La settimana del fisco dal 7 all’11 Aprile 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

 Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Il Def, ovvero il Documento di Economia e Finanza, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri dell’8 aprile. Il documento prevede un taglio strutturale del cuneo fiscale da 6,7 miliardi per gli ultimi mesi del 2014 e di 10 miliardi l’anno a partire dal 2015, finalizzato all’aumento del reddito disponibile dei lavoratori dipendenti e assimilati, in particolare per i percettori di redditi medio-bassi. In via transitoria, già a partire dalla busta paga di maggio, è previsto l’aumento di circa 80 euro mensili per i dipendenti che percepiscono fino a 1.500 euro mensili al netto dell’Irpef.

A stabilirne le modalità sarà un decreto legge che il Consiglio dei Ministri esaminerà venerdì 18 aprile, che dovrà studiare anche come  risolvere la problematica connessa con i c.d. “incapienti fiscali”, i contribuenti con reddito annuo fino a 8.200 euro (“no tax area”)  che, quindi, non avrebbero alcun risparmio fiscale dall’aumento delle detrazioni Irpef. L’intervento del Governo  prevede poi, per le imprese, un taglio dell’Irap del 5% per l’anno in corso e del 10% per il periodo d’imposta 2015.   La copertura finanziaria arriverà in parte dall’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie, dal 20% al 26%, ad eccezione dei titoli di Stato La cui tassazione resterà al 12,5%.

Il Def prevede anche l’attuazione a tappe della Legge delega fiscale, che dovrà concludersi entro un anno, in particolare entro il 27 marzo 2015.

Il D.L. “Salva-Roma” ter ha ottenuto ieri il via libera dalla Camera. Ora il testo emendato passa al Senato. Il maxiemendamento approvato prevede, con riguardo alla TASI, che, nei Comuni che non riusciranno a fissare le aliquote entro il 23 maggio e a pubblicare le delibere entro il 31 maggio sul portale del federalismo fiscale, l’intero pagamento per l’abitazione principale è rinviato al 16 dicembre. Per gli altri immobili, invece, quando il Comune “non abbia deliberato entro il 31 maggio”, si dovrà versare entro il 16 giugno l’acconto pari al 50% della TASI calcolata con aliquota standard dell’1 per mille.

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 3 aprile 2014, è stata approvata la nuova scheda con cui le persone fisiche potranno destinare il 2‰ della propria Irpef ad uno dei partiti politici. A seguito dell’abolizione del finanziamento diretto ai partiti previsto dall’articolo 12 del D.L. n. 149/2013, infatti, i partiti si finanzieranno col contributo volontario dei loro sostenitori. Nella scheda trovano posto le formazioni ed i movimenti (11 in tutto) presenti nell’elenco trasmesso dall’apposito organo di controllo all’Agenzia delle Entrate.

Con Provvedimento delle Entrate datato 4 aprile 2014 sono state approvate le modifiche al modello Unico Persone Fisiche 2014 (modello e istruzioni), per recepire le recenti novità normative in tema di monitoraggio fiscale. L’art. 2, comma 4-bis, D.L. n. 4/2014, convertito dalla Legge n. 50 del 28 marzo 2014, ha, infatti, eliminato l’obbligo di compilazione del modulo RW per i depositi ed i conti bancari costituiti all’estero che, complessivamente nel periodo d’imposta, non superano i 10mila euro. Altre correzioni sono state poi apportate per tenere conto di alcuni orientamenti interpretativi (ad esempio, in materia di rapporti tra Imu e Irpef nei casi di pagamento della “mini Imu”) o per consentire la corretta determinazione degli acconti in presenza di particolari tipologie di redditi d’impresa (impianti di distribuzione di carburante).

Con un avviso pubblicato sul proprio sito internet, l’Agenzia delle Entrate avverte che il termine del 20 aprile 2014 previsto per l’invio della comunicazione integrativa annuale all’Archivio dei rapporti con gli operatori finanziari dell’anno 2013, avente ad oggetto i saldi ed i movimenti, verrà prorogato da un provvedimento di prossima emanazione

Con provvedimento direttoriale del 2 aprile 2014, l’Agenzia delle Entrate ha disposto le modifiche alle Avvertenze che accompagnano le cartelle di pagamento e aggiornato la sezione relativa alle modalità di presentazione del reclamo-mediazione e del ricorso, a seguito delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità per il 2014 che ha modificato l’articolo 17-bis del D. Lgs. n. 546/1992. In particolare, la presentazione del reclamo non è più condizione di ammissibilità del ricorso, ma di procedibilità. Inoltre, la riscossione ed il pagamento delle somme dovute in base all’atto impugnato sono sospesi automaticamente in pendenza del procedimento di mediazione. Infine, al termine dei novanta giorni dalla presentazione del reclamo si applicano le stesse regole stabilite per i termini processuali, tra cui la sospensione feriale.

Sono scattate dall’8 aprile le nuove modalità di controllo per verificare la corretta compilazione della dichiarazione doganale per l’immissione in libera pratica ed assicurare il rispetto dei requisiti per l’applicazione del cosiddetto “regime 42”. Nella nota n. 3540 del 1° aprile scorso, infatti, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, attuando le modifiche apportate dal Regolamento europeo n. 756/12 avevano fornito chiarimenti sull’applicazione dello speciale “regime 42”, ovvero della sospensione del pagamento dell’IVA all’importazione di merci destinate ad essere trasferite in un altro Stato membro.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 dell’8 aprile 2014 il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 3 febbraio 2014, che dà attuazione alla norma della Legge di Stabilità 2014 che ha previsto l’estensione della carta acquisti anche ai cittadini stranieri (art. 1, comma 216, Legge n. 147/2013).  Il bonus è riconosciuto a chi ha più di 65 anni o meno di 3 anni L’estensione agli stranieri ha effetto dal bimestre gennaio – febbraio 2014, e  la domanda va presentata entro il 30 aprile.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *