La settimana del fisco – 24 dicembre 2012 – 4 gennaio 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali intervenute in questo periodo di festività natalizie.

La novità più importante è sicuramente costituita dall’approvazione definitiva della Legge di Stabilità 2013. Dopo la fiducia votata dalla Camera, infatti, la Legge di Stabilità è stata approvata venerdì 21 dicembre con 309 sì, 55 no e 5 astenuti. Ha un peso finanziario di 32,4 miliardi di euro ed è composta di 560 commi (erano inizialmente 210). Tra le novità: da gennaio cambio della fatturazione Iva e dal 1° luglio aumento dell’aliquota ordinaria dal 21 al 22%. Maggiori gli sconti Irpef alle famiglie e stretta sulle auto aziendali. Arriva la Tobin tax, l’imposta sulle transazioni finanziarie. La legge è la n. 228/2012.

E’ stato pubblicato sul sito del dipartimento delle Finanze del Ministero il pdf editabile per la dichiarazione IMU. Il modello può essere compilato online in duplice copia e inviato direttamente al Comune tramite Posta Elettronica Certificata o stampato per la presentazione cartacea a mano o con raccomandata senza avviso di ricevimento. La dichiarazione va presentata entro il 4 febbraio 2013 per gli immobili il cui obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012 o, più in generale entro 90 giorni dall’acquisto o nel caso di variazioni che comportino modifiche dell’imposta.

Dalla conversione in legge del DL sviluppo bis n. 179/2012 arriva una deroga alla nuova normativa sui contratti agroalimentari per imprese e cooperative agricole. Sui nuovi obblighi nei contratti agroalimentari, l’art. 36 bis del DL 179/2012, convertito nella legge n. 222/2012, modifica il comma 1 dell’art. 62 DL 1/2012 prevedendo che i contratti tra imprenditori agricoli (coop comprese) non costituiscono più “cessioni”. Per questo motivo la mancanza di forma scritta o il mancato rispetto dei termini di pagamento non rendono nullo il contratto. Restano applicabili però le sanzioni previste da 216 a 20.000 euro per le parti contraenti.

Nel supplemento ordinario n. 211 alla Gazzetta ufficiale di venerdì 21 dicembre è stato pubblicato il provvedimento di approvazione delle tabelle ACI 2013, con i valori da utilizzare per la tassazione del reddito in natura derivante dall’assegnazione delle autovetture aziendali ai dipendenti. Si rilevano aumenti tra il 3 e il 4 per cento per le auto a benzina e tra il 5 e il 6 per cento per i veicoli diesel.

L’Agenzia delle Entrate ha siglato una nuova intesa con gli intermediari per l’utilizzo del servizio F24 cumulativo. Si tratta di una procedura telematica che consente agli intermediari di effettuare i versamenti telematici di imposte e contributi dovuti dai loro clienti, con addebito diretto sui conti correnti dei contribuenti stessi. La convenzione precedente, valida per il triennio 2010-2012, è infatti scaduta il 31 dicembre scorso. L’intermediario che voglia aderirvi deve collegarsi al servizio Entratel e seguire le indicazioni presenti nel sito: l’adesione si riterrà perfezionata nel momento in cui si riceverà l’attestazione di accettazione. Coloro che hanno già aderito alla vecchia convezione avranno tempo per aderire a quella nuova fino al 30 giugno 2013. Dopo tale data l’Agenzia comunicherà che gli eventuali flussi inviati a decorrere dal 1° agosto 2013 saranno scartati.

Sono consultabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate gli elenchi aggiornati dei soggetti ammessi al riparto delle somme riservate al cinque per mille per gli anni 2009 e 2010. In particolare sono stati pubblicati:
• gli elenchi dei beneficiari dell’anno 2009, aggiornati al 14.11.2012, compresi coloro che hanno usufruito della proroga al 31.05.2012 dei termini per l’invio dell’integrazione documentale delle domande di iscrizione regolarmente presentate (D.p.c.m. 20.04.2012);
• gli elenchi dei beneficiari dell’anno 2010, aggiornati al 9.11.2012, comprese le Onlus e gli enti di volontariato che hanno usufruito della proroga al 31.05.2012 dei termini per l’invio dell’integrazione documentale delle domande di iscrizione, differiti al 31.05.2012 e gli altri soggetti in possesso dei requisiti necessari al 7.5.2010 che hanno usufruito del maggior termine del 30.06.2010 per l’iscrizione.

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 213 alla Gazzetta Ufficiale del 29.12.2012 il D.p.c.m. 20.12.2012 relativo al Mud, il modello unico per la dichiarazione annuale ambientale. Entro il 30 aprile prossimo le imprese obbligate dovranno tornare a presentare esclusivamente il MUD (in luogo del SISTRI, c.d. “mudino”), usando il modello e le istruzioni allegate al nuovo provvedimento, che sostituisce il precedente D.p.c.m. 23.12.2011. Il modello si compone di sei sezioni: rifiuti speciali; veicoli fuori uso; imballaggi; Raee; rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione; produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE).

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 1 del 2 gennaio 2013 è stato pubblicato il Decreto contenente le regole per accedere agli incentivi per i pannelli solari termici, le caldaie e biomassa e le altre forme di energia pulita, ad eccezione del fotovoltaico. I contributi disponibili sono pari in totale a 900 milioni di euro, 700 per i privati e 200 per i progetti delle pubbliche amministrazioni. Il click day per l’invio delle domande non è ancora stato fissato, ma dopo la pubblicazione in Gazzetta del decreto, si può stimare che le domande dovranno essere inviate al Gse (Gestore servizi elettrici) al massimo entro febbraio.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con una nota circolare del 21 dicembre scorso, ha reso noto che gli importi del diritto annuale dovuto per il 2013 alle Camere di Commercio restano uguali a quelli previsti per il 2011 e per il 2012. La circolare spiega che l’importo non è stato aggiornato a causa della difficile situazione economica dei soggetti iscritti e riepiloga le procedure con cui si definiscono i parametri utilizzati per determinare gli importi.

Alla fine di dicembre 2012, le Camere di Commercio, con il coordinamento del Ministero dello Sviluppo Economico, hanno diffuso una prima “guida sintetica” alle formalità occorrenti per l’iscrizione delle c.d. “start up” al Registro delle Imprese. La registrazione, in particolare, va effettuata in una “sezione speciale” del Registro appositamente istituita per le Sti (start up innovative). L’iscrizione è fondamentale perché è posta dalla legge come condizione per accedere ai benefici riservati a tali imprese, introdotti dall’art. 25 della Legge n. 221 del 17.12.2012 di conversione del Decreto Sviluppo bis (D.L. n. 179/2012).

E’ atteso poi in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che dà attuazione al nuovo redditometro 2.0, individuando il contenuto induttivo degli elementi indicativi della capacità contributiva delle persone fisiche, sulla base del quale gli uffici delle Entrate potranno fondare la ricostruzione sintetica del reddito complessivo. Lo strumento consta di oltre 100 voci di spesa. L’amministrazione finanziaria, tra febbraio ed i primi giorni di marzo, definirà le liste selettive dei contribuenti a rischio evasione e da sottoporre ad accertamento, mentre il nuovo redditometro entrerà a pieno regime da marzo per essere applicato agli anni d’imposta a decorrere dal 2009 (quindi, dai redditi dichiarati nel 2010).

L’Agenzia delle Entrate, come previsto dal Provvedimento dello scorso 17 dicembre, ha messo a disposizione da ieri 3 gennaio, sul proprio sito internet, il software utile per inviare le istanze di rimborso delle maggiori imposte Irpef e Ires versate per effetto della mancata deduzione Irap dal 2007 al 2011. Il primo click day per la trasmissione telematica è previsto per le ore 12 del prossimo 18 gennaio per i contribuenti delle Marche. Il rimborso spetta per i versamenti effettuati nei 48 mesi precedenti alla data del 28.12.2011 (entrata in vigore del D.L. n. 201/2011, che ha fissato la deduzione integrale della quota Irap relativa al costo del personale).

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *