La settimana del fisco dal 2 al 5.12.2019

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn In Evidenza, Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici buongiorno e ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana , iniziando con le novità in tema di chiusura partite IVA.

Chiusura d’ufficio delle partite IVA inattive: le indicazioni delle Entrate

Con un Provvedimento del 3 dicembre 2019 l’Agenzia delle Entrate è tornata sul tema della chiusura delle partite IVA. In generale, l’Agenzia delle entrate procede d’ufficio alla chiusura delle partite IVA dei soggetti che risultano non aver esercitato, nelle tre annualità precedenti, attività di impresa o attività artistiche o professionali. Attenzione va prestata al fatto che a ciascun soggetto individuato come presumibilmente inattivo è inviata la comunicazione preventiva di chiusura d’ufficio della partita IVA. La spedizione avverrà mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento (AR).

Ovviamente, il contribuente che ravvisi elementi non considerati o valutati erroneamente, può rivolgersi ad un ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate e fornire chiarimenti. Stesso discorso vale anche per i soggetti diversi dalle persone fisiche che non ritengano corretta la contestuale estinzione del codice fiscale.

Rimborsi IVA extraUE: linee guida dell’Agenzia delle Entrate

Con il principio di diritto 25 del 2 dicembre 2019 l’Agenzia delle Entrate è tornata sul tema dei rimborsi IVA extracomunitari. In generale per le cessioni di beni di importo superiore a 154,94 euro (IVA inclusa), da trasportare nei bagagli personali dei viaggiatori domiciliati o residenti fuori dall’Unione europea, si applica il rimborso dell’IVA secondo l’art.38-quater del DPR 633/72 (decreto IVA).

Cessazione della partita IVA: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Nella Consulenza Giuridica 20 del 29 novembre 2019 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che nella disciplina dell’IVA, delle imposte sui redditi e dell’IRAP non ci sono disposizioni che vietino ai dipendenti pubblici di mantenere l’attribuzione della partita IVA in riferimento agli adempimenti fiscali relativi ad attività di lavoro autonomo precedentemente svolta.

Marchi, brevetti e trasferimento tecnologico: nuovi bandi per 50 milioni

Con un comunicato stampa il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) ha informato che sono stati pubblicati cinque bandi a favore di imprese, università ed enti di ricerca. I bandi in questione riguardano la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo e le risorse finanziarie disponibili ammontano a circa 50 milioni di euro.

SPID professionisti in vigore dal 2.12.2019

L’identità digitale SPID si diversifica con una nuova tipologia dedicata solo ai professionisti e alle aziende. E’ possibile richiedere ai provider di avere un nuovo profilo con la propria qualifica professionale e/o aziendale e una “password” dedicata.  Con questo SPID sarà più agevole l’utilizzo dei servizi delle pubbliche amministrazioni riservati solo ai professionisti o a operatori aziendali. 

Passando alla recente giurisprudenza segnaliamo due importanti ordinanze della Cassazione.

Nell’ordinanza 30948 del 27.11.2019 è stato precisato che la notifica della cartella di pagamento può avvenire, indifferentemente, sia allegando al messaggio PEC un documento informatico sia mediante una copia per immagini su supporto informatico di documento in originale cartaceo.

Nell’ordinanza 31007 del 27 novembre 2019 la Cassazione ha affermato che il rischio d’impresa è la discriminante tra lavoro autonomo e subordinato e opera anche se la retribuzione è correlata agli utili.

Concludiamo informando che fino al 30 aprile 2020 è disponibile il Servizio Anagrafico Massivo-SM1.02 dell’Agenzia delle Entrate, che consente, per un dato elenco di soggetti, la verifica dell’esistenza del codice fiscale e della corrispondenza con i dati anagrafici presenti in Anagrafe Tributaria, nonché l’acquisizione delle corrette informazioni ove mancanti.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *