La dichiarazione degli investimenti all’estero: l’esperienza americana e italiana a confronto

di Marco Q. Rossi CommentaIn Fiscalità Estera

Sia in Italia che negli Stati Uniti esistono specifiche normative che prevedono la dichiarazione, da parte dei soggetti residenti, di conti bancari ed investimenti detenuti all’estero. La normativa statunitense si applica ai cittadini americani ovunque residenti, e a cittadini americani e stranieri residenti negli USA. Ai fini della determinazione della residenza si fa riferimento alla normativa fiscale interna americana e il fatto che ci si dichiari non residenti in base alle disposizioni di un trattato contro le doppie imposizioni non esonera dall’obbligo. La normativa italiana si applica ai soggetti residenti, dovendosi fare riferimento a questi fini alla definizione di residenza del T.U.I.R. In entrambi i casi sono previste pesanti sanzioni in caso di violazione di tali obblighi.

L’articolo del dott. Marco Rossi pubblicato sulla Rivista Fiscalità Estera edita da Fisco e Tasse, sul n. 4/2012  passare in rassegna gli aspetti principali delle rispettive normative da cui trarre spunto per porre in essere le necessarie attività in ottemperanza a quanto richiesto dalla legge.

1. premessa

Esistono numerose similitudini tra l’esperienza americana e italiana in materia di dichiarazioni d’investimenti e attività finanziarie detenute all’estero.

In entrambi i casi, le disposizioni normative in materia, sebbene fossero in vigore da diverso tempo, sono rimaste sostanzialmente e largamente inapplicate fino a pochi anni fa. Ugualmente, in entrambi i casi, l’aumento delle attività di controllo e applicazione della normativa da parte delle amministrazioni finanziarie, e, per converso, l’interesse dei contribuenti a tenere in massimo conto e adempiere attentamente gli obblighi in materia, si lega a iniziative e programmi di tipo premiale diretti a favorire l’emersione di attività non dichiarate e la messa in regola della posizione di contribuenti inadempienti, a fronte di più rigorose sanzioni in caso di continui inadempimenti futuri.

L’articolo completo puo’ essere letto acquistando la Rivista Fiscalità Estera n. 4/2012  di cui si riporta il Sommario Completo:

Aspetti ed elementi contrattuali

Il contratto di concessione di vendita nell’ambito internazionale – di Enrico Calore

Aspetti Fiscali

Fisco irlandese di Guido Ascheri

Imputabilità della residenza fiscale italiana al cittadino residente nel Regno unito e soggetto al regime “resident but not domicilied” di Giovanni Elia

Dichiarazione di investimenti all’estero esperienza americana e italiana a confronto di Marco Q. Rossi

La tassazione delle società in corea del sud  di Lorenzo Riccardi

Samara e le sue potenzialità di Ana Maria Pérez Magdalena

Varie

Tax residency – Residenza fiscale di Francesca Romana Bottari

L’e-Commerce come canale di vendita all’estero: stato dell’arte e opportunità di Stefano Grigoletti

L’incubatore aziendale di Fulvio Degrassi

UE: libertà di spostamento dei lavoratori residenti in UE e trattamento contributivo e previdenziale: distacco di Fulvio Degrassi

Quesiti

Domande & Risposte

La Rivista è disponibile anche in Abbonamento


Autore dell'articolo
identicon

Marco Q. Rossi

Marco Q. Rossi & Associati è uno studio legale internazionale con sede principale a New York e uffici a Beverly Hills, Miami, Milano e Genova. Lo studio fornisce consulenza legale specializzata in materia di pianificazione fiscale e diritto commerciale e societario internazionale per clienti italiani e esteri negli Stati Uniti e clienti esteri e americani in Italia. In particolare, lo studio assiste imprese italiane che entrano o investono nel mercato americano mediante il set completo di servizi legali societari e fiscali necessari sia nella fase di costituzione che nella fase di gestione a regime, compresa consulenza a 360 gradi e chiavi in mano su operazioni di acquisizioni, fusioni e joint venture. Per quanto riguarda i servizi di consulenza legale di diritto italiano, lo studio assiste clienti italiani sulle implicazioni fiscali in Italia dei loro investimenti all’estero, e clienti esteri sul trattamento fiscale italiano dei loro investimenti in Italia. Per quanto riguarda i servizi di consulenza legale di diritto americano, lo studio assiste clienti esteri e italiani sulla gestione legale e sul trattamento fiscale USA dei loro investimenti negli Stati Uniti, e clienti americani sul trattamento fiscale USA dei loro investimenti esteri.. Marco Rossi è il titolare dello studio specializzato in fiscalità internazionale e raggiungibile ai seguenti recapiti: T. +1-212-918-4875, F. +1-212-918-4801, email: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *