La settimana del fisco dal 21 al 25.3.2016

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,   ben ritrovati! Tra le principali notizie fiscali di questa settimana: proroga black list  nuovo modello IVA TR,  bilancio in XBRL… Ma vediamo con ordine:

Con un provvedimento in corso di pubblicazione, l’Agenzia delle Entrate sposta dall’11 aprile (la scadenza ordinaria del 10 aprile quest’anno capita di domenica) al 20 settembre 2016 il termine per l’invio della comunicazione annuale black list , relativa al 2015. La proroga ha lo scopo di permettere agli operatori di adeguare i software necessari per l’invio delle comunicazioni sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata tenuto conto delle modifiche apportate alle black list alla fine dello scorso anno.

Con provvedimento direttoriale del 21 marzo 2016, è stato approvato il nuovo modello Iva TR da utilizzare già dal prossimo mese di aprile per chiedere il rimborso o usare in compensazione il credito Iva maturato nel primo trimestre del 2016 (scadenza del 30 aprile 2016). Il restyling del modello si è reso necessario per recepire l’incremento delle percentuali di compensazione applicate alle cessioni di alcuni prodotti lattiero-caseari e di animali vivi delle specie bovina e suina, come previsto dalla Legge di Stabilità 2016 (articolo 1, comma 908, Legge n. 208/2015) e attuato dal D.M. 26 gennaio 2016. Tali nuove percentuali sono state aggiunte nella lista ad hoc presente nei righi da TA1 a TA13 del modello Iva Tr.

Entro il prossimo 31 marzo le banche e gli altri operatori finanziari dovranno inviare alle Entrate i dati relativi al 2015 sulle movimentazioni, i saldi, le giacenze e altri elementi essenziali di conti correnti, depositi e investimenti dei contribuenti italiani, comprese le cassette di sicurezza e le carte di pagamento. L’invio andrà ad arricchire le banche dati del fisco e sarà utilizzato per le analisi di rischio finalizzate ad individuare i potenziali evasori. Resta, comunque, da sciogliere il nodo del Garante della privacy, che ha chiesto di definire la procedura per l’accesso ai database da parte dell’Inps.

È pronto il nuovo pacchetto di semplificazioni fiscali del Governo per cittadini e imprese. Dopo un incontro con associazioni di categoria e professionisti, il sottosegretario all’Economia, Luigi Casero, tira le fila per presentare nuovo piano. Il piano prevede, tra i vari interventi, anche l’abolizione dello spesometro (ma si dovranno inviare tutti i dati delle fatture) e di una lunga serie di comunicazioni anti-evasione (black list, lettere di intento, assegnazione dei beni ai soci), revisione degli studi di settore e loro abolizione per chi è in contabilità di cassa, revisione della tassazione del Tfr, spese di rappresentanza per ospitalità clienti, liquidazione dell’Iva di gruppo e ritorno del modello F24 cartaceo per pagamenti anche al di sotto dei 1.000 euro per i pensionati.

Il sistema camerale, in collaborazione con il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, ha messo a punto il manuale operativo per il deposito dei bilanci nel formato Xbrl. La guida descrive le modalità di compilazione della modulistica elettronica e di deposito telematico dei Bilanci e degli Elenchi soci nel 2016. Si ricorda che dal 2010 per il deposito dei bilanci per le società di capitali e cooperative va utilizzato il formato Xbrl previsto con il Dpcm 10 dicembre 2008. La pubblicazione del Manuale rappresenta un ulteriore tassello nel processo che ha portato alla sostituzione del Pdf per l’invio dei bilanci societari con il formato Xbrl.

Con Provvedimento delle Entrate del 24 marzo 2016 sono stati definiti termini e modalità con cui i contribuenti che non possiedono un televisore potranno dichiararlo alle Entrate stesse per evitare di vedersi accollare autonomamente il canone RAI nella bolletta elettrica di luglio. Per il 2016, primo anno di applicazione del pagamento del canone in bolletta, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016 se viene presentata tramite raccomandata entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016.

I contribuenti che hanno presentato istanza di accordo preventivo per il patent box dal 1° dicembre 2015 e fino al prossimo 31 marzo 2016 avranno più tempo per inviare la documentazione. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 23 marzo 2016, infatti, le Entrate stabiliscono che il termine entro cui inviare i documenti passa da 120 a 150 giorni dalla presentazione della richiesta. La proroga di 30 giorni ha lo scopo di garantire ai contribuenti il tempo adeguato per la predisposizione della documentazione a supporto dell’istanza. Il documento, inoltre, anticipa che, con un successivo provvedimento, verranno previste modalità di comunicazione per via telematica tra contribuenti e amministrazione, attraverso l’impiego della posta elettronica certificata o tramite un servizio telematico messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, in modo da uniformare le modalità di comunicazione relative al patent box con quelle previste dalla disciplina sugli accordi preventivi per le imprese con attività internazionale.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *