La settimana del fisco dal 14 al 18 Gennaio 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

 Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali della settimana appena trascorsa.

  Con alcuni provvedimenti pubblicati in questi giorni, sono state approvate le versioni definitive dei modelli CUD 2013, IVA 2013, Comunicazione annuale dati IVA 2013, 730 2013 e 770 Ordinario e Semplificato 2013, con le relative istruzioni. I modelli non presentano sostanziali differenze rispetto alle precedenti versioni in bozza.

Per i contribuenti che dovranno confrontarsi con il 730/2013, vengono confermate le novità già presenti nella bozza, ovvero lo spazio dedicato all’Imu e le numerose e importanti modifiche relative alle detrazioni d’imposta previste per i lavori di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico.

 La dichiarazione IMU da parte degli enti no profit, degli enti non commerciali e della Chiesa non dovrà essere presentata entro il 4 febbraio 2013, come per la generalità dei contribuenti tenuti all’adempimento, ma è prorogata a data da definirsi. A comunicarlo è stata la Risoluzione n. 1/DF/2013 del Dipartimento delle Finanze, che illustra la disciplina dell’IMU per questo settore e chiarisce che il termine di presentazione della dichiarazione per tali enti sarà collegata alla predisposizione di un modello ad hoc, che è stato previsto dal decreto sulle “liberalizzazioni” di gennaio 2012 (art. 91-bis, comma 3, D.L. n. 1/2012) e che, però, non è ancora stato approvato.

 L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del direttore dell’11 gennaio, ha definito le modalità di fruizione del beneficio previsto dall’articolo 3-bis, comma 2, del Dl 95/2012 per le popolazioni delle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto colpite dal terremoto dello scorso maggio. Si tratta di contributo sotto forma di credito d’imposta a favore di coloro che hanno scelto il finanziamento agevolato per far fronte alle spese di ricostruzione o ristrutturazione delle abitazioni o degli immobili a uso produttivo danneggiati dal sisma. Il suo ammontare è pari, per ciascuna scadenza di rimborso del finanziamento, alla singola rata di finanziamento, più interessi e spese di gestione.

Sempre in merito al sisma di maggio, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 dicembre 2012, con cui vengono dettate le istruzioni ai contribuenti colpiti dal sisma per effettuare gli adempimenti tributari, diversi dai versamenti, già sospesi fino al 30 novembre scorso. Entro il 30 aprile prossimo andranno assolti gli obblighi sospesi inizialmente fino al 30 settembre 2012 (dal decreto ministeriale 1 giugno 2012) e, successivamente, fino al 30 novembre (dal Dm 24 agosto 2012). Il nuovo termine riguarda, ad esempio, le dichiarazioni fiscali 2011 non presentate per effetto della sospensione.

Contrariamente a quanto si ipotizzava, è stato alla fine confermato lo slittamento a luglio 2013 della Tares, la nuova imposta sui rifiuti e sui servizi entrata in vigore dal 1° gennaio 2013 ed il cui primo appuntamento era atteso per aprile, come aveva previsto la Legge di Stabilità 2013. Il Senato ha, infatti, approvato l’emendamento presentato dal Pdl al Decreto legge sulle emergenze rifiuti. La proroga dell’entrata in vigore della Tares a luglio 2013 consente al futuro Governo eletto di rivedere il tributo.

 Dal prossimo 1° febbraio, cambiano le regole per l’assicurazione obbligatoria dei notai. Ci saranno, infatti, una polizza assicurativa collettiva a carico del Consiglio Nazionale del Notariato ed una singola stipulata direttamente dal singolo professionista. La prima dovrà avere una copertura di almeno 150.000 euro per ciascun danno causato nell’esercizio dell’attività professionale. La seconda polizza, quella sottoscritta dal singolo professionista, dovrà, invece, coprire i danni oltre la soglia di 150.000 e per almeno 3 milioni di euro. A stabilire tali cifre è stato il Decreto del Ministero della Giustizia del 19.10.2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14 gennaio 2013. Le cifre si intendono per ogni sinistro e per ogni anno assicurativo, con retroattività illimitata e validità per 10 anni ulteriori quando il notaio cessa l’attività.

Venerdì scorso il Ministero dell’Economia, insieme a quello del Lavoro, hanno firmato il Decreto interministeriale che dà il via libera alla nuova social card, che affiancherà la vecchia social card. La vecchia social card lanciata nel 2008 prevedeva 40 euro al mese ed oggi spetta agli ultrasessantacinquenni o alle famiglie con figli di età inferiore ai 3 anni con un reddito Isee fino a 6.000 euro. La nuova carta prevede l’erogazione per i prossimi 12 mesi di una prestazione in denaro per le famiglie in situazione di disagio economico e prevede un importo minimo di 231 euro al mese per nuclei con due persone, per poi salire a 281 euro per quelli con tre persone, a 331 euro per quelli con quattro persone e a 404 euro per i nuclei con almeno cinque soggetti.

 Si ricorda, infine, che alle ore 12:00 del 18 Gennaio  è partito il primo click day per chiedere il rimborso delle maggiori imposte sui redditi (Irpef ed Ires) versate negli anni pregressi per effetto della mancata deduzione della quota Irap relativa al costo del personale. A stabilirlo era stato il provvedimento del 17.12.2012. Il primo appuntamento riguarda i contribuenti della regione Marche. Lunedì prossimo toccherà ai contribuenti del Molise, dell’Abruzzo, della Calabria e della Basilicata per poi proseguire con le altre regioni. Il calendario di invio si chiuderà venerdì 15 marzo con le province di Brescia, Cremona e Mantova.

 Un augurio di buon lavoro dalla Redazione

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *