La settimana del fisco dall’8 al 12 giugno 2015

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo quali sono state le principali novità fiscali dell’ultima settimana.

Un comunicato stampa del MEF del 9 giugno 2015 ha annunciato la proroga, anche quest’anno, dei versamenti delle imposte derivanti da UNICO 2015 per i contribuenti interessati dagli studi di settore. Dal 16.06.2015 la scadenza slitta al 6 luglio, senza alcuna maggiorazione. Inoltre sarà possibile rinviare ulteriormente i pagamenti al Fisco fino al 20.08.2015 con la maggiorazione dello 0,40%. La proroga è stata prevista da un decreto del presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 127 del 4 giugno scorso il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 27 maggio 2015 che definisce i criteri per la designazione, da parte dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci), dei componenti delle commissioni censuarie locali e centrale, in attuazione delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 198/2014 (decreto semplificazioni fiscali). Per la centrale, si sceglierà tra professori universitari, dipendenti comunali con qualifica dirigenziale, esperti di catasto, economia, estimo rurale ed urbano o statistica ed econometria. Per le commissioni censuarie locali, l’Anci – dopo aver consultato gli enti locali interessati – potrà designare, per ciascuna sezione, almeno quattro componenti dotati di esperienza professionale coerente con le competenze della sezione stessa, selezionando le figure fra i dipendenti di ruolo dei Comuni che ricadono nell’ambito territoriale della commissione, purché in possesso di una delle seguenti lauree: ingegneria, architettura, statistica, economia, agronomia o equivalenti; oppure di uno dei seguenti diplomi: geometra, perito edile, agrotecnico o equivalenti; ovvero fra soggetti che svolgono o hanno svolto attività di coordinamento o di supporto tecnico degli uffici comunali competenti in materia .

Con comunicato stampa del 9 giugno 2015, il Dipartimento delle Finanze ha reso noto di aver aggiornato l’elenco delle aliquote dell’addizionale comunale all’IRPEF per il 2014. E’ stato, quindi, ripubblicato l’elenco riepilogativo delle aliquote e delle esenzioni dell’addizionale comunale all’IRPEF, applicabili per l’anno d’imposta 2014, aggiornato al 5 giugno 2015. L’Agenzia delle Entrate ha già avviato le necessarie attività di competenza volte a tenere conto degli aggiornamenti in questione.

Con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 9 giugno 2015, è stato definito l’elenco degli studi di settore ammessi, per il periodo d’imposta 2014, al regime premiale introdotto dal D.L. n. 201/2011. Quest’anno il numero degli studi ammessi sale, con 41 nuovi ingressi, a 157 (+35% rispetto al 2013), coinvolgendo oltre 2 milioni di contribuenti. Il regime premiale comporta la semplificazione dei controlli da parte del Fisco per i soggetti che vi aderiscono. Infatti, consente di beneficiare dell’esclusione da accertamenti analitico-presuntivi basati sulle presunzioni semplici, della riduzione di un anno dei termini di decadenza per l’attività di accertamento e dei limiti alla determinazione sintetica del reddito complessivo, che è ammessa solo a condizione che lo stesso ecceda di almeno un terzo quello dichiarato.

E’ finalmente stato pubblicato il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che punta a dare una soluzione al problema degli errori commessi nel 730 precompilato. Il contribuente che ha già inviato il 730 precompilato via web tramite il sito internet dell’Agenzia delle Entrate e si è accorto di aver commesso degli errori può effettuare un nuovo invio che annulla e sostituisce il precedente, senza la necessità di rivolgersi al Caf o a un professionista abilitato per la presentazione di un modello 730 integrativo o di presentare un modello Unico correttivo o integrativo. La nuova dichiarazione può essere inviata a partire fino al 29 giugno. Invece, i contribuenti che hanno presentato il 730 in assenza del sostituto d’imposta che effettua i conguagli utilizzando la procedura web resa disponibile dall’Agenzia e che abbiano trasmesso, entro il 16 giugno 2015, il modello F24 per il pagamento delle somme dovute, possono presentare il 730 sostitutivo entro il 21 giugno 2015.

Dal 18 gennaio 2016 i liberi professionisti europei potranno utilizzare la Tessera professionale europea per muoversi e lavorare liberamente all’interno del mercato europeo. Ad annunciarlo è stato il vice capo dell’Unità Libera circolazione dei professionisti della DG Grow della Commissione europea, Tomaras, in occasione dell’Assemblea generale e del Comitato permanente del Consiglio europeo delle professioni liberali (Ceplis), svoltosi lo scorso 5 giugno a Venezia. La Tessera professionale europea (Epc) è una procedura elettronica che consentirà di semplificare l’iter burocratico per riconoscere la qualifica di un professionista ottenuta in un Paese Ue.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *