La settimana del fisco dal 9 al 13 Dicembre 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Tra le notizie più interessanti, vi è sicuramente il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 6 dicembre 2013, con cui viene aperta una finestra temporale fino al 31 gennaio 2014 per l’invio della comunicazione relativa ai beni d’impresa concessi in godimento ai soci o ai familiari dell’imprenditore nel 2012 e ai finanziamenti all’impresa e capitalizzazioni effettuati nel 2012 da parte di soci o familiari dell’imprenditore che hanno un valore complessivo pari o superiore ai 3.600 euro. Entro lo stesso termine si potranno inviare anche gli eventuali file che annullano o sostituiscono i precedenti invii. La scadenza originaria per l’invio di tali comunicazioni era il 12 dicembre.

Dal 6 dicembre 2013 è partita la fase sperimentale della fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, che entrerà a pieno regime dal 6 giugno 2015. Le Pubbliche Amministrazioni, volontariamente e sulla base di specifici accordi con i propri fornitori, potranno quindi cominciare a ricevere le fatture in formato elettronico tramite il nuovo “Sistema di interscambio” (Sdi), come previsto dal regolamento attuativo (decreto ministeriale 55/2013) della norma contenuta nella Finanziaria 2008 (legge 244/2007). La piattaforma informatica, messa a punto dall’Agenzia delle Entrate con Sogei, è disponibile sul sito fatturapa.gov.it. Secondo il calendario contenuto nel Dm n. 55/2013, dopo questa prima fase di sei mesi, dal 6 giugno 2014 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria nei confronti di Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti di previdenza, che non potranno più accettare fatture in formato cartaceo. A seguire, dal 6 giugno 2015, l’obbligo scatterà per tutte le altre amministrazioni ad eccezione delle amministrazioni locali la cui data di attivazione verrà fissata con un apposito decreto.

L’Agenzia delle Entrate ha cominciato a pubblicare sul proprio sito, in questi giorni, le bozze  dei modelli dichiarativi 2014.

E’ stata, infatti, pubblicata la bozza del modello CUD 2014, che recepisce le novità in materia di detrazioni Irpef per le erogazioni a Onlus e partiti politici e conferma alcune agevolazioni come il bonus produttività, l’abbattimento della base imponibile dei redditi erogati ai ricercatori, alle lavoratrici e ai lavoratori che rientrano in Italia dopo aver maturato un periodo lavorativo all’estero, la sospensione dei versamenti tributari per i soggetti residenti nei comuni della Sardegna colpiti dall’alluvione.

La bozza del modello 770 semplificato 2014 fa spazio alle novità già indicate nel Cud. Inoltre, sono state specificate le casistiche nelle quali il sostituto non è tenuto a trasmette i prospetti ST (ritenute operate, trattenute per assistenza fiscale e imposte sostitutive), SV (trattenute di addizionali comunali all’Irpef) e/o SX (riepilogo dei crediti e delle compensazioni).

La bozza del modello 730/2014 si apre anche a coloro che non hanno più un sostituto d’imposta che possa fare il conguaglio. Tra le novità, l’innalzamento delle detrazioni per i figli a carico e il bonus mobili per chi ha effettuato lavori di ristrutturazione. Confermate per tutto il 2013 la detrazione nella misura del 50% sulle spese di ristrutturazione edilizia e quella per gli interventi finalizzati al risparmio energetico, quest’ultima elevata al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013.

Sono disponibili anche le bozze dei modelli dichiarativi Iva/2014 e Iva base/2014, che recepiscono le ultime modifiche normative introdotte in materia di IVA, quali la nuova aliquota del 22% in vigore dal 1° ottobre 2013 (quadri VE e VF) e l’ingresso della Croazia tra gli stati dell’Unione europea (quadro VO dedicato alle opzioni). Dal quadro VO sono state eliminate le opzioni non più esercitabili dalle società agricole. Nel quadro VE, sono state inserite le operazioni non soggette ad IVA che concorrono alla determinazione del volume d’affari e per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura. Esce di scena definitivamente, invece, il modello IVA 26LP, come previsto dal pacchetto delle semplificazioni fiscali presentate nella conferenza stampa dell’Agenzia dello scorso 3 luglio.

Nella bozza del modello Irap 2014, è stata aggiornata la tabella delle aliquote Irap applicabili, per l’anno d’imposta 2013, nelle diverse regioni e provincie autonome, per effetto sia di norme regionali e/o provinciali sia di maggiorazioni statali. Altre novità sono presenti nella tabella delle deduzioni e delle detrazioni Irap, con l’introduzione delle nuove deduzioni previste dalle regioni Umbria e Toscana e dalla provincia autonoma di Bolzano.

Le principali novità la bozza del modello Unico Persone fisiche 2014 riguardano, invece, le modalità di indicazione della rendita per terreni e fabbricati, nonché l’aumento dei vantaggi per coloro che scelgono la “cedolare secca” per i contratti di locazione. A queste novità, si aggiungono quelle già contenute anche nella bozza del modello 730/2014, come il bonus mobili per chi ha effettuato lavori di ristrutturazione e l’innalzamento delle detrazioni per i figli a carico.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 287 del 7 dicembre 2013 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 16 novembre 2013, che detta le istruzioni per la commercializzazionedei prodotti contenenti nicotina o altre sostanze, idonei a sostituire il consumo dei tabacchi lavorati nonché i dispositivi meccanici ed elettronici”, quali le sigarette elettroniche e le relative parti di ricambio. Il decreto, in particolare, detta le regole per lo stoccaggio (con la descrizione dei depositi e delle distinte aree separate per tipo di prodotto) e la distribuzione dei “succedanei del tabacco” ai fini, tra l’altro, dell’applicazione dell’imposta sul consumo che grava sulla loro vendita.

 Un augurio di buon lavoro dalla Redazione

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *