Trasmissione telematica fatture emesse e ricevute

La settimana del fisco dal 15 al 19 .5.2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Primo Piano, Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, buongiorno!  tra le  principali notizie fiscali della settimana c’è l’approvazione del Jobs act sul lavoro autonomo.

Jobs act lavoratori autonomi: le principali novità
Il Jobs Act del lavoro autonomo è stato approvato definitivamente in Parlamento, ma è ancora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il testo contiene molte novità, di cui le principali sono:

  •     Estensione delle tutele delle transazioni commerciali tra imprese, amministrazioni pubbliche e lavoratori autonomi e previsione di clausole che vengono considerate abusive e senza effetto in quanto dannose per il lavoratore autonomo.
  •      Estensione delle tutele previdenziali e sociali, sia per quanto riguarda l’indennità di maternità che l’indennità in caso di infortunio o malattia.
  •      Eliminazione del limite di deducibilità delle spese relative a prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande sostenute dall’esercente arte o professione per l’esecuzione di un incarico e addebitate analiticamente in capo al committente.
  •      Eliminazione delle spese relative all’esecuzione di un incarico conferito e sostenute direttamente dal committente dai compensi in natura per il professionista.
  •      La promozione da parte delle amministrazioni pubbliche della partecipazione dei lavoratori autonomi agli appalti pubblici per la prestazione di servizi o ai bandi per l’assegnazione di incarichi personali di consulenza o ricerca, favorendo il loro accesso alle informazioni relative alle gare pubbliche e favorendo la loro partecipazione alle procedure di aggiudicazione.

Erogazioni liberali: detrazione possibile anche con attività indiretta
Con la Risoluzione 59/E l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile fruire della detrazione al 19% per le persone fisiche o della deducibilità per i soggetti Ires, delle erogazioni liberali in denaro a favore di un’associazione che svolge attività nel settore dello spettacolo musicale

  •       in modo diretto,
  •       in modo indiretto cioè trasferendo parte delle somme raccolte ad altro ente, che le utilizza esclusivamente per l’attività legata al settore dello spettacolo, a condizione che “le erogazioni non utilizzate per tali finalità dal percipiente entro il termine di due anni dalla data del ricevimento affluiscono, nella loro totalità, all’entrata dello Stato”.

Prestazioni sanitarie in farmacia 2017: esenzione IVA
Sono esenti da Iva esclusivamente le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazione che vengono effettuate da soggetti abilitati all’esercizio della professione. È questo uno dei chiarimenti forniti dalle Entrate con la risoluzione 60/E che individua, inoltre, nello scontrino “parlante”, il corretto metodo di certificazione dei corrispettivi. In particolare, l’esenzione Iva è subordinata al duplice requisito    della natura della prestazione (diagnosi, cura e riabilitazione) e   di colui che la rende (soggetti abilitati all’esercizio della professione).

Riforma del terzo settore 2017 e dell’impresa sociale 2017
Il Consiglio dei ministri di venerdì 12 maggio ha approvato, in esame preliminare i seguenti tre decreti legislativi:

  • COdice del Terzo settore: Il Codice stabilisce le disposizioni generali e comuni applicabili, nel rispetto del principio di specialità, ai diversi enti che compongono il Terzo settore. Viene inoltre semplificata la procedura di acquisto della personalità giuridica e vengono istituiti, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il “Registro unico nazionale del Terzo settore”.
  • Revisione della disciplina in materia di impresa sociale: Vengono specificati i requisiti per essere considerati impresa sociale, e gli adempimenti necessari ai fini della trasparenza come la pubblicazione del bilancio sociale sul sito internet dell’impresa.
  • Disciplina dell’istituto del “cinque per mille” dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef): Il decreto prevede il completamento della riforma strutturale dell’istituto del cinque per mille, le nuove norme allargano la platea dei destinatari del beneficio, estendendola a tutti gli enti del Terzo settore iscritti nel Registro unico nazionale.

 Bonus strumenti musicali 2017: aggiornato l’elenco dei licei
L’Agenzia delle Entrate con un provvedimento ha aggiornato l’elenco dei licei per i quali gli studenti iscritti possono beneficiare del bonus “Stradivari” 2017 che spetta agli studenti iscritti e in regola con il pagamento delle tasse e contributi dovuti nell’anno accademico 2016-2017 o 2017-2018
¨        ai licei musicali,
¨        ai corsi preaccademici,
¨        ai corsi del precedente ordinamento,
¨        ai corsi di diploma di I° e II° livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica.
Il contributo si applica agli acquisti effettuati nel 2017, per un importo non superiore al 65% del prezzo finale e, comunque, in misura non eccedente 2.500 Euro.

Concludiamo con la Circolare pubblicata dal CNDCEC.  Il Consiglio nazionale degli ordini dei dottori commercialisti ha infatti emanato un documento sugli obblighi di assicurazione professionale per danni derivanti al cliente dall’esercizio dell’attività professionale, compresa la custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente, specificando che:

  •   le polizze stipulate dal titolare dello studio devono estendersi anche ai danni provocati da dipendenti, consulenti e praticanti;
  •    se il dipendente dello studio assume incarichi direttamente con la clientela è obbligato a stipulare una propria assicurazione individuale;
  •   nel caso di uno studio associato la polizza assicurativa dello studio può prevedere espressamente la copertura per associati e consulenti;
  •  nel caso di società tra professionisti, la sottoscrizione di polizze individuali non esime dall’obbligo di sottoscrivere l’assicurazione della STP .

 

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *