La settimana del fisco dal 23 al 27.9.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana.

Saldo e stralcio: comunicazioni in arrivo entro il 31 ottobre

Ai contribuenti che hanno presentato domanda di adesione alla procedura del cd. “Saldo e stralcio” prevista dalla manovra 2019, entro il 31.10.2019 l’Agenzia delle Entrate-Riscossione dovrà inviare la comunicazione in merito all’accoglimento o meno. In caso di esito positivo il contribuente riceverà gli importi e i relativi bollettini di pagamento, in caso di esito negativo verrà motivato il diniego.

Note spese trasfertisti: ok ai documenti dematerializzati

Qualunque documento analogico a rilevanza fiscale – come le note spese e i loro allegati – deve, per poter essere dematerializzato e successivamente distrutto, possedere le caratteristiche della immodificabilità, integrità, autenticità e leggibilità. Se il processo garantisce tali caratteristiche nulla osta alla sua adozione. Pertanto, la società può conservare in modalità elettronica le note spese ed i relativi giustificativi, siano essi intestati al trasfertista ovvero anonimi (come per esempio i titoli di viaggio su mezzi di trasporto pubblico), e successivamente distruggere gli originali analogici.” E’ questo il principale chiarimento fornito dall’Agenzia delle Entrate nella risposta all’interpello 388 del 20 settembre 2019.

Vendita a distanza di beni: pronto il canale telematico

Pronto il canale telematico per il primo invio delle comunicazioni dei prodotti venduti in Italia attraverso piattaforme digitali. I gestori dei marketplace devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati entro il 31 ottobre 2019. 

Brexit: l’Agenzia delle Dogane pubblica le linee guida

Il permanere di un clima di incertezza circa l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea senza un accordo di recesso (no-deal), rende sempre più attuale l’interesse degli operatori economici ad acquisire informazioni per la corretta gestione degli scambi commerciali con i propri partner UK in caso di hard BREXIT. Nell’attesa che la politica inglese trovi la via, l‘Agenzia italiana delle Dogane con la nota 126091 del 24 settembre 2019 ha pubblicato le seguenti linee guida perla Brexit:

¨       Scenari economici per l’esportazione legati al recesso del Regno Unito

¨       Scenari economici per il transito legati al recesso del Regno Unito 

Ecobonus veicoli: pronti i codici tributo

Con la Risoluzione 82 del 23 settembre 2019 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i codici tributo che devono essere usati ai fini dell’ecobonus per i veicoli. In particolare, per consentire l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta tramite modello F24, sono stati istituiti i seguenti codici tributo:

  • “6903” denominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. M1 – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – articolo 1, comma 1031, L. n. 145/2018”.
  • “6904” denominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. L1e/L7e – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – articolo 1, comma 1057, L. n. 145/2018”.

Voucher innovation manager: domande al via dal 7 novembre 2019

A partire dal 7 novembre le imprese e le reti d’impresa potranno avviare la compilazione della domanda per richiedere il Voucher per l’Innovation manager. È stato, infatti, pubblicato il decreto del MiSE che disciplina le modalità e i termini per la presentazione delle domande e per l’erogazione dell’agevolazione.  L’iter di presentazione delle domande di agevolazione è articolato in tre fasi:

  • verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10:00 del 31 ottobre 2019
  • compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 26 novembre 2019
  • invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

Qualifica di Cinema d’essai e richiesta contributo anno 2018: domande al via

Dal 23 settembre fino all’8 ottobre, è possibile inviare la domanda definitiva di qualifica di sala d’essai e di richiesta del contributo per la programmazione d’essai realizzata nel 2018.

Passando alla recente giurisprudenza segnaliamo la Sentenza della CTP di Milano (2897/05/2019) che riprendendo precedenti sentenze della Cassazione ha ribadito che la fattura costituisce elemento probatorio a favore dell’impresa, solo se redatta in conformità ai requisiti di forma e contenuto prescritti dal DPR. 633/1972, art. 21. Un’indicazione generica (o a maggior ragione assente) dell’operazione in fattura non è idonea a soddisfare le finalità conoscitive che la norma intende assicurare e pertanto è negata la detrazione del costo.

Concludiamo informando che i Dottori Commercialisti hanno indetto uno sciopero (il primo) nelle date del 30 settembre e del 1° ottobre per protestare contro il mancato rispetto di quanto previsto nello Statuto del Contribuente. L’adesione non avrà riflessi per i clienti degli Studi ma solo per i professionisti stessi.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *