La settimana del fisco dal 11 al 15 dicembre 2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Primo Piano, Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana. In evidenza  le Faq sulle Accise.

 Accise alcolici, carburanti, prodotti energetici: le FAQ delle Dogane
Le Dogane il 5 dicembre 2017 hanno pubblicato le nuove F.A.Q. del settore Accise.  Le risposte spaziano dai prodotti alcolici, all’energia elettrica, all’utilizzo gruppo elettrogeno per produzione di energia elettrica, al credito d’imposta sui carburanti utilizzati per lo svolgimento dell’attività di taxi, ai requisiti per ottenere la riduzione dell’aliquota di accisa sul gasolio utilizzato per autotrasporto merci effettuato da un autotrasportatore di altro Paese UE, alle modalità di presentazione della dichiarazione trimestrale per la riduzione dell’aliquota di accisa sul gasolio utilizzato per autotrasporto merci, al Credito d’imposta sui carburanti utilizzati per lo svolgimento dell’attività di taxi.
Pronta la bozza del decreto salva imprese su TARI 2017
Niente TARI su magazzini e aree commerciali. La bozza del decreto «salva imprese» chiarisce quando la tassa sui rifiuti non è dovuta per imprese e attività commerciali medio-grandi.  Quanto alle imprese, invece, la questione nasce dal fatto che secondo quando previsto dalla disciplina della TARI, le stesse dovrebbero pagare la tassa sul servizio di gestione e smaltimento dei rifiuti, solo ed esclusivamente sui rifiuti urbani assimilabili.  Finalmente la questione sembra stia per chiarirsi anche per le imprese; l’ultima bozza del decreto prevede che la Tari non si applichi ai magazzini delle imprese, ma solo con riguardo a mense e locali di servizio, di cui le stesse sono dotate e su locali commerciale; tutte aree che sono di per sé idonei a produrre rifiuti urbani assimilabili.

Country by country reporting: invio dati 2016 entro il 9 febbraio 2018
Nuovo termine per la rendicontazione dei gruppi societari multinazionali: a prevedere lo slittamento il provvedimento 288555 dell’11 dicembre 2017 dell’Agenzia delle Entrate. Viene così fissato al 9 febbraio 2018 il termine per trasmettere le comunicazioni delle informazioni relative all’anno 2016 del country by country reporting. La proroga riguarda i contribuenti per i quali il termine ordinario relativamente al primo anno di rendicontazione sarebbe scaduto al 31 dicembre 2017.

Controllo automatizzato Irap: codici tributo F24 per regolarizzare il debito
Pubblicati i codici tributo che devono essere usati nel modello F24 per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate ex 36-bis. In particolare i codici tributo sono “915D” imposta, “916D” interessi, “917D” sanzioni, e 3883- Codice tributo autoliquidazione.

CNDCEC. Pubblicate le linee guida per il bilancio 2018-2020 per gli enti locali
Il CNDCEC (Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili), in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Certificatori e Revisori degli Enti Locali (Ancrel), ha pubblicato il “Parere dell’organo di revisione sulla proposta di bilancio di previsione 2018 – 2020”, come supporto pratico all’attività di verifica e controllo verso gli enti locali, ed è finalizzato a semplificare l’elaborazione della relazione da parte dell’organo di revisione”.

Credito d’imposta arte e musica: pubblicato il decreto
E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 175/2017 contenente “Disposizioni in materia di spettacolo e deleghe al Governo per il riordino della materia” che disciplina l’art bonus e il tax credit per la musica. Ecco le principali indicazioni sulla materia:

¨       Art bonus: è il credito di imposta al 65% per tutti i soggetti che effettuano erogazioni liberali in denaro a sostegno del patrimonio artistico e culturale. Se il soggetto erogante è una persona fisica, il credito è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile, se invece è un soggetto titolare di reddito d’impresa spetta nel limite del 5 per mille dei ricavi. Con il nuovo decreto, l’ambito oggettivo è ampliato alle erogazioni a sostegno delle istituzioni concertistico-orchestrali, dei teatri nazionali, dei teatri di rilevante interesse culturale, dei festival, delle imprese e dei centri di produzione teatrale e di danza, nonché dei circuiti di distribuzione.

¨       Tax credit musica: è il credito di imposta al 30% dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche o videografiche musicali” a favore delle imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali e delle imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo. La novità è rappresentata dal riconoscimento del credito anche per le opere terze.

Tassazione separata redditi di lavoro dipendente nella risoluzione dell’Agenzia

Con la risoluzione 151/E del 13 dicembre, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la corretta modalità di tassazione degli emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente, con specifico riferimento alle ipotesi in cui la corresponsione degli emolumenti in un periodo d’imposta successivo a quello di maturazione sia da ritenersi “fisiologica” rispetto ai tempi tecnici occorrenti per la loro erogazione. Nel rispondere l’Agenzia ha ricordato che l’articolo 17, comma 1, lett. b), TUIR prevede che l’imposta sugli “emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente” si applichi separatamente dagli altri redditi posseduti nello stesso periodo di imposta. Per “emolumenti arretrati” si intendono tutte quelle somme che, per effetto di leggi, contratti, sentenze, promozioni, cambiamenti di qualifica o di altro titolo similare, sono corrisposte per anni precedenti a quello in cui vengono percepiti.

 

Tratto da LA CIRCOLARE SETTIMANALE PER LO STUDIO N. 46 DEL 15.12.2017



Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *