La settimana del fisco dal 25 al 29.11.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Legge di Stabilità, Manovre Fiscali, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana che si apre con la chiusura degli emendamenti alla Legge di bilancio 2020.

Legge di bilancio 2020 i principali emendamenti

Sono stati presentati migliaia di emendamenti nelle Commissioni al Disegno di Legge di bilancio 2020. Le principali norme oggetto di modifica sono state le seguenti:

  • Riduzione della cd. plastic tax 
  • Incrementati i benefici per coloro che riconvertono i sistemi utilizzando plastica riciclata o compostabile
  • Modifica alla stretta sulle auto aziendali in uso ai dipendenti
  • dichiarazione precompilata per i forfettari che utilizzano solo fatture elettroniche e che tracciano i pagamenti con strumenti elettronici
  • Riduzione della cd. sugar tax (la tassa sulle bevande zuccherate)
  • ritorno del “bonus verde” la detrazione al 36% per la rimessa a verde di giardini e terrazze;
  • formazione per i docenti in materia di contrasto al bullismo
  • proroga al 2020 della cedolare secca sui negozi
  • aumento da 7 a 10 giorni del congedo parentale per i padri
  • misure contro la violenza femminile.

Fattura elettronica: aggiornate le FAQ dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le FAQ sulla fatturazione elettronica presenti sul proprio sito. Il motivo principale dell’aggiornamento ha riguardato l’adesione al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” che può esser fatta fino al 20 dicembre 2019 (termine del periodo transitorio) e non più fino al 31 ottobre 2019.

Cause ostative all’applicazione del regime forfetario: ancora chiarimenti

Ancora chiarimenti sulle cause ostative al regime forfettario sono stati forniti dalle Entrate nella Risposta 501/2019. Il contribuente che ha presentato l’interpello, nel 2020 intende costituire una società tra professionisti (STP) chiedendo se deve fuoriuscire dal regime forfettario .

L’Agenzia ha risposto che , anche se non sussiste alcun controllo di diritto né influenza dominante sulla società di cui è socio tuttavia, dato che potrebbero essere presenti nell’anno rapporti economici tra lo stesso e la società di cui è socio non è possibile escludere il controllo di fatto, circostanza comunque che richiede un esame fattuale.

Fatture sbagliate: attenzione alle ritenute e alla rivalsa IVA

Un contribuente ha presentato istanza di interpello in quanto all’inizio del 2019, ritenendo erroneamente di avere i requisiti per beneficiare del regime forfetario ha emesso fatture senza addebitare l’Iva e senza esporre la ritenuta d’acconto. Dopo essersi avveduto dell’errore, ha emesso note di variazione in diminuzione elettroniche a storno delle predette fatture, nonché le nuove fatture elettroniche, in sostituzione delle precedenti, tutte rifiutate. L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle ritenute d’acconto non versate dal sostituto d’imposta e all’IVA addebitata in rivalsa nelle Risposte all’interpello 499 e 500 del 26 novembre 2019.

Rinuncia all’eredità vs trasferimento di immobile: prezzo-valore applicabile

Al trasferimento della proprietà di un immobile come corrispettivo della rinuncia all’eredità è applicabile il regime di tassazione del prezzo-valore, a condizione che le parti indichino nell’atto il corrispettivo pattuito. Lo ha affermato l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello del 25.11.2019 n. 494.

Antiriciclaggio: nuove disposizioni per gli operatori compro oro

A partire dal 10 Novembre 2019, i soggetti dediti al commercio e alla trasformazione dell’oro da investimento e del materiale d’oro ad uso industriale, nonché gli operatori esercenti il commercio degli oggetti preziosi usati, sono tenuti all’osservanza delle nuove disposizioni antiriciclaggio contenute nel Decreto Legislativo n° 125 del 4 ottobre 2019.

Quota 100 pubblicato il modello per i redditi

L’INPS ha reso disponibile sul sito www.inps.it il  modello AP 139 per la dichiarazione reddituale  per i pensionati con Quota 100, per i quali vige il divieto di cumulo con i redditi da lavoro. Come stabilisce l’art. 14 comma 3 del DL 4/2019 dal primo giorno di decorrenza della pensione fino al momento di maturazione dei requisiti per la pensione di vecchiaia, coloro che percepiscono la pensione con quota 100 sono tenuti ad effettuare la dichiarazione nei casi in cui in un anno (o in una frazione di anno) percepiscano o prevedano di percepire sia redditi cumulabili che non cumulabili.

Donazione nuda proprietà alla moglie: si applica la tassazione ordinaria

Al trasferimento della nuda proprietà della casa coniugale alla moglie, in adempimento di un dovere morale e di un obbligo di riconoscenza, da parte del marito, il quale riserva per sé il diritto di abitazione, si applica il regime fiscale ordinario dell’imposta sulle donazioni di cui al Dlgs 346/1990 e le imposte ipotecarie e catastali secondo le previsioni del Dlgs 347/1990, in quanto considerata come donazione rimuneratoria (articolo 770 del codice civile). Lo ha affermato l’Agenzia delle Entrate con risposta all’istanza di Interpello del 29 ottobre 2019 n. 444.

IRAP Emilia Romagna: bando per il credito d’imposta per imprese e professionisti

Le Imprese e i Liberi Professionisti con sede legale e/o unità locale nei Comuni Montani dell’Emilia-Romagna possono beneficiare di un credito d’Imposta fino ad un massimo di € 6.000. Il termine per la presentazione delle domande è il 2 dicembre 2019.  

Passando alla recente giurisprudenza segnaliamo la sentenza della CTR della Puglia (870/1/2019) in base alla quale “L’inadempimento dell’obbligo di trasmissione del Modello INTRA 1-bis da parte del cedente alla esportazione, si colloca sul piano della violazione di “prescrizione formale”, il quale pur non avendo adempiuto all’obbligo di compilazione e trasmissione del Modello Intra 1-bis, è stato tuttavia in grado di fornire idonea prova delle condizioni sostanziali cui la direttiva comunitaria ricollega la applicabilità del regime fiscale di non imponibilità.”



Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *