La settimana del fisco dal 14 al 18 Aprile 2014

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo insieme le principali novità fiscali di questa settimana.

E’ atteso per oggi il Decreto legge con cui il Governo Renzi dovrebbe stabilire le modalità con cui verrà erogato “bonus Irpef” di 80 euro in busta paga ai dipendenti percettori di un reddito annuale non superiore a 24.000 euro. Il decreto dovrebbe definire anche una soluzione per i contribuenti “incapienti”, ovvero quelli che percepiscono un reddito annuo fino a 8.200 con Irpef azzerata (“no tax area”) e che, quindi, non avrebbero alcun risparmio fiscale dal previsto aumento delle detrazioni Irpef. Per tali contribuenti, si ipotizza un credito massimo di 380 euro, inversamente proporzionale al reddito, da spalmare nei mesi da maggio a dicembre (quindi, circa 50 euro in più al mese).

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 16 aprile 2014, è stata stabilita la proroga del termine per l’invio della comunicazione dei beni in godimento ai soci e dei finanziamenti alle imprese. Il termine, inizialmente previsto per il 30 aprile, slitta ora al trentesimo giorno successivo alla scadenza fissata per la presentazione della dichiarazione dei redditi. Pertanto, nel caso di soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare, per i quali il termine per la presentazione di UNICO 2014 è il 30 settembre 2014, l’invio della comunicazione dei beni ai soci dovrà avvenire entro il 30 ottobre 2014.

Con il provvedimento dell’11 aprile, l’Agenzia delle Entrate ha approvato e pubblicato sul proprio sito il modello che permetterà, alle imprese ed ai lavoratori autonomi operanti nell’area colpita dal sisma del maggio 2012 e da questo danneggiati, di richiedere l’attribuzione del credito d’imposta previsto in favore di essi. Si tratta di una forma di risarcimento dei costi sostenuti per ricostruire, sostituire, ripristinare strutture e attrezzature. I costi agevolabili sono quelli sostenuti entro il 30 giugno 2014. La richiesta va presentata, in via telematica attraverso i canali Entratel e Fisconline, dal 14 aprile al 30 giugno 2014 per i costi 2012 e 2013, mentre i costi sostenuti nel 2014 la domanda andrà trasmessa dal 2 febbraio al 30 aprile 2015. Per la trasmissione, va utilizzato l’apposito software “Creditosisma2012”.

Con il provvedimento direttoriale del 10 aprile 2014, l’Agenzia delle Entrate ha individuato il nuovo tasso di cambio in euro delle monete estere per il periodo d’imposta 2013, ai fini del monitoraggio valutario. La conoscenza del tasso di cambio è utile ai fini della compilazione del quadro RW, dove gli investimenti e le attività detenute all’estero devono essere indicate con gli importi in valuta estera, previo calcolo del loro controvalore in euro.

Con un provvedimento notificato lo scorso fine settimana, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha affermato che i limiti all’uso del contante previsti dalla normativa antiriciclaggio non si applicano quando la società fiduciaria paga l’imposta straordinaria dello scudo fiscale per conto del cliente. Con tale interpretazione, il Mef segna una svolta importante nella lettura dell’applicazione combinata della normativa antiriciclaggio di cui al D. Lgs. n. 231/2007 e del terzo scudo fiscale (Legge n. 102/2009).

Con comunicato stampa del 15 aprile, Equitalia informa che è stata rinnovata la convenzione che disciplina le forme di collaborazione tra la Guardia di Finanza ed Equitalia nel contrasto all’evasione, sulla base di quanto stabilito dal Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 18 luglio 2007.

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 98 del 16 aprile 2014, ha dato il via libera all’istituto della mediazione tributaria, che permette di risolvere le liti fiscali di valore non superiore a 20.000 euro senza ricorrere al giudice.E’ stata censurata solo la disposizione che prevedeva l’inammissibilità dei ricorsi depositati prima della conclusione del procedimento, tra l’altro normativamente già superata con la legge di stabilità 2014 che ha stabilito che, per gli atti ricevuti dal contribuente a partire dal 2 marzo scorso, in caso di deposito del ricorso prima dei 90 giorni dall’istanza di mediazione, l’Agenzia delle Entrate può eccepire l’improcedibilità, non più l’inammissibilità.

Un cordiale saluto e un sincero augurio di Buona Pasqua a tutti Voi!

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *