La settimana del fisco dal 18 al 22 Marzo 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 63 del 15 marzo scorso è stato pubblicato il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 17.01.2013, con il quale viene stabilita la decorrenza dell’obbligo di comunicazione e pubblicazione dei prezzi di vendita al pubblico dei carburanti per autotrazione. L’obbligo scatterà dal prossimo 14 aprile per i distributori della rete stradale statale che vendono Gpl o metano, dal 90° giorno a partire dal 15 marzo per i distributori della rete statale che vendono benzina o gasolio self service; dal 120° giorno a partire per tutti gli altri distributori della rete stradale statale; dal 180° giorno per tutti i restanti distributori.

Il Pd ha inviato una lettera al Governo Monti, chiedendo all’Esecutivo uscente di differire subito dal 1° luglio 2013 al 1° gennaio 2014 l’entrata in vigore della nuova Tassa su rifiuti e servizi (Tares). La richiesta sottolinea come la scadenza a luglio della prima rata, decisa dal Parlamento uscente, «rischia di avere ricadute negative in termini finanziari e gestionali su Comuni e gestori del servizio di raccolta rifiuti urbani», oltre che l’aumento del carico fiscale su famiglie e imprese. Da qui a fine anno il nuovo Parlamento, secondo i deputati del Pd, dovrà rivedere le regole del prelievo nell’ambito di una revisione complessiva del federalismo municipale.

Per la realizzazione di impianti fotovoltaici si può beneficiare della detrazione dall’Irpef del 50% (ex 36%). La soluzione proposta dall’Anie (Federazione imprese elettroniche ed elettrotecniche) è stata accolta, infatti, il 14 marzo 2013 dall’Agenzia delle Entrate. In particolare, le Entrate hanno ricordato che l’articolo 16 bis del Tuir ricomprende, tra gli interventi agevolabili al 50% (per le spese bonificate sino al 30 giugno 2013) e al 36% (per i bonifici con data successiva) quelli «relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia». Le Entrate hanno chiesto al Ministero dello Sviluppo economico se gli impianti fotovoltaici rientrassero in questa definizione, ricevendone esito positivo, con l’unica condizione che l’impianto sia posto «direttamente al servizio dell’abitazione dell’utente».

Il 20 marzo si è tenuto un incontro tra gli operatori finanziari e l’Agenzia delle Entrate per definire gli ultimi punti sulla “super-anagrafe” dei rapporti finanziari, prima del via libera finale al decreto attuativo, uno degli atti di maggior rilievo attesi dall’Agenzia delle Entrate. Il decreto dovrebbe definire i valori (saldi iniziali e finali, movimentazioni, depositi titoli, gestioni patrimoniali, certificati di deposito e tutto ciò che mostra una accresciuta ricchezza) che andranno ad integrare le liste anagrafiche già presenti da tempo nell’Anagrafe dei conti stessi.

Con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 20 marzo, sono state approvate le nuove Avvertenze delle cartelle di pagamento in materia di imposta ipotecaria, tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, oneri e sanzioni amministrative in materia tributaria emesse dagli Uffici Provinciali-Territorio dell’Agenzia. Si ricorda, infatti, che, a decorrere dal 1° dicembre 2012, l’Agenzia del Territorio è stata incorporata nell’Agenzia delle Entrate (ex art 23-quater, comma 1, del D.L. 6 luglio 2012, n. 95). Conseguentemente, dalla predetta data del 1° dicembre 2012, l’Agenzia delle Entrate esercita le funzioni e i compiti già svolti dall’Agenzia del Territorio, compresi i relativi rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali. Chi intende proporre ricorso avverso i ruoli emessi dagli Uffici Provinciali-Territorio dell’Agenzia delle Entrate, successivamente al 1° dicembre 2012, è tenuto preliminarmente a presentare istanza di reclamo-mediazione (se il ruolo è di entità non superiore a 20mila euro). Il procedimento di reclamo-mediazione non si applica, invece, alle controversie concernenti i ruoli emessi dagli Uffici Provinciali dell’Agenzia del Territorio fino al 30 novembre 2012, anche se la cartella di pagamento è stata notificata dopo il 1° dicembre 2012. Le nuove Avvertenze della cartella specificano come il ricorso debba essere preceduto dall’istituto del reclamo-mediazione e spiega modalità e tempi di presentazione dell’istanza.

Il ministro dell’Ambiente Clini ha firmato un Decreto con cui viene rilanciato nuovamente il Sistri. In base al decreto, la partenza del Sistri è stabilita dal 1° ottobre 2013 per le aziende produttrici di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti e per gli enti e le imprese che gestiscono rifiuti pericolosi. Per tutte le altre imprese, la partenza del Sistri è invece prevista dal 3 marzo 2014. Il pagamento dei contributi di iscrizione al sistema resterà però sospeso per tutto il 2013.

Dal 22 marzo e fino al 7 maggio 2013 gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche possono chiedere all’Agenzia delle Entrate di essere ammessi al beneficio del 5 per mille dell’Irpef con riferimento alle dichiarazioni dei redditi 2012 (UNICO 2013 e 730/2013). Con la circolare n. 6/E del 21 marzo, l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le modalità e le scadenze degli adempimenti necessari con riguardo, appunto, agli enti del volontariato ed alle associazioni sportive dilettantistiche. Le istruzioni per iscriversi negli elenchi del 5 per mille per gli enti della ricerca scientifica e dell’università, gli enti della ricerca sanitaria e gli enti che effettuano attività di tutela, di promozione o di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, sono fornite, invece, dalle rispettive Amministrazioni competenti. Complessivamente, le risorse destinate alla liquidazione della quota del 5 per mille nell’anno 2013 sono quantificate nell’importo di 400 milioni di euro, come previsto dall’articolo 23, comma 2, del D.L. n. 95/2012 (spending review). La stessa norma conferma inoltre, per quest’anno, le categorie di beneficiari e le modalità previste per l’esercizio 2012.

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *