La settimana del fisco dal 9 al 13 luglio 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, eccoci ancora insieme per vedere le principali notizie fiscali della settimana che si è conclusa con l’attesa pubblicazione del Decreto Dignità.

Il decreto legge “Misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”, il cd. Decreto dignità , approvato nel Consiglio dei Ministri del 2 luglio 2018,  è stato firmato dal Presidente della Rupubblica e  finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale , n. 161, venerdi 13 luglio 2018 . E’ già in vigore da sabato 14.

I principali argomenti trattati riguardano le misure per disincentivare i contratti a tempo determinato anche in ambito di somministrazione. La novità principale rispetto all’ultima bozza diffusa,   riguarda l’esenzione dall’obbligo di causali per le attività stagionali, già destinatarie di una normativa ad hoc. Si confermano invece   il limite temporale che scende a 24 mesi. mentre aumenta dell’0,5%  il contributo addizionale, a partire dal 1 rinnovo.

Le altre misure che  vengono confermate sono:

·         L’aumento a 36 mensilità dell’indennizzo per i licenziamenti illegittimi nei contratti a tutele crescenti

·         il contrasto alla delocalizzazione e al ridimensionamento occupazionale delle imprese che hanno ricevuto aiuti di Stato con la revoca degli incentivi ricevuti nei 5 anni precedenti

·         il divieto di campagne pubblicitarie sul gioco d’azzardo,

·         l’eliminazione delle ASD lucrative e

·         alcune semplificazioni fiscali su spesometro, e split payment professionisti, di cui abbiamo parlato la scorsa settimana

·         il rinvio di 120 giorni dell’estromissione dei diplomati magistrali dalle graduatorie nella Scuola.

Il decreto passa già oggi in Parlamento per la discussione sulle modifiche prima della conversione in legge. Nelle intenzioni del Governo  questo dovrebbe avvenire  prima della pausa estiva.

Studi di settore e parametri 2018: nuova circolare delle Entrate
E’ stata pubblicata la Circolare 14/E del 6 luglio 2018 sugli studi di settore . Il documento  fornisce chiarimenti in particolare su:

¨       gli interventi correttivi agli studi di settore per le imprese minori in contabilità semplificataper recepire il passaggio dal regime contabile basato sul principio di “competenza” a quello di cassa” per cui è stata elaborata una metodologia ad hoc.

¨       gli interventi per la revisione congiunturale speciale adottati per tener conto degli effetti della crisi economica e dei mercati.

¨       le integrazioni agli studi di settore riguardanti l’aggiornamento dal periodo d’imposta 2017, delle analisi territoriali a livello comunale e provinciale.

¨       le principali novità riguardanti la modulistica.

Gruppo Iva: pronte le regole per la presentazione delle istanze di interpello
Il previo esercizio dell’opzione per la costituzione del Gruppo IVA non costituisce condizione per la valida presentazione degli interpelli, pertanto anche prima dell’esercizio dell’opzione di costituzione di un Gruppo IVA, le istanze finalizzate a superare le presunzioni di esclusione o inclusione possono essere legittimamente presentate. Questo uno dei chiarimenti sulle modalità di presentazione delle istanze di interpello probatorio finalizzate all’esclusione o all’inclusione di soggetti passivi d’imposta in un Gruppo Iva, forniti dall’Agenzia delle Entrate con risoluzione del 10 luglio 2018 n. 54.

Trasporto di persone con imbarcazioni: il corretto regime Iva da applicare
Il trasporto dei passeggeri effettuato mediante imbarcazioni con portata fino a 20 persone, è esente da Iva, si tratta, infatti, di un’attività riconducibile tra “le prestazioni di trasporto urbano di persone effettuate mediante veicoli da piazza” e, come tale, esente da Iva, indipendentemente dalla tipologia di licenza o autorizzazione riferibile al singolo natante. Questo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 5 luglio 2018 n. 50.

Zone terremotate: nuovo intervento del MISE
Nuove agevolazioni per le PMI colpite dal sisma dell’Aquila del 2009. Il Ministero dello Sviluppo Economico con un comunicato stampa del 9 luglio 2018 ha informato che sono disponibili 10 milioni di euro per le Micro-PMI che realizzano attività imprenditoriali attraverso la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale che contribuiscano a rafforzare l’attrattività e l’offerta turistica del territorio del cratere sismico aquilano. Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ammissibili.

Concludiamo informando che è stata pubblicata la guida dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione sul nuovo servizio online dedicato alle difformità eventualmente presenti nella comunicazione inviata ai contribuenti che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle esattoriali.

 


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *