La Settimana del fisco dal 16 al 20 Dicembre 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari Amici  e Colleghi,

salve  a tutti ! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

Prosegue in Parlamento l’iter di approvazione della Legge di Stabilità 2014, che dovrebbe ormai concludersi a breve. Tra gli ultimi emendamenti approvati, ve ne è uno che stabilisce che coloro che hanno pagato il saldo IMU 2013 entro la scadenza del 16 dicembre (ad esempio, su seconde case, negozi e capannoni), ma hanno sbagliato ad effettuare il calcolo, potranno rimediare all’errore entro il 16 giugno 2014 senza incorrere in sanzioni ed interessi.

Un altro emendamento è intervenuto poi sulla mini-Imu dovuta sulle abitazioni principali ubicate in Comuni che hanno deliberato un’aliquota superiore a quella standard dello 0,4% e che dovranno pagare il 40% della differenza: il versamento slitterebbe dal 16 gennaio 2014 al 24 gennaio 2014.

Un ulteriore emendamento prevede l’obbligo di tracciabilità per il pagamento dei canoni di locazione per cui i canoni dovranno essere  “corrisposti obbligatoriamente, quale ne sia l’importo, in forme e modalità che escludendo l’uso del contante ne assicurino la tracciabilità”. Sarebbero esclusi da tale disposizione solo i canoni di locazione relativi ad alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Con il decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 12.12.2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 292 del 13.12.2013, la misura del saggio degli interessi legali di cui all’articolo 1284 del codice civile è stata abbassata dal 2,5% all’1%. Per sanare gli omessi versamenti del 2013 bisognerà pertanto applicare gli interessi del 2,5% fino al 31.12.2013, e dell’1% dal 1° gennaio 2014.

E’ stata pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate la bozza del modello UNICO Società di persone 2014, con le relative istruzioni.  Tra le novità, alcune riguardano il quadro “RS”, che è stato adeguato alle nuove procedure per la semplificazione amministrativa. È stato previsto, infatti, uno spazio per la comunicazione dei dati e delle notizie relative alle minusvalenze sopra i 50 mila euro e quelle sopra i 5 milioni di euro, senza la necessità di invio di documentazione alle direzioni regionali. Dal prossimo anno, inoltre, direttamente in Unico, anche la variazione dei criteri di valutazione dei beni d’impresa iscritti in bilancio. Il nuovo modello recepisce anche la proroga della detrazione al 50% per interventi di recupero del patrimonio edilizio , bonus mobili e lo sconto per le spese su edifici in zone sismiche.

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate le bozze del modello UNICO SC 2014 per la dichiarazione dei redditi 2013 delle società di capitali, oltre anche alla bozza del modello CNM 2014 relativo al Consolidato nazionale e mondiale.  Tra le principali novità vi sono: la correzione degli errori contabili, la proroga della detrazione delle spese sostenute per il risparmio energetico (innalzata dal 55% al 65% per gli interventi sostenuti dal 6 giugno al 31 dicembre 2013), le agevolazioni di cui al D.L. n. 179/2012 per gli investimenti in Start-up ed i dati relativi alle minusvalenze di ammontare complessivo superiore a 5 milioni di euro.

Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate è disponibile, inoltre, la bozza del Modello Unico per gli Enti non commerciali (Enc) 2014. Il modello apre alla correzione degli errori contabili, all’imposta sostitutiva del 20% sui proventi derivanti da attività di noleggio occasionale di imbarcazioni, alle semplificazioni già contenute nella bozza di Unico Sp 2014. La bozza, inoltre, prevede prospetti per le spese legate al risparmio energetico e per gli interventi su edifici destinati ad attività produttive situati nelle zone sismiche.

Con il provvedimento direttoriale del 17 dicembre 2013, l’Agenzia delle Entrate  ha sancito l’eliminazione dal 2014 dell’obbligo di inviare, in forma cartacea con raccomandata a/r alla direzione provinciale delle Entrate competente, la comunicazione di attivazione, variazione e disinstallazione dei misuratori fiscali. Le informazioni contenute in tale comunicazione sono comunicate telematicamente da chi procede alla verificazione periodica all’atto dell’installazione o disinstallazione della macchina. Inoltre, ora la prima verificazione periodica potrà essere effettuata al momento della messa in servizio del misuratore, direttamente dal laboratorio o dal fabbricante abilitati: in passato, invece, la prima verificazione periodica spettava al fabbricante.

Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 20.09.2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 294 del 16 dicembre scorso, viene confermato anche per il 2014 l’importo di 26 euro per il contributo annuale dovuto da parte degli iscritti al Registro dei revisori legali. L’importo è dovuto anche da coloro che sono iscritti nella sezione inattivi del registro dei revisori. Il versamento del contributo, come ogni anno, dovrà essere effettuato entro la scadenza del 31 gennaio.

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 18 dicembre 2013, sono state fissate le modalità di attuazione dell’articolo 4 del D.L. n. 167/1990, come modificato dall’articolo 9, comma 1, lettera c), della Legge 6 agosto 2013, n. 97, la cosiddetta Legge europea 2013. Si tratta del modulo RW della dichiarazione annuale relativo agli obblighi di monitoraggio fiscale, che sono stati ridotti e semplificati a seguito di tale legge.

Un cordiale saluto e i più sinceri auguri di Buone Feste a tutti Voi!

Ernesto Zamberlan

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *