L’impatto delle nuove regole di bilancio sull’internazionalizzazione delle società non quotate

La settimana del fisco dal 5 al 9.3.2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,ben ritrovati! eccoci alla consueta carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, iniziando dalle novità sul bilancio consolidato 2018.

Consolidato nazionale 2018: il decreto con le nuove norme
Pubblicato dal Dipartimento delle Finanze del MEF il decreto con le nuove norme di funzionamento della tassazione di gruppo delle imprese che adottano il regime del bilancio consolidato nazionale. La principale novità è la previsione che l’opzione, al termine del triennio di validità, si intenda tacitamente rinnovata per un altro triennio.

Deposito bilancio 2018: disponibile il manuale operativo di Unioncamere
Con un comunicato Unioncamere ha informato della pubblicazione online del “Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese- Campagna bilanci 2018”. Per quanto riguarda la predisposizione e l’invio dei bilanci, il manuale specifica che sono disponibili due diverse modalità:

¨       “Bilanci on-line” da utilizzare per l’invio di un bilancio con riconferma dell’elenco soci dell’anno precedente o di un bilancio che non necessita di presentazione dell’elenco soci;

¨       “FedraPlus” da utilizzare sia per il deposito di un bilancio con presentazione di un nuovo elenco soci, sia nelle ipotesi in cui si può usare anche “Bilanci on-line”.

Studi di settore: ritocchi per il regime di cassa
Correttivi per il regime di cassa negli studi di settore 2018 approvati dalla commissione esperti. la Commissione ha espresso parere positivo riguardo gli interventi correttivi finalizzati all’applicazione degli studi di settore alle imprese in contabilità semplificata sulla base dei dati contabili dichiarati per “cassa”. E’ stata inoltre presentata un’ipotesi di metodologia per la gestione del regime di “cassa” applicabile al p.i. 2018 alle imprese in contabilità semplificata interessate dagli ISA. Tale metodologia prevede l’inserimento di ulteriori quattro informazioni per i casi di passaggio da un regime di competenza a un regime di “cassa” (o viceversa), da prevedere, per il periodo d’imposta 2017, all’interno del quadro Z del modello studi di settore.

Terzo settore: obblighi di trasparenza rimandati al 2019
Slitta di un anno l’obbligo per gli enti del terzo settore che usufruiscono di contributi percepiti dalla PA di avere un bilancio trasparente. A confermare questa interpretazione è il MISE tramite una nota indirizzata al Consiglio di Stato.  Il ministero chiarisce che si deve ritenere che costituiscono oggetto dell’obbligo di pubblicità gli importi percepiti a decorrere dall’1° gennaio 2018, la cui pubblicità e trasparenza dovrà essere assicurata, nelle forme prescritte, entro il 28 febbraio 2019.  Una diversa interpretazione, secondo la quale la norma dovrebbe riferirsi agli importi ricevuti nel 2017, da pubblicarsi entro il 28 febbraio 2018, avrebbe effetti retroattivi sull’obbligo di pubblicità, in contrasto con il principio generale di irretroattività della legge.

Canone RAI 2018: aumentata la platea degli esenti
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 53/2018 del 3 marzo 2018, il decreto legge che estende la platea degli esenti dal pagamento del canone RAI. In particolare il decreto prevede che per l’anno 2018 la soglia reddituale prevista ai fini dell’esenzione dal pagamento del canone di abbonamento televisivo in favore dei soggetti di età pari o superiore a 75 anni sia pari a 8.000 euro. Fino allo scorso anno il limite di reddito per beneficiare dell’esenzione era pari a 6.713,98 euro.

Cittadini residenti nei Comuni colpiti dal sisma 2016: chiarimenti dell’Agenzia e dal MISE
Con la Risoluzione 19/2018 del 7 marzo 2018, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i cittadini residenti nelle zone colpite dagli eventi sismici 2016, non perdono il diritto a versare a rate le ritenute finora non operate anche se è venuto meno il loro rapporto di lavoro o in caso di revoca della sospensione già richiesta. Inoltre, è stato precisato che nel caso in cui sia sopravvenuto il decesso del soggetto che ha richiesto al proprio sostituto d’imposta la rateazione, il diritto alla rateazione sussiste anche in capo agli eredi.   Sempre per i soggetti colpiti dal sisma del 2016, il MISE ha pubblicato una circolare sulle agevolazioni previste nella Legge di bilancio 2018 in favore di imprese e professionisti ubicati all’interno della Zona franca urbana istituita nei Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Le domande per l’accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dal 12 marzo prossimo.
Il Mise ha pubblicato il 6 marzo 2018, una circolare attuativa anche per le ZF della Lombardia, le cui agevolazioni sono state prorogate dalla Legge di bilancio 2018 fino al 31 dicembre 2019. Anche in questo caso le domande possono essere presentate a decorrere dal 12 marzo 2018.

Immissione in consumo carburanti: i modelli per la costituzione della garanzia
Approvati i modelli che consentono ai soggetti che intendono immettere in consumo/estrarre da un deposito fiscale benzina e gasolio per uso autotrazione, di procedere all’operazione senza effettuare il versamento dell’IVA, prestando garanzia a favore del competente ufficio dell’Agenzia delle entrate, per l’importo corrispondente all’imposta dovuta. I modelli sono stati approvati con Provvedimento del 01.03.2018 n. 47927.

Passando alla recente giurisprudenza, segnaliamo la sentenza 510/2018 del Tribunale di Roma dove è stato ribadito che il divieto di aprire un bed and breakfast in un condominio deve essere espressamente previsto nel Regolamento condominiale. Altro principio contenuto nella sentenza è che l’attività di locanda o pensione non è assimilabile a quella di bed & breakfast, sia per dimensione organizzativa che per la frequentazione della clientela.

Concludiamo informando che la Fondazione Nazionale dei commercialisti ha pubblicato una circolare in merito alla gestione dei rapporti di lavoro nei procedimenti di composizione della crisi da sovra indebitamento.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *