La settimana del fisco dal 29 aprile al 3 maggio 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo le novità fiscali intervenute nell’ultima settimana.

Con D.p.c.m. 26.04.2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile, è stato concesso più tempo per la consegna del modello 730/2013 compilato al proprio sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico). La scadenza è, infatti, slittata dal 30 aprile al 16 maggio. La decisione è stata adottata a causa dei ritardi nella consegna dei modelli Cud 2013 e per assicurare il corretto svolgimento degli adempimenti connessi alla presentazione della dichiarazione dei redditi. Slitta, quindi, anche il termine entro il quale i sostituti d’imposta devono consegnare agli assistiti la dichiarazione elaborata e il prospetto di liquidazione: non più il 31 maggio, ma il 14 giugno. Resta, invece, fissato al 31 maggio 2013 l’appuntamento per coloro che intendono presentare il modello 730 tramite un Caf o un intermediario abilitato.

Come ogni anno, anche quest’anno è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che contiene la tabella con i coefficienti aggiornati per calcolare la base imponibile IMU per gli immobili classificabili nel gruppo catastale “D”, non censiti, interamente posseduti dalle imprese e distintamente contabilizzati (ad esempio, capannoni agricoli e industriali, alberghi, teatri, palestre e banche). Si tratta del Decreto MEF del 18.04.2013 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26.04.2013.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con Circolare n. 1/DF del 29 aprile 2013, ha fornito chiarimenti in merito al tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) ed all’imposta municipale propria (IMU), a seguito delle modifiche recate dall’art. 10 del D.L. n. 35/2013, il c.d. “Decreto sblocca-debiti”. Tra i principali chiarimenti  viene precisato che il termine per la presentazione della dichiarazione IMU 2012 è il 30 giugno prossimo. E’, inoltre, possibile ricorrere al ravvedimento operoso lungo per i tributi con dichiarazione periodica. Per il versamento occorrerà fare riferimento alle delibere comunali pubblicate sul sito delle Finanze almeno 30 giorni prima della scadenza. Per quanto concerne la TARES, il Mef ricorda che le scadenze per il versamento della rate cadono a gennaio, aprile, luglio ed ottobre, salvo diversa deliberazione da parte dei Comuni. Ai Comuni è stato imposto di pubblicare, almeno 30 giorni prima della data di versamento, la deliberazione di modifica delle scadenze e del numero delle rate. Se i Comuni non interverranno , il termine di scadenza dell’ultima rata della tassa e anche della maggiorazione di 0,30 centesimi a metro quadro resta quello di ottobre.

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili sul proprio sito i programmi di compilazione, invio e controllo del modello Irap 2013 che utilizzano una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java, la quale semplifica le operazioni del contribuente consentendogli di usufruire di tutte le applicazioni, comprese quelle di controllo direttamente dal web, avendo la certezza di operare sempre con le versioni più aggiornate. Per eseguire il software di compilazione, è necessario avere già installato sul proprio computer la versione 1.6 di “Java Virtual Machine”. Indipendentemente dal sistema operativo, per eseguire il software selezionare il link: “Procedura di controllo relativa al modello Irap 2013″. Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o le incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.

E’ stato pubblicato sul sito della Consap, società del Ministero dell’Economia e delle Finanze gestore del Fondo di Solidarietà, il modulo per la domanda di sospensione delle rate per i mutui prima casa. Dopo lo sblocco del Fondo e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.M. 37/2013, infatti, mancava solo la definizione del modulo di domanda da presentare in banca per la richiesta della sospensione. Il MEF, con comunicato stampa del 18 aprile 2013, aveva garantito la pubblicazione “tempestiva” del modello entro il 27 aprile, data a partire dalla quale è di nuovo possibile richiedere la sospensione. La sospensione è concessa per i mutui di importo erogato non superiore a € 250.000, in ammortamento da almeno un anno, il cui titolare abbia un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 30.000 euro e, nei 3 anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio, abbia perso il lavoro ovvero sia morto o gli sia stata riconosciuto un handicap grave o un’invalidità civile non inferiore all’80%.

Con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2013, è stato approvato il nuovo modello di denuncia dell’imposta sulle assicurazioni, che recepisce le modifiche sulla competenza degli uffici dell’Agenzia con riguardo a tale imposta introdotte dal provvedimento del 5 febbraio 2013. E’ stato anche aggiornato l’apposito flusso informativo integrativo della denuncia che deve essere inviato annualmente, esclusivamente in modalità telematica, con riferimento ai dati relativi agli importi versati alle province, distinti per contratto e per ente di destinazione. Il nuovo modello di denuncia deve essere utilizzato a partire dalla denuncia annuale relativa all’anno 2012, da presentare entro il 31 maggio 2013, e dalla denuncia mensile relativa al mese di aprile, da presentare entro il mese di maggio 2013.

Con Decreto del 23 aprile 2013, il Ministero dello Sviluppo economico ha prorogato al 30.09.2013 l’adempimento, in scadenza il 12.05.2013, a carico degli agenti, rappresentanti di commercio e mediatori, finalizzato all’aggiornamento della propria posizione presso il Registro delle Imprese. Il D. Lgs. n. 59/2010 aveva, infatti, disposto la soppressione dei ruoli ed elenchi relativi a: agenti di affari in mediazione (ad esempio, agenti immobiliari, merceologici, ecc.); agenti e rappresentanti di commercio; mediatori marittimi; spedizionieri. Tali soggetti, se attivi al 12.05.2012, avrebbero dovuto aggiornare la propria posizione nel registro delle imprese/REA entro il 12.05.2013 trasmettendo in via telematica un’apposita comunicazione al Registro delle Imprese “nel cui circondario hanno stabilito la sede principale”. Ora, a seguito del recente Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, il termine per l’adempimento in esame è prorogato al 30.09.2013.

Il canale Civis, dopo il rodaggio a favore delle società di capitali, apre anche al modello Unico PF 2011 per la presentazione dei documenti richiesti a seguito del controllo formale della dichiarazione dei redditi (articolo 36-ter del Dpr n. 600/1973). Pertanto, anche i contribuenti persone fisiche chiamati ad esibire la documentazione dopo il controllo formale possono trasmetterla direttamente da casa, senza doversi recare all’ufficio. Per accedere al canale, è necessario essere registrati ai servizi telematici dell’Agenzia ed effettuare il login dal sito delle Entrate.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *