La settimana del fisco dal 9 al 13.9.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn In Evidenza, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, con gli ISA 2019 sempre in primo piano.

ISA 2019: nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate

Pubblicata finalmente una seconda circolare di chiarimenti sugli ISA. La circolare n. 20/E/2019 raccoglie i chiarimenti forniti alle associazioni di categoria e agli ordini professionali in occasione degli incontri e convegni sugli Indici sintetici di affidabilità fiscale,  ISA 2019 , svoltisi negli scorsi mesi.

Coniugi separati: non decadono dai benefici prima casa. A dirlo le Entrate

Cosa succede alle “agevolazioni prima casa” se ci si separa e si vende l’immobile prima dei 5 anni dall’acquisto? La risposta definitiva è arrivata con la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n.80 del 9 settembre 2019 . Nel documento di prassi l’Agenzia ha chiarito che ” la cessione a terzi di un immobile oggetto di agevolazione ‘prima casa’, in virtù di clausole contenute in un accordo di separazione omologato dal giudice, finalizzato alla risoluzione della crisi coniugale non comporta la decadenza dal relativo beneficio”.

Affitti brevi con AirBnB: ok alla cedolare secca

“In assenza di requisiti tali da ritenere che il soggetto persona fisica eserciti l’attività di locazione nell’ambito di un’attività di impresa, può trovare applicazione l’imposta sostitutiva nella forma della cedolare secca al 21% nel caso di affitti brevi tramite portali online come AirBnB.” E’ questa l’indicazione principale fornita dallAgenzia delle Entrate nella risposta all’interpello 373 del 10 settembre 2019.

Errore materiale dichiarazione di successione: rettifica oltre l’anno

Chiarimenti sulla dichiarazione rettificativa di successione nella risposta dell’Agenzia delle Entrate all’interpello 375/ 2019.  In particolare, nell’ordine all’ipotesi di emendabilità della dichiarazione di successione oltre il termine previsto per la presentazione della dichiarazione, l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che al di fuori delle ipotesi di errore materiale o di calcolo, eventuali precisazioni o rettifiche per poter essere prese in considerazione dall’ufficio devono essere effettuate nelle stesse forme e negli stessi termini previsti per la dichiarazione che si intende correggere. Pertanto, l’istante può procedere alla rettifica dell’errore materiale contenuto nella dichiarazione di successione e che non incide nella determinazione della base imponibile

  • presentando una dichiarazione rettificativa
  • versando, per le formalità di trascrizione, le imposte catastale e ipotecaria in misura fissa, la tassa ipotecaria, l’imposta di bollo e i tributi speciali.

Fondazioni e associazioni per la ricerca: in Gazzetta il decreto

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 209 del 6 settembre 2019 è stato pubblicato il decreto sulle fondazioni e le associazioni aventi per oggetto statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica che possono beneficiare della deducibilità dal reddito al 10% delle erogazioni effettuate nei loro confronti. In particolare, per coloro che sono presenti nell’elenco allegato al decreto è possibile usufruire della deducibilità dal reddito complessivo dichiarato delle liberalità in denaro e in natura erogate da persone fisiche o da enti soggetti all’imposta sul reddito delle società, in favore di fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica.

Integratori alimentari: IVA al 10% se venduti online

Qual è la corretta aliquota IVA da applicare sulle vendite a distanza di integratori alimentari e preparati sostitutivi dei pasti? Il quesito è stato risolto dall’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello n. 365 dove è stato chiarito che l’aliquota applicabile è pari al 10%. Attenzione però alle generalizzazioni sulle aliquote IVA, infatti altri preparati come i gel energetici e le bevande proteiche scontano l’aliquota ordinaria.

Immobili collabenti: no alle agevolazioni “prima casa”

Può beneficiare delle agevolazioni “prima casa” la ristrutturazione di un immobile collabente? La risposta negativa a questo quesito è stata fornita dall‘Agenzia delle Entrate nella risposta all’interpello 357 del 30 agosto 2019.

Concludiamo informando che le associazioni di categoria dei professionisti, si sono rivolte al nuovo Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in tema di ISA 2019 per sottolineare l’urgenza di un intervento che stabilisca la non applicazione dei nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale per l’anno d’imposta 2018.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *