La settimana del fisco dal 24 al 28 settembre 2018

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,  Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana, la principale delle quali è l’approvazione dell’aggiornamento al DEF 2018-2019.

DEF 2018-2019 approvata la Manovra finanziaria
Il Consiglio dei Ministri n 21 del 27 settembre 2018, ha approvato la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (NaDef) 2018. Come anticipato nel comunicato stampa del Governo, i punti principali sono:

¨       la cancellazione degli aumenti dell’Iva previsti per il 2019;

¨       l’introduzione del reddito e della pensione di cittadinanza;

¨       l’introduzione di modalità di pensionamento;

¨       la prima fase dell’introduzione della flat tax ;

¨       il taglio dell’imposta sugli utili d’impresa (Ires) per le aziende che reinvestono i profitti e assumono lavoratori aggiuntivi;

¨       il rilancio degli investimenti.

Le indiscrezioni ufficiose annunciano un accordo sul rapporto deficit PIL che si attesterà al 2,4% ma il documento ufficiale del DEF 2018-2019 non è ancora stato pubblicato.

Approvato il Decreto Milleproroghe 2018
Arrivato al termine del suo Iter legislativo il Decreto Milleproroghe targato 2018 con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 21 settembre 2018. Dal punto di vista fiscale non ci sono grosse novità, fatta eccezione per il rinvio dell’introduzione del modello ISEE precompilato (anche detto DSU, ovvero Dichiarazione Sostitutiva Unica) e la proroga, anche per il 2018, del bonus cultura di 500 euro per coloro che hanno compiuto o compiranno 18 anni nel 2018.

Modello 770/2018: invio separato solo con intermediari diversi
Entro il 31 ottobre 2018 i sostituti d’imposta sono tenuti a presentare telematicamente, direttamente o tramite un intermediario, il modello 770/2018 al fine di comunicare i dati non inclusi nelle Certificazioni Uniche. Nel modello di quest’anno è tornato l’obbligo di indicare i dati dell’intermediario che invia la restante parte con in aggiunta l’indicazione delle tipologie di ritenute che l’altro intermediario compilerà sul proprio modello, tra le cinque tipologie in cui vengono da quest’anno classificate le ritenute. Gli intermediari che inviano la restante parte del modello 770/2018 potranno essere fino a due, per un totale di tre intermediari

Box auto: non agevolabile se deriva dal cambio di destinazione d’uso
“Il box auto che il contribuente ha acquistato deriva da un intervento di ristrutturazione di un immobile ad uso abitativo con cambio di destinazione d’uso e non da un intervento di “nuova costruzione” , pertanto lo stesso non risulta agevolabile.” E’ questo il chiarimento fornito recentemente dall’Agenzia delle Entrate al quesito di un contribuente con la Risposta 6 del 19 settembre 2018.

Bonus pubblicità 2018: c’è tempo fino al 22 ottobre
Fino al 22 ottobre 2018 è possibile richiedere il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali, imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, destinatari dell’agevolazione introdotta dall’articolo 57-bis del Dl 50/2017, che hanno effettuato (o intendono effettuare) nel 2018, investimenti pubblicitari incrementali, possono presentare la comunicazione per fruire del bonus fiscale.

Sport Bonus 2018: seconda finestra disponibile
I soggetti che vogliono usufruire dello Sport Bonus, seconda finestra, possono farne richiesta dal 24 settembre al 23 ottobre 2018, compilando l’apposito modulo ed inviandolo a mezzo posta elettronica a: [email protected]  Si comunica che le domande pervenute all’Ufficio prima del 24 settembre non verranno prese in considerazione e, pertanto, dovranno essere riproposte necessariamente entro i termini citati.” Con questa nota, l’Ufficio per lo Sport, sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha annunciato l’apertura della seconda finestra per la presentazione delle domande per il credito d’imposta per le erogazioni liberali finalizzate alla ristrutturazione degli impianti sportivi.

Passando alla recente giurisprudenza segnaliamo la sentenza della Cassazione (2565) in base al quale è possibile avere due abitazioni nello stesso Comune senza perdere i benefici “prima casa” se uno degli immobili è inidoneo ad essere abitato.

Concludiamo ricordando che  oggi  1° ottobre 2018 scade il termine ultimo per trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse e ricevute relative al 2° trimestre 2018, o 1° semestre 2018 in caso di scelta della cadenza semestrale, c.d. “spesometro”.



Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *