La settimana del fisco dal 15 al 19 Luglio 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali dell’ultima settimana.

Anche questa settimana è proseguito l’iter di conversione in legge del Decreto del fare (D.L. n. 69/2013) Tra gli emendamenti approvati questa settimana, uno  prevede l‘inserimento di farmaci antitumorali e per le malattie rare nel Prontuario nazionale del Ssn al massimo entro 100 giorni. Lo scopo è quello di ridurre l’iter autorizzativo da parte dell’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) a 100 giorni, anziché 180 giorni come previsti ora dalla normativa, per quei farmaci che abbiano una eccezionale rilevanza terapeutica e sociale.   E’ stato, poi, approvato un emendamento che riformula l’istituto della mediazione. La mediazione torna “obbligatoria” ma per un periodo sperimentale di quattro anni. Tutte le volte che la mediazione sarà condizione di procedibilità della domanda giudiziale, scatta l’assistenza tecnica obbligatoria da parte di un avvocato. Viene introdotto poi anche per la mediazione il concetto di competenza territoriale. Un altro  ha, infine, previsto la possibilità per i soggetti Iva, dal 2015, di effettuare l’invio quotidiano dei dati Iva e di “risparmiare” in termini di adempimenti come ad esempio  l’esonero dalla presentazione dei modelli Intra dei servizi ricevuti, spesometro comunicazione black list e i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute.

Con Provvedimento direttoriale del 17 luglio, l’Agenzia delle Entrate ha approvato nuove specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore contenuti nei modelli che costituiscono parte integrante di Unico 2013. In particolare, per 8 studi inerenti l’attività degli agenti di commercio (VG61A, VG61B, VG61C, VG61D, VG61E, VG61F, VG61G, VG61H), le specifiche tecniche sono state modificate per adeguare l’errore bloccante del quadro C.  Sono stati anche corretti alcuni refusi presenti nelle istruzioni .

Con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 12 luglio 2013, è stato modificato il modello di comunicazione per accedere al finanziamento per il pagamento dei tributi dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria da parte delle imprese ubicate nelle zone colpite dal sisma di maggio 2012. L’aggiornamento del modello si è reso necessario per adeguarlo alle recenti disposizioni normative, in particolare quelle dell’art. 6, comma 2, del D.L. n. 43/2013, che prevede lo slittamento del termine per presentare la documentazione .

Con un altro provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, pubblicato il 18 luglio 2013, è stato invece definito l’ambito operativo e le modalità di applicazione dell’imposta sulle transazioni finanziarie, la c.d. “Tobin Tax” introdotta dalla Legge di Stabilità 2013 e. Il provvedimento individua, , i soggetti tenuti al versamento dell’imposta, ovvero banche, imprese di investimento e, a determinate condizioni, i soggetti abilitati alla gestione collettiva del risparmio, le società fiduciarie ed i notai. L’imposta dovrà essere versata tramite modello F24, tranne che per i soggetti non residenti, privi di un conto corrente in Italia, che possono versare con bonifico o con una diversa procedura indicata nel provvedimento stesso.

Equitalia, con comunicato stampa del 17 luglio 2013, ha reso noto che è stata estesa a tutto il territorio nazionale  con esclusione  della Sicilia, la possibilità di pagare online cartelle e avvisi utilizzando carte prepagate e carta di credito. Basta collegarsi al sito internet di Equitalia, entrare nella sezione “Paga online”, senza necessità di registrazione, inserire il numero del bollettino (codice Rav di 17 cifre), il relativo importo e il codice fiscale dell’intestatario.

L’Agenzia delle Entrate sta per emanare una Circolare nella quale il Fisco cercherà di definire la soglia per ridurre o azzerare le sanzioni a carico dei contribuenti che commettono piccoli errori in buona fede  cd “errori per modico valore”. senza scopo di evasione. L’obiettivo è evitare inutili e costosi contenziosi e segnare un importante ulteriore passo verso la strada delle semplificazioni .

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *