Autostrada

La settimana del fisco dal 25.2. al 1.3.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn In Evidenza, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici buongiorno e ben ritrovati . Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, caratterizzata da molte proroghe.

Proroga spesometro, esterometro e Lipe: ecco il decreto

Dopo tanto penare è stato finalmente pubblicato l’attesissimo decreto contenente la proroga di spesometro ed esterometro. Con 24 ore di anticipo rispetto alla scadenza prevista e a giorni di distanza dall’annuncio ufficiale di concessione della proroga, ha visto la luce il DPCM che prevede:

  • Termine 10 aprile per le LIPE del quarto trimestre 2018
  • Termine 30 aprile 2019 per lo spesometro
  • Termine 30 aprile per l’esterometro riferito ai mesi di gennaio e febbraio 2019
  • Termine 16 maggio per versamento IVA delle operazioni di gennaio e febbraio dei soggetti passivi che facilitano tramite l’uso di un’interfaccia elettronica le vendite a distanza di telefoni cellulari, console da gioco, tablet PC e laptop
  • Termine 31 maggio per versamento IVA delle operazioni di gennaio e febbraio dei soggetti passivi che facilitano tramite l’uso di un’interfaccia elettronica le vendite a distanza di telefoni cellulari, console da gioco, tablet PC e laptop

Amministratori di condominio: proroga comunicazione spese all’8 marzo

Con riferimento alle spese sostenute nel 2018, gli amministratori di condominio possono trasmettere i dati relativi alle spese sostenute dal condominio con riferimento

  • agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali,
  • all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione,

entro l’8 marzo 2019. E’ quanto previsto dal provvedimento delle Entrate pubblicato il giorno prima della scadenza originaria prevista il 28 febbraio, cioè a ridosso come sempre.

Ecotassa sulle auto: ecco come funziona

Pubblicati i chiarimenti sugli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e non inquinanti, sulle detrazioni fiscali per l’installazione dei punti di ricarica e sulla rottamazione di mezzi ad alte emissioni di Co2 e sull’ecotassa, l’imposta sui veicoli inquinanti, nella Risoluzione n. 32/E dell’Agenzia delle Entrate. In particolare, il documento di prassi si sofferma sulle autovetture che possono beneficiare degli incentivi e individua i documenti che le imprese costruttrici o importatrici devono ricevere dal venditore e conservare ai fini della fruizione del credito d’imposta oltre a fornire indicazioni sulla cosiddetta “Ecotassa” sui veicoli inquinanti.

 ECO-TASSA 2019- 2021: pubblicati i codici tributo

Pubblicato al rush finale con la Risoluzione 31 del 26.2.2019 anche il codice tributo “3500” per il versamento con F24 ELIDE dell’ecotassa sui veicoli nuovi di categoria M1 prevista dalla Legge di bilancio 2019. 

Credito d’imposta per l’acquisto del registratore di cassa

Disciplinata dall’Agenzia delle Entrate il bonus spettante al 50% per l’acquisto dei registratori di cassa di nuova generazione. Come chiarito dal Provvedimento del 28 febbraio è agevolato l’acquisto fino a 250 euro.

Soggetti non residenti e fatturazione elettronica: chiarimenti dalle Entrate

Ancora chiarimenti sulla fatturazione elettronica sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate nella risposta all’interpello n. 67 del 26 febbraio 2019 .  L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che per le operazioni effettuate nei confronti dei soggetti non residenti identificati in Italia (tramite identificazione diretta ovvero rappresentante fiscale), i soggetti passivi IVA residenti e stabiliti in Italia hanno l’obbligo, dal 1° gennaio 2019, di emettere le fatture elettroniche via SdI oppure di effettuare la comunicazione dei dati delle fatture ai sensi del comma 3-bis dell’articolo 1 del decreto legislativo n. 127 del 2015. Inoltre, un soggetto non residente non ha obbligo di accreditarsi al Sistema di Interscambio, vista l’inapplicabilità delle nuove regole di fatturazione elettronica al cessionario/committente non stabilito ma identificato. In generale, infatti, il cessionario/committente non stabilito ma identificato può esercitare la detrazione IVA, sulla base delle fatture cartacee emesse dal cedente/prestatore stabilito. Infine, come già chiarito in più sedi, i destinatari dell’obbligo di presentazione dell’esterometro sono solamente i contribuenti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato.

Fattura elettronica 2019: nessun esonero per i terremotati

Gli unici esoneri riconosciuti per la fatturazione elettronica sono quelli previsti dalla norma di legge, senza eccezioni. E’ questo in breve il senso della risposta che il Ministero dell’Economia ha fornito nel corso del question time in cui era stato chiesto se era previsto l’esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica per i titolari di partita IVA residenti in uno dei territori colpiti dagli eventi sismici del 2016.

Fattura elettronica 2019: esonero per tutte le prestazioni sanitarie

Che gli operatori sanitari che comunicano i dati al Sistema Tessera Sanitaria non debbano emettere fattura elettronica nel 2019 è ormai pacifico, ma cosa devono fare gli operatori sanitari che non devono inviare tali dati? Cioè, i soggetti come podologi, fisioterapisti, logopedisti che non sono tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria devono emettere le fatture elettroniche per le prestazioni sanitarie, rese nei confronti delle persone fisiche? La risposta, negativa, dall’Agenzia delle Entrate arriva con la pubblicazione della FAQ n. 59 del 26.2.2019.

Bilancio 2018: possibile rinviare l’approvazione

Rinvio dell’approvazione del bilancio possibile date le novità legislative in vigore come la rivalutazione dei beni introdotta dalla Legge di bilancio 2019 o gli obblighi di trasparenza dei contributi pubblici ricevuti. A fare questa riflessione è il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Infatti, nei casi in cui lo statuto sociale preveda la facoltà di rimandare l’approvazione del bilancio nei casi in cui ci siano novità normative, è possibile che questa avvenga entro 180 giorni dal termine dell’esercizio anziché entro 120 giorni.

Semplificazioni fiscali 2019: nuova legge con nuove date

Per ora è solo una proposta di legge ferma in Commissione Finanze alla Camera ma l’intento del Governo è dare una stretta sui tempi e portare il testo in discussione alla Camera il prossimo mese. E’ la nuova legge sulle semplificazioni fiscali, che stravolge il calendario e gli adempimenti dichiarativi e comunicativi. Ecco un elenco delle novità:

  • abolizione delle comunicazioni dei dati delle liquidazioni IVA (LIPE). 
  • slittamento dal 31 ottobre al 31 dicembre il termine per la presentazione delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di imposta regionale sulle attività produttive.
  • ampliamento dell’ambito operativo del versamento unitario F24 estendendone l’applicazione all’imposta sulle successioni e donazioni, all’imposta di registro, all’imposta ipotecaria, all’imposta catastale, alle tasse ipotecarie, all’imposta di bollo, ai tributi speciali e ai tributi locali (comprese le tariffe per la prestazione di servizi), nonché ai relativi accessori, interessi e sanzioni, compresi gli oneri e le sanzioni dovuti per l’inosservanza della normativa catastale.
  • soppressione del modello dichiarativo 770 mediante integrazione del modello F24 con l’indicazione del codice fiscale del contribuente che subisce la ritenuta d’acconto.
  • semplificazioni in merito all’autodichiarazione del rispetto del limite di franchigia da parte del percipiente, a vario titolo, di compensi, rimborsi, premi e indennità erogati da associazioni sportive dilettantistiche.

Concludiamo informandovi che l’ENEA ha prorogato l’invio della documentazione necessaria per fruire delle agevolazioni fiscali al 1° aprile 2019.



Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *