Il Senato chiede l'abolizione totale delle norme sui professionisti contentute nel decreto liberalizzazioni

La settimana del fisco dal 24 al 29.6.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, iniziando dalla conversione in legge del Decreto crescita.

Decreto Crescita 2019: ecco cosa cambia

Approvato definitivamente da Camera e Senato il Decreto Crescita, di cui ora si aspetta la pubblicazione in Gazzetta. Le novità aggiunte o modificate nel corso della conversione non sono poche, ecco le principali:

  • versamenti delle imposte per i soggetti che applicano gli ISA prorogati al 30 settembre 2019,
  • riapertura della rottamazione ter, le domande potranno essere presentate fino al 1° luglio 2019,
  • emissione della fattura immediata entro 12 giorni (rispetto ai 10 attuali);
  • modifiche alla deducibilità dell’IMU che diventerà al 100% nei prossimi esercizi
  • moratoria di 6 mesi delle sanzioni per coloro che dal 1° luglio 2019 devono trasmettere i corrispettivi telematici all’Agenzia delle Entrate,
  • modifiche agli indennizzi per i risparmiatori bancari con la previsione di rimborsi veloci sotto i 50.000 euro
  • estensione anche per i professionisti dell’accesso al fondo per le vittime di mancati pagamenti da parte di aziende debitrici imputate nei procedimenti penali come bancarotta o ricorso abusivo del credito;
  • credito d’imposta al 30% per le aziende che partecipano a fiere internazionali e a quelle che si svolgono in Italia,
  • stretta sugli affitti brevi in due direzioni:
    • solidarietà nei versamenti della cedolare secca tra soggetti residenti e non residenti in Italia appartenenti ad uno stesso gruppo,
    • istituzione del codice identificativo univoco per tutte le strutture ricettive
  • estensione a moto, ciclomotori, microcar degli incentivi per i veicoli elettrici ed ibridi
  • esenzione fiscale per i redditi di capitale derivanti dagli investimenti effettuati nel 2020 e mantenuti per 5 anni.

Rottamazione-ter: ufficiale la riapertura dei termini

Riaperti fino al 31 luglio 2019 i termini per aderire:

  • alla cd. rottamazione ter delle cartelle esattoriali, ovvero la definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione tra il 1° gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2017;
  • al cd. saldo e stralcio dei debiti fiscali e contributivi delle persone fisiche in difficoltà economica, affidati agli agenti della riscossione tra il 1° gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2017.

L’adesione dovrà essere fatta attraverso l’apposita domanda (che sarà pubblicata dall’Agente della riscossione entro 5 giorni dalla pubblicazione in gazzetta del Decreto crescita convertito in legge) e dovrà essere inviata entro il 31 luglio 2019. A prevedere queste norme è il Decreto Crescita.

Certificato unico debiti tributari: modello e istruzioni

Il 14 febbraio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. L’art. 364 entrato in vigore il 16 marzo 2019 prevede che gli uffici dell’Amministrazione finanziaria rilascino su richiesta del debitore o del Tribunale un certificato unico sull’esistenza di debiti risultanti dagli atti, dalle contestazioni in corso e da quelle già definite per le quali i debiti non siano stati soddisfatti. Il Provvedimento del 26 giugno dell’Agenzia delle Entrate ha approvato:

  • il modello ad uso degli uffici dell’Agenzia delle entrate per il rilascio del Certificato unico debiti tributari
  • il fac-simile ad uso dei soggetti interessati per la richiesta del certificato stesso.
  • le istruzioni relative alle modalità di rilascio e alla tipologia dei debiti tributari da riportare sul Certificato unico debiti tributari nonché le istruzioni afferenti alla richiesta del certificato medesimo da parte dei soggetti interessati. 

Invio telematico corrispettivi: come calcolare il volume d’affari

Il 1°luglio 2019, sarà obbligatoria la memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi da parte di tutti gli operatori con volume d’affare maggiore di 400.000 euro. Ma come devono calcolare questo valore i contribuenti che effettuano cessioni a titolari di partita IVA e cessioni a consumatori finali documentate con scontrini fiscali? 

Nella risposta all’interpello 209 del 26 giugno 2019  l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, in assenza di specifiche indicazioni normative per volume d’affari non può che intendersi quello di cui all’articolo 20 del decreto IVA cioè: “per volume d’affari del contribuente s’intende l’ammontare complessivo delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi dallo stesso effettuate, registrate o soggette a registrazione con riferimento a un anno solare.”

Anomalie studi di settore: comunicazioni in arrivo

Con un Provvedimento del 26 giugno sono state individuate le anomalie nei dati degli studi di settore, afferenti il triennio di imposta 2015-2017, che sono comunicate ai contribuenti interessati mediante pubblicazione nel proprio “Cassetto Fiscale”, consultabile accedendo al sito internet dell’Agenzia delle entrate. Tali comunicazioni di anomalie sono trasmesse dall’Agenzia delle entrate, via Entratel, all’intermediario, se

  1. il contribuente ha effettuato questa scelta al momento della presentazione di REDDITI 2018, per il periodo di imposta 2017,
  2. se tale intermediario ha accettato, nella medesima dichiarazione, di riceverle.

Dichiarazioni IVA 2018: avvisi di anomalia in arrivo

Con il Provvedimento 216422 del 25 giugno, l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità con le quali sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza, le informazioni relative alla presenza di fatture emesse, che segnalano la possibile mancata presentazione della dichiarazione IVA per il periodo d’imposta 2018 o la presentazione della stessa con la compilazione del solo quadro VA. 

Rottamazione ter: in arrivo 1, 4 milioni di lettere con gli importi

Arrivano le lettere per chi ha chiesto di aderire alla “rottamazione-ter” delle cartelle. Agenzia delle entrate-Riscossione con un comunicato stampa ha informato che sta inviando a tutti gli interessati la “Comunicazione delle somme dovute”, con l’esito della richiesta di adesione e le indicazioni per procedere al pagamento dell’importo, scontato delle sanzioni e degli interessi di mora. 

Maggiorazione Irap e addizionale Irpef in Calabria e in Molise

Per l’anno d’imposta 2019, nelle Regioni della Calabria e del Molise si sono realizzate le condizioni per l’automatica applicazione delle maggiorazioni dell’aliquota Irap nella misura di 0,15 punti percentuali e dell’addizionale regionale all’Irpef nella misura di 0,30 punti percentuali. Lo riferisce l’Agenzia delle Entrate in un comunicato stampa.

Gestori delle aree protette: le modalità per fruire del 5 per mille

Pronte le istruzioni per l’accesso al riparto del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche da parte degli enti parco nazionali gestori di aree protette, che risultino istituiti al 21 giugno 2019 e quelli che siano stati istituiti successivamente.

Compro oro 2019: definito il contributo per il secondo semestre

I compro oro iscritti al Registro OAM al 31 dicembre 2018 dovranno versare, a partire dal prossimo 15 luglio ed entro il 30 settembre di quest’anno, i contributi relativi al secondo semestre 2019. Lo stabilisce la Circolare OAM (Organismo degli Agenti e dei Mediatori Creditizi) del 17 giugno scorso che ha fissato il contributo per il 2019 confermando i criteri di determinazione del contributo stesso.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *