Decreto internazionalizzazione e crescita delle imprese e modifiche alle CFC

La settimana del fisco dal 27 al 31 .5. 2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, ben ritrovati! eccoci alla consueta carrellata delle principali notizie fiscali della settimana

Fatture semplificate fino a 400 euro: decreto in Gazzetta

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che prevede l’innalzamento dagli attuali 100 euro a 400 euro dell’ammontare complessivo entro cui può essere emessa la fattura semplificata. Il nuovo limite è entrato in vigore il 24 maggio 2019, giorno della pubblicazione del decreto in Gazzetta.

Modello 730: possibile rinvio entro il 20.06 se è sbagliata

Il contribuente che ha già trasmesso il modello 730 e ha riscontrato un errore può annullare la dichiarazione precedente e inviare, tramite l’applicazione web, una nuova dichiarazione a partire dal 28 maggio. Attenzione va prestata al fatto che l’annullamento è possibile una sola volta fino al 20 giugno. Inoltre, una volta annullato il Modelllo 730, all’Agenzia delle Entrate non risulta presentata alcuna dichiarazione e, quindi, il contribuente dovrà trasmetterne una nuova, altrimenti la dichiarazione risulterà omessa. Attenzione: dopo il 20 giugno 2019 è comunque possibile correggere la dichiarazione precedentemente inviata:

  • presentando al Caf o al professionista un Modello 730 integrativo, entro il 25 ottobre. Il 730 integrativo si può presentare solo nel caso in cui si tratti di una dichiarazione più favorevole al contribuente
  • trasmettendo, tramite l’applicazione web, il modello Redditi correttivo entro il 30 settembre o il modello Redditi integrativo dopo il 30 settembre.

Interessi per i ruoli: ecco il nuovo tasso in vigore dal 1° luglio 2019

Dal 1° luglio interessi di mora più bassi per chi versa in ritardo gli importi relativi alle cartelle di pagamento. Il provvedimento 148038 del direttore dell’Agenzia delle Entrate porta infatti dal 3,01% al 2,68% il tasso su base annua per gli interessi di mora dovuti in caso di versamento delle cartelle di pagamento oltre i 60 giorni dalla notifica. Il nuovo tasso d’interesse si applica a partire dal 1° luglio 2019.

Rilancio settori agricoli in crisi: il decreto in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del DL 27/2019, recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli. Il testo è composto da 12 articoli che contengono misure di sostegno a favore di molteplici settori, come quello lattiero-caseario, olivicolo-oleario, agrumicolo, saccarifero e suinicolo. Previste inoltre misure di contrasto alla pesca illegale e riordino del sistema sanzionatorio.

Assegni familiari: abilitazione anche per i commercialisti

 Un comunicato del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili ha annunciato che anche gli iscritti all’Ordine saranno abilitati, come i CAF e i consulenti del lavoro, alla trasmissione all’INPS dei documenti relativi alla richiesta di assegni per il nucleo familiare (ANF) dei lavoratori.  L’istituto di previdenza starebbe implementando l’apposito servizio telematico sul portale.  

Sport bonus 2019: il decreto in Gazzetta

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 29 maggio 2019 n. 124 il DPCM sullo Sport bonus, il credito d’imposta al 65% sulle erogazioni liberali effettuate da:

  • persone fisiche,
  • enti non commerciali
  • titolari di reddito d’impresa
  • stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di imprese non residenti.

Per quanto riguarda i soggetti titolari di reddito d’impresa sono state previste due finestre temporali di centoventi giorni entro le quali richiedere il beneficio che si aprono rispettivamente il 30 maggio e il 15 ottobre 2019. Il beneficio fiscale verrà attribuito secondo il criterio temporale di ricevimento delle richieste.

Trasporto e mensa per i dipendenti: attenzione all’invio dei corrispettivi

Dal 1° luglio 2019 scatterà l’obbligo di invio telematico dei corrispettivi per tutti i soggetti con reddito maggiore di 400.000 euro, con alcune eccezioni. Un caso dubbio è stato quello sollevato da una società che fornisce ai propri dipendenti il servizio mensa e il servizio di trasporto da due punti di ritrovo sino al luogo di lavoro. In pratica l’istante si fa carico dell’intero costo del servizio addebitato ed imputa a ciascuno dei dipendenti che ne usufruiscono un importo mensile forfettario. L’Agenzia ha chiarito che per il 2019, sia il servizio mensa offerto ai dipendenti , sia quello di trasporto (marginale, in base all’articolo 1, comma 1, lettera c), del d.m. 10 maggio 2019) non sono soggetti all’obbligo di memorizzazione ed invio telematico dei corrispettivi giornalieri. Attenzione però, la marginalità consente di escludere la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi solo fino al 31 dicembre 2019. Pertanto dopo tale date il servizio di trasporto entrerà nell’obbligo .

Concludiamo informando che sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate gli elenchi definitivi dei soggetti che hanno presentato domanda per beneficiare del 5 per mille nell’esercizio finanziario 2019 e che dal 31 maggio è disponibile il servizio di consultazione delle fatture elettroniche.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *