La settimana fiscale dal 22 al 27 Giugno 2012

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, salve eccoci al consueto riepilogo delle maggiori novità della settimana.

Iniziamo con l’Agenzia delle Entrate che ” benignamente” ha corretto la risoluzione n. 69/E del 21.06.2012 superando così i dubbi che erano stati sollevati su alcuni contenuti del documento originario. Il nuovo testo della risoluzione, eliminando a pag. 1 il riferimento all’imposta sulla rivalutazione del valore dei terreni (art 2, D.l. 282/2002 e succ. modificazioni), non estende più la proroga dei versamenti derivanti da UNICO 2012 a tale versamento. Il termine per il pagamento dell’imposta sostitutiva, infatti, non è fissato al 18 giugno (presupposto che giustificherebbe la proroga) ma al 30 giugno, che cadendo di sabato slitta al 2 luglio. La nuova versione della risoluzione, inoltre, eliminando la locuzione “ai quali gli stessi siano applicabili”, pagina 2, conferma l’orientamento espresso in passato con la circolare 41/2007. Pertanto, la proroga si estende anche i contribuenti interessati da una causa di esclusione o di inapplicabilità dello studio di settore.
Secondo la medesima risoluzione, inoltre, la maggiorazione dello 0,40% applicabile al saldo IVA 2011 per ogni mese o frazione di mese successivi al 16.03, non va applicata per il periodo di proroga dal 18 giugno al 9 luglio 2012. Se il versamento viene effettuato dal 10 luglio al 20 agosto, andrà applicata l’ulteriore maggiorazione dello 0,40%. Tale maggiorazione andrà calcolata sul debito d’imposta al lordo della precedente maggiorazione dell’1.2% per il periodo dal 16 marzo al 16 giugno.

Il Decreto Sviluppo è stato finalmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno, come D.L. n. 83 del 22.06.2012 – “Misure urgenti per la crescita del Paese”, in vigore dallo stesso giorno della pubblicazione in G.U. Dal testo finale è stata cancellata la norma che prevedeva l’esenzione IMU triennale per i fabbricati delle imprese di costruzione rimasti invenduti, mentre la bozza del decreto sviluppo ne prevedeva l’esenzione.

La Riforma del Lavoro ha ricevuto il 27 giugno il via libero definitivo dalla Camera, che ha votato la fiducia richiesta dal Governo. La riforma è, pertanto, diventata legge. Numerose le novità contenute nel provvedimento. L’apprendistato diventa il canale principale di assunzione, mentre il tempo determinato diventa più costoso per le imprese. Il contratto a progetto resta solo per progetti specifici, che non possono essere la mera riproposizione dell’oggetto sociale del committente. A favore dei tirocinanti, poi, è prevista una congrua indennità. Di notevole importanza la discussa modifica all’art. 18 dello Statuto del Lavoratore sui licenziamenti: non c’è più il reintegro automatico, salvo la manifesta insussistenza delle ragioni che hanno portato al licenziamento per motivi economici.

L’Agenzia delle Entrate, poi, in una risposta fornita nell’incontro Map (aggiornamento professionale) del 31 maggio 2012, ha fornito precisazioni in merito alla determinazione del reddito di lavoro autonomo in presenza di immobili ad uso promiscuo, caso assai frequente. Il Tuir concede una deduzione dei costi per tali immobili pari al 50%. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che tale percentuale di deduzione è forfetaria e prescinde dalla reale intensità di utilizzo a scopi professionali dell’immobile promiscuo. Di conseguenza, il professionista potrebbe usare anche una sola stanza per esercitare la propria attività e usufruire ugualmente della deduzione dei costi per tale immobile nella misura del 50%.

La comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati dei contratti di leasing e noleggio stipulati da società e operatori commerciali è slittata dal 30 giugno al 29 ottobre 2012. Lo ha previsto il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 26 giugno, che ha tenuto conto delle richieste delle associazioni di categoria di avere più tempo per poter raccogliere le informazioni da trasmettere.

Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate di ieri 28 giugno 2012, sono state dettate le istruzioni operative per applicare la nuova imposta sui voli dei passeggeri di aerotaxi, gli aeromobili privati immatricolati nel registro aeronautico nazionale tenuto dall’Enac e quelli esteri che “stazionano” in Italia per più di 45 giorni consecutivi, introdotta dal decreto Salva Italia (Dl 201/2011) come modificato con il decreto semplificazioni fiscali (Dl 16/2012). L’imposta deve essere pagata dal vettore entro la fine del mese successivo al viaggio, se l’aereo è immatricolato in Italia. Per i voli effettuati tra il 29 aprile ed il 30 giugno c’è tempo fino al 31 luglio.

Con la Circolare n. 90 del 27.06.2012, l’Inps ha fornito alcuni chiarimenti in merito al versamento dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni degli artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata. In particolare, ha precisato che la proroga dei versamenti derivanti da UNICO 2012 dal 18 giugno al 9 luglio per tutte le persone fisiche e per i contribuenti, diversi dalle persone fisiche, per i quali sono stati elaborati gli studi di settore, vale anche per i versamenti contributivi. L’Istituto informa, inoltre, che ha provveduto alla spedizione di un prospetto di liquidazione contenente l’indicazione degli importi e delle causali per il versamento dei contributi previdenziali relativi all’anno 2012, nonché una lettera esplicativa delle modalità di determinazione degli importi dovuti.

Un augurio di buon lavoro a tutti!

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *