La settimana del fisco dal 16 al 20 settembre 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Come ormai noto agli operatori, il processo di “prima formazione” del Registro dei revisori si concluderà il 23 settembre 2013. La Ragioneria Generale dello Stato ha pubblicato sul proprio sito alcune Faq sull’argomento. Tra i chiarimenti emerge  anche che il periodo triennale per il passaggio nella Sezione “inattivi” decorre dal 23 settembre 2013, data di conclusione della prima formazione. La risposta  deve intendersi riferita alla condizione di inattività dopo la messa a regime del nuovo Registro, quindi dopo il 23 settembre 2013. Con comunicato stampa del 17 settembre, poi,  è stato precisato che tutti i revisori iscritti nel precedente Registro dei revisori contabili sono già transitati di diritto nel nuovo Registro e non devono procedere né ad una nuova iscrizione, né al versamento di alcun contributo. E’richiesto invece  al revisore legale ed alle società di revisione  di aggiornare i propri dati anagrafici, laddove questi siano obsoleti o incompleti, di comunicare i dati relativi agli incarichi di revisione legale in essere e di esprimere l’eventuale opzione per l’elenco dei revisori attivi o la sezione inattivi. Il termine del 23 settembre è finalizzato solo ad assicurare una ordinata organizzazione del Registro dei revisori legali, ma l’accreditamento e la comunicazione delle informazioni sono possibili anche oltre questa data, sia per i vecchi che per i nuovi iscritti e, considerati i problemi tecnici di congestionamento del servizio, se i dati sono trasmessi in ritardo non si applicano le sanzioni previste dall’art. 17, comma 4, del DM 145/2012.

Il D.L. n.104/2013, pubblicato sulla G.U. n. 214 del 12 settembre 2013, ha previsto, dal 2014, l’aumento dell’imposta di registro e delle imposte ipocatastali fisse da 168 a 200 euro. La misura è di vasta portata in quanto interessa non solo i trasferimenti immobiliari, ma anche gli atti societari per operazioni straordinarie. La novità ha effetto, come stabilito dalla norma, ha effetto dal 1° gennaio 2014. Lo stesso decreto ha poi apportate modifiche all’art.15 del Tuir relativo agli oneri detraibili. La detrazione Irpef del 19% è stata, infatti, estesa ora anche alle donazioni effettuate a favore delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e delle università, a partire dall’anno di imposta in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto e, quindi, dal periodo d’imposta 2013 (730/2014 e UNICO 2014).

È stato pubblicato sul sito del dipartimento delle Finanze, il decreto del ministro dell’Economia del 16 settembre 2013, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, che riforma l’imposta sulle transazioni finanziarie, la cosiddetta Tobin tax. Chiusa il 30 agosto la raccolta di osservazioni degli operatori, alcuni suggerimenti sono stati recepiti nel decreto che modifica il precedente  del 21 febbraio 2013. Nel provvedimento sono stati inseriti anche i chiarimenti già forniti attraverso le Faq pubblicate sul sito del ministero  , in modo da dare certezza al contribuente.

Risolta la questione IMU, almeno in parte, si accende il dibattito all’interno del Governo sulla possibilità dell’aumento dell’IVA ordinaria dal 21% al 22% a partire dal 1° ottobre. Il Governo  ha fatto sapere che non si sono le risorse sufficienti per coprire sia il mancato aumento dell’IVA sia la cancellazione della seconda rata dell’IMU di dicembre . Si lavora anche ad una rimodulazione del paniere Iva da far scattare con la Legge di Stabilità 2014 dal prossimo 1° gennaio.

Con una nota diffusa il 18 settembre, il Consiglio nazionale del Notariato ha affermato che la società a responsabilità semplificata (Srls) può essere costituita anche senza che venga modificato, con un nuovo decreto, il modello standard di atto costitutivo individuato dal D.M. n.138/2012 per recepire le novità apportate dal D.L. n. 76/2013. Il modello di cui al D.M. n.138/2012deve intendersi immediatamente modificato nelle clausole incompatibili con il D.L. n. 76/2013, le quali dovranno pertanto essere omesse”. Il D.L. n. 76/2013 ha introdotto le seguenti novità: i soci delle Srls possono essere solo persone fisiche, ma di qualsiasi età (non più under 35); gli amministratori delle Srls possono anche non essere soci (prima gli amministratori dovevano essere anche soci); le clausole dell’atto costitutivo standard sono “inderogabili”.

Con decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 12.06.2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 215 del 13 settembre, sono state definite le misure del diritto per l’ammissione agli esami finalizzati al conseguimento delle patenti nautiche. L’importo del diritto sarà pari a 20 euro per le categorie A e C e a 60 euro per la categoria B. Il decreto entrerà in vigore decorsi 30 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il pagamento del diritto dovrà avvenire con versamento sul conto corrente postale della Tesoreria provinciale di Stato competente per territorio. Nella causale del versamento andrà indicato “Diritti di ammissione agli esami per il conseguimento della patente nautica, articolo 64 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171”.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *