Liberalizzazioni, in anteprima la bozza del decreto

La settimana del fisco dal 22 al 26.4.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, buongiorno! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana. Partiamo dalla nuova versione del Decreto Crescita:

Decreto Crescita 2019: ecco cosa prevede il nuovo testo

Nella giornata del 4 aprile 2019, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria e del Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, aveva approvato un decreto-legge con misure urgenti per la crescita economica. Ma dopo 20 giorni il cd ” Decreto Crescita”, approvato con la clausola “salvo intese” ancora non aveva visto la luce. Il testo è stato così ridiscusso e approvato con novità il 23 aprile 2019 in seconda deliberazione. In particolare, il testo è stato integrato con norme che :

  • prevedono l’estensione del regime della “decommercializzazione” agli enti associativi assistenziali, 
  • rimodulano gli obblighi informativi relativi alle erogazioni pubbliche,
  • disciplinano la possibilità per l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) di avvalersi dei servizi forniti da società in house, 
  • semplificano gli adempimenti per la gestione degli enti del terzo settore nonché i processi di programmazione, vigilanza e attuazione degli interventi finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC),
  • definiscono le modalità di ingresso del Ministero dell’economia e delle finanze nel capitale sociale della newco “Nuova Alitalia”,
  • disciplinano il termine per la rideterminazione dei vitalizi regionali,
  • intervengono sulla gestione commissariale per il piano di rientro del debito pregresso del Comune di Roma,
  • prevedono la cessazione della esimente penale per il complesso Ilva
  •  determinano i requisiti per l’accesso al Fondo indennizzo risparmiatori.

 Fatturazione elettronica ed esportazioni: chiarimenti dalle Entrate

Cosa deve fare un commerciante che esporta veicoli fuori dall’ambito UE e ha scelto di emettere fatture elettroniche per tali operazioni, ma tra gli allegati da inserire in sede di fatturazione vi è l’identificativo della bolla doganale, documento per il rilascio del quale è, tuttavia, necessario avere già emesso la fattura? La Risposta è stata fornita dall’Agenzia delle Entrate con la Risposta 130 del 24 aprile 2019.  

Regime forfettario 2019: ancora chiarimenti sulle cause ostative

Numerosissimi gli interpelli di risposta a quesiti posti sulle cause ostative al regime forfettario da parte di Agenzia delle Entrate nella giornata del 23 aprile 2019. I principali chiarimenti forniti nei 14 documenti di prassi pubblicati riguardano principalmente il possesso di quote di partecipazione in società (di persone o di capitali), la possibilità di lavorare per il proprio dominus terminato il periodo di praticantato obbligatorio per talune professioni e la compresenza di redditi da lavoro dipendente e autonomo.

Trasmissione dei corrispettivi 2019 anche tramite smartphone

Con Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate è stato chiarito che la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri può essere effettuata anche utilizzando una procedura web messa gratuitamente a disposizione dei contribuenti in area riservata del sito web dell’Agenzia delle entrate e usabile anche su dispositivi mobili come gli smartphone.

Cessione del credito ecobonus: ecco le regole

Pubblicato in data 19 aprile 2019 il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che regola le modalità di cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica.

Infine , concludiamo informando che sul credito di imposta a favore del settore cinematografico, la Direzione generale Cinema del Ministero dei Beni culturali ha fornito ulteriori chiarimenti. In particolare, le precisazioni riguardano la ristrutturazione o attivazione delle sale di proiezione e l’esecuzione di opere straniere in Italia. 


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *