La settimana del fisco dal 16 al 20.1.2017: dichiarativi 2017…

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici buon giorno  Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana caratterizzata dall’approvazione dei modelli dichiarativi 2017. In particolare con diversi Provvedimenti datati 16.01.2017 il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato:

 Dichiarazione IVA 2017: Quest’anno la dichiarazione Iva non può più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi e il termine di presentazione è fissato al 28 febbraio. Tuttavia, è stata mantenuta la possibilità di versare il saldo annuale Iva entro il termine previsto per il versamento del saldo della dichiarazione dei redditi, con una maggiorazione. In merito alle novità:

o    E’ stato istituito il quadro VN per il credito derivante dalle dichiarazioni integrative

o    Nei quadri VE e VF sono stati inseriti i righi per le operazioni soggette alle percentuali di compensazioni di nuova istituzione

o    Nella sezione 3 del quadro VO, sono state introdotte quattro nuove caselle per l’opzione/revoca dei regimi fiscali opzionali.

Certificazione unica 2017: Il modello deve essere consegnato al soggetto che percepisce le somme entro il 31 marzo ma entro il 7 marzo la CU deve essere trasmessa telematicamente da parte dei datori di lavoro e degli enti pensionistici. In merito al nuovo modello entrano:

o    una sezione per i premi di risultato,

o    appositi campi per i redditi di lavoro dipendente prodotti in Italia da lavoratori che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato

o    una sezione per i dati relativi ai rimborsi di beni e servizi non soggetti a tassazione effettuati dal datore di lavoro.

Dichiarazione 770 2017: quest’anno è stato predisposto un solo modello che accoglie le diverse tipologie di redditi sopprimendo i precedenti modelli “ordinario” e ”semplificato”. Di seguito le principali novità:

o    quadro DI per la gestione dell’eventuale maggior credito derivante da dichiarazioni integrative a favore,

o    soppressione dalle prime tre sezioni del quadro ST e dal quadro SV delle caselle riferite alla compensazione interna degli importi relativi alla eccedenza di versamento

o    semplificazione del quadro SX depennando alcuni crediti non più attuali.

730/2017:  Anche in questo caso sono state introdotte diverse novità nel modello:

o    Premi di risultato,

o    Regime speciale per i lavoratori rimpatriati,

o    Agevolazioni previste dalla “legge dopo di noi”,

o    School bonus,

o    Spese arredo immobili giovani coppie,

o    Spese per canoni di leasing per abitazione principale,

o    Iva pagata nel 2016 per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B,

o    Detrazione dispositivi multimediali per il controllo da remoto

Sempre per quanto riguarda i dichiarativi 2017  , per Redditi Enti non commerciali, Società di capitali e Consolidato, invece sono  online le bozze.  Ecco le principali novità contenute nei modelli:

¨        School bonus

¨        “Super ammortamento” e “iper ammortamento”

¨        Costi “black list”

¨        Proroga della rivalutazione del valore dei terreni e delle partecipazioni

¨        Proroga delle agevolazioni per le spese di riqualificazione energetica

¨        Proroga delle detrazioni per le spese per interventi su edifici ricadenti nelle zone sismiche
Acquisti San Marino: il 31 gennaio l’ultima comunicazione
L’articolo 7-quater del DL 193/2016 ha soppresso la comunicazione degli acquisti verso la Repubblica di San Marino privi di IVA. Tale semplificazione riguarda le operazioni a partire dal 1°gennaio 2017 pertanto devono ancora essere comunicati gli acquisti verso San Marino intercorsi nel dicembre 2016. L’ultimo adempimento sarà dunque l’eventuale presentazione del quadro SE del modello polivalente entro il 31 gennaio 2017, con riferimento alle autofatture annotate nel registro acquisti nel mese di dicembre 2016.

Rottamazione cartelle: Equitalia pubblica il nuovo modulo DA2
E’ stato pubblicato sul sito di Equitalia il modello DA2 per la “Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata per i carichi che rientrano nelle proposte di accordo o di piano del consumatore”. Il Decreto fiscale 193/2016 ha previsto la “rottamazione delle cartelle esattoriali “ossia la possibilità per qualsiasi contribuente di definire in via agevolata le somme iscritte a ruolo da parte di pubblici Uffici in ruoli “affidati” agli Agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 1/01/2000 ed il 31/12/2016 (compresi gli avvisi di accertamento esecutivi). Aderendo alla procedura non sono dovutele sanzioni, interessi di mora e somme aggiuntive gravanti su crediti previdenziali.
 Bilanci 2016: più tempo per approvarli
Il Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (CNDCEC) ha chiarito come l’applicazione delle disposizioni del decreto legislativo 139/2015 possano rappresentare una delle cause di differimento dell’approvazione del bilancio d’esercizio 2016. In particolare qualora ricorrano espressa previsione statutaria e particolari esigenze relative alla struttura della società, non è improprio il ricorso all’articolo 2364 del Codice civile in base al quale l’approvazione del bilancio delle SpA (norma estesa alle Srl) può avvenire entro 180 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio, anziché entro 120 giorni.

Unioni civili e coppie di fatto 2017: approvati i decreti attuativi
Il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la Legge 76/2016 sulle Unioni Civili di persone dello stesso sesso e dei conviventi di fatto. Per essere pienamente operativa la Legge necessitava di alcuni decreti attuativi approvati in esame definitivo nel Consiglio dei ministri n. 8 del 14 gennaio 2017:

1.       modifica e riordino delle norme di diritto internazionale privato in materia di unioni civili tra persone dello stesso sesso;

2.       adeguamento delle norme dell’ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni alle previsioni della legge sulla regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, nonché disposizioni di coordinamento;

3.       disposizioni di coordinamento in materia penale.

Fabbricati rurali censiti nel Catasto terreni: pubblicato l’elenco
L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile l’elenco dei fabbricati rurali ancora censiti nel catasto terreni ricordando che i titolari di diritti reali sugli immobili rurali hanno l’obbligo di dichiararli al Catasto fabbricati. Se questo non è stato fatto i proprietari possono ancora presentare la dichiarazione di aggiornamento, usufruendo dell’istituto del ravvedimento operoso.

Comunicazione spese edilizie: cosa deve fare il condominio minimo?
Entro il 28 febbraio 2017 gli amministratori di condominio devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica eseguiti sulle parti comuni nel corso del 2016. In merito al condominio minimo l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che:

·         se il condominio ha nominato un amministratore quest’ultimo è tenuto a comunicare all’Agenzia delle entrate i dati entro il 28 febbraio 2017.

·         Se, invece, i condòmini del cd “condominio minimo” non hanno provveduto a nominare un amministratore, gli stessi non sono tenuti alla trasmissione dei dati.

Prima di concludere segnaliamo anche  lo sciopero dei commercialisti. L’astensione, già anticipata nel corso della manifestazione del 14/12/2016, avrà decorrenza dalle ore 24:00 del giorno 26.02.2017 e terminerà alle ore 24:00 del giorno 06.03.2017 e riguarderà le seguenti attività:
¨        Invio telematico delle dichiarazioni annuali IVA relative all’anno 2016;
¨        Rappresentanza alle Commissioni tributarie.
Infine, passando alla recente giurisprudenza, si segnala l’ordinanza della Cassazione in cui la Suprema Corte ha chiarito che se il giudice non illustra chiaramente i motivi della propria decisione la sentenza va annullata in quanto viziata. (Corte di Cassazione, sezione VI, ordinanza n. 25856 del 15 dicembre 2016.)

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *