. 174/2012), che prosegue il suo iter parlamentare per la conversione in legge, subisce intanto nuove modifiche in tema di IMU. Un emendamento approvato giovedì 29 novembre dalle Commissioni Affari costituzionali e Bilancio del Senato ha, infatti, eliminato per le Fondazioni bancarie l’esenzione IMU prevista per le organizzazioni no-profit. Il voto di fiducia sul Decreto enti locali da parte del Senato è previsto per martedì 4 dicembre 2012.

Passiamo ad un altro argomento: il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole del 19 ottobre 2012, attuativo dell’art. 62, D.L. n. 1/2012  sulla nuova disciplina relativa alla cessione di prodotti agricoli e agroalimentari, in vigore dal 24 ottobre scorso, è stato finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2012.  Il Decreto ha stabilito che i termini di pagamento sono pari a 30 giorni per le merci deteriorabili e 60 giorni per le merci non deteriorabili. Tali termini decorrono dall’ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura. Per le cessioni di prodotti assoggettati a termini di pagamento differenti occorre emettere fattura separata.

Il testo del disegno di legge sulla Delega fiscale è stato, invece, rispedito dal Senato in Commissione Finanze, dopo un accesso dibattito in Aula a causa dell’opposizione del Pdl. è stato così deciso che l’esame finale sarà rinviato al primo giorno utile dopo il via libera alla Legge di stabilità 2013 e al bilancio (stimato per il 20 dicembre). I punti di maggior contrasto relativi alla delega riguardano le fusioni delle agenzie fiscali, la riforma del Catasto con le ricadute sull’IMU, l’abuso del diritto.

Nel frattempo, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul suo sito internet il software “Segnalazioni 2012” che consente ai contribuenti di comunicare all’Agenzia  gli elementi per giustificare la non congruità, non normalità o non coerenza relativi agli studi di settore per il periodo d’imposta 2011L’invio delle segnalazioni è consentito da martedì 27 novembre e fino al 28 febbraio 2013.

Dal 1° dicembre , vi ricordo infine entra in vigore il nuovo regime dell’IVA per cassa introdotto dall’articolo 32-bis del Dl 83/2012. Dalla stessa data, è abrogato il regime attuale  previsto dall’art. 7 del D.L. n. 185/2008. I chiarimenti   sono stati forniti dalla Circolare n. 44/E del 26 novembre. Ricordo che possono optare per questo regime i soggetti passivi con volume d’affari non superiore a 2 milioni di euro, ed è precluso ai soggetti che adottano il regime speciale per l’agricoltura. L’Iva assolta sugli acquisti effettuati  è detraibile, inoltre, entro il secondo anno successivo a quello in cui avviene il pagamento.

Un augurio di buon lavoro

Ernesto Zamberlan

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *