La settimana del fisco dal 11 al 15 settembre 2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi, buongiorno . Eccoci alla consueta  carrellata delle principali notizie fiscali della settimana con due importanti chiarimenti sullo spesometro.

Proroga Spesometro anche per chi effettua l’invio telematico dei dati delle fatture
Con un comunicato stampa l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la proroga dello spesometro al 28 settembre riguarda anche i contribuenti che hanno esercitato l’opzione per l’invio telematico dei dati delle fatture.

Dati comunicati a Tessera Sanitaria fuori dallo Spesometro
Con un avviso pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato chiarito un dubbio che assillava in questi giorni medici, farmacie e tutti i soggetti obbligati a comunicare i dati al Sistema Tessera Sanitaria. Tali soggetti sono stati esonerati dalla trasmissione dei dati dello spesometro. Confermato invece l’obbligo di tale adempimento per i curatori fallimentari.

Revisori legali: regole per la formazione continua obbligatoria 2017
Il M.E.F. ha dettato le regole cui i revisori legali dovranno attenersi per assolvere all’obbligo di formazione continua previsto per il triennio 2017-2019. L’obbligo di formazione continua può essere assolto:
¨        attraverso la partecipazione a programmi di formazione a distanza erogati dal MEF, anche attraverso organismi convenzionati;

¨        presso società o enti pubblici e privati accreditati (tra cui fiscoetasse.com) dal MEF;

¨        mediante il riconoscimento dell’attività di formazione organizzata dagli albi professionali e fruita dagli iscritti al registro della revisione legale ovvero organizzata all’interno delle società di revisione legale a favore di coloro che sono responsabili o collaborano a incarichi di revisione legale.

Entro il triennio 2017-2019 ogni iscritto al registro dei revisori dovrà aver conseguito 60 CFU. I crediti formativi conseguiti durante un anno solare, da ciascun revisore, saranno accreditati solo a seguito di una verifica a posteriori operata dal MEF.

Codice dell’amministrazione digitale: cosa prevede il nuovo decreto

Nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri 43 di venerdì 8 settembre 2017, sono contenute modifiche e integrazioni al codice dell’amministrazione digitale. In particolare, le linee portanti del nuovo intervento legislativo sono:

a.      proseguire nell’opera di razionalizzazione delle disposizioni contenute nel Codice dell’amministrazione digitale;

b.      rafforzare la natura di “carta di cittadinanza digitale” della prima parte del Codice, concentrando in essa le disposizioni che attribuiscono a cittadini e imprese il diritto a una identità e a un domicilio digitale;

c.      promuovere integrazione e interoperabilità tra i servizi pubblici erogati dalle diverse amministrazioni.

Web tax: Italia, Germania, Francia e Spagna cercano l’accordo
Il ministro Padoan ha sottoscritto una dichiarazione congiunta con gli omologhi colleghi di Germania, Francia e Spagna a sostegno di una iniziativa per la tassazione delle imprese dell’economia digitale. I quattro ministri delle finanze dei paesi più grandi dell’Eurozona intendono presentare l’iniziativa per la tassazione della web economy per sollecitare una imposizione delle imprese che svolgono attività economica in Europa senza corrispondere un livello di tassazione adeguata.

5 per mille 2017: aggiornati gli elenchi definitivi
L’Agenzia delle Entrate il 12 settembre 2017 ha reso noto che sono disponibili in tre distinti elenchi, i dati degli enti del volontariato, delle associazioni sportive dilettantistiche e degli enti della ricerca scientifica che hanno presentato la domanda di iscrizione al 5 per mille. Negli elenchi sono compresi anche coloro che hanno chiesto l’iscrizione oltre il termine di presentazione (cd. tardivi).

In merito alla recente Giurisprudenza, segnaliamo due sentenze.

Nella recente sentenza delle Corte di Cassazione (n. 39500 del 29 agosto 2017) è stato ribadito che il versamento del tributo IVA deve essere anteposto a qualsiasi altra scelta imprenditoriale, anche in caso di crisi economica. La Suprema Corte ha infatti ribadito che il legislatore ha anteposto il versamento del tributo a qualsiasi altra scelta imprenditoriale, compreso il pagamento di stipendi, fornitori e pregressi debiti erariali.

La seconda sentenza, riguarda la notifica degli accertamenti esecutivi. La CTR del Piemonte ha chiarito che la notificazione dell’accertamento “esecutivo” può essere legittimamente eseguita dall’ufficio in via diretta anche a mezzo del servizio postale (sentenza 1138 del 17 luglio 2017).

Concludiamo dicendo che sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate, i dati OMI (Osservatorio del Mercato Immobiliare) con le Statistiche trimestrali relative al periodo aprile-giugno 2017. I dati sono positivi anche se hanno registrato un rallentamento rispetto ai dati del periodo gennaio-marzo.

 

Un augurio di buon lavoro dalla Redazione

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *