La settimana del fisco dal 12 al 17 settembre 2016

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Senza categoria, Settimana del Fisco

Cari amici e colleghi buongiorno  a tutti , vediamo le principali novità fiscali della scorsa settimana. Iniziando con un importante  Decreto del MEF  pubblicato in Gazzetta il 13 settembre scorso  che aumenta la platea dei soggetti tenuti alla trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche a partire dal 1° gennaio 2016. A decorrere dal 1° gennaio 2016 quindi , si aggiungono ai vecchi obbligati all’adempimento , anche le seguenti categorie:

  • ¨    esercizi commerciali autorizzati alla distribuzione di farmaci da banco
  • ¨    psicologi;
  • ¨    infermieri;
  • ¨    ostetriche/i;
  • ¨    tecnici sanitari di radiologia medica;
  • ¨    ottici;
  • ¨    veterinari, per quel che riguarda le spese veterinarie sostenute dai contribuenti.

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 73 del 13 settembre, ha istituito i codici tributo per il versamento con il modello F24, delle imposte sostitutive per l’assegnazione e la cessione agevolata di beni ai soci. Inoltre venerdi 16 l’Agenzia ha  fornito con la   Circolare n. 37/E chiarimenti  ulteriori rispetto a quelli delle circolare del 1° giugno 2016, su aspetti peculiari evidenziati dagli organi di stampa dalle associazioni di categoria e degli ordini professionali.  In particolare il documento  specifica che l’agevolazione opera in via automatica rispetto al comportamento contabile adottato dal contribuente per quanto riguarda il bene oggetto di assegnazione ai soci  Il documento sottolinea  anche che l’imposta sostitutiva versata dalla società sulla plusvalenza libera le riserve di utili che eventualmente si formano e, pertanto, tali plusvalenze non saranno tassate in sede di distribuzione ai soci. Vi ricordo che  il termine è fissato per il 30 novembre relativamente al  60 per cento dell’imposta sostitutiva  e per la restante parte entro il 16 giugno 2017,  ma non è esclusa una proroga, richiesta da più parti.

Con un Comunicato stampa l’Agenzia ha poi informato i contribuenti che sono state inviate 90.000 lettere contenenti potenziali anomalie sulle dichiarazioni dei redditi 2012, e che nel caso in cui il contribuente decida di sanare la propria posizione è possibile usare il ravvedimento operoso.  A questo proposito  è disponibile un applicativo gratuito per il calcolo di quanto dovuto con il ravvedimento. Lo strumento è raggiungibile online  sul sito dell’Agenzia delle Entrate al seguente percorso: home – servizi online – servizi fiscali – servizi senza registrazione.

Con un altro comunicato, l’Agenzia ha ricordato che relativamente alla Comunicazione cd. Black list, per l’individuazione dei Paesi per i quali è obbligatorio comunicare le operazioni effettuate nel 2015, occorre fare riferimento agli Stati e territori indicati dai Decreti Ministeriali del 4 maggio 1999 e del 21 novembre 2001. I nuovi criteri di individuazione dei Paesi a fiscalità privilegiata previsti invece dal decreto internazionalizzazione e dalla legge di stabilità 2016, non hanno rilevanza ai fini della comunicazione black list in scadenza la prossima settimana.

Passando al commento della recente giurisprudenza segnaliamo due sentenze una è della Cassazione sull’IRAP e la seconda della CTP di Milano sulle agevolazioni prima casa.

In tema di Irap la sentenza della Corte di Cassazione n. 17566 del 2 settembre 2016 ha specificato che l’esercizio di un’attività professionale nell’ambito dell’organizzazione costituita da una società di cui il professionista è socio o dipendente, non realizza il presupposto impositivo dell’imposta regionale sulle attività produttive.

In merito ai benefici prima casa, la CTP di Milano con la sentenza 4512/2016 , ha chiarito che  il lavoro nel Comune in cui è stato acquistato l’immobile con le agevolazioni non è sufficiente se manca il cambio di residenza nel suddetto Comune.

Concludendo si segnala che Equitalia ha pubblicato un documento-guida  sulla propria attività e sui nuovi provvedimenti adottati che hanno come obiettivo quello di costruire un nuovo rapporto con i cittadini”. Il documento dal titolo “Equitalia 2016: un nuovo servizio al paese. Cambiare si può cambiare si deve” è disponibile gratuitamente sul sito internet dell’ente.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *