Irap 2016: ecco il rebus per il calcolo

di Sergio Massa CommentaIn Contabilità e Bilancio, Dichiarazioni

I CALCOLI DELL’IRAP: E’ PIU’ FACILE RISOLVERE LE PAROLE INCROCIATE DELLA SETTIMANA ENIGMISTICA

Parliamo dei calcoli da fare per le deduzioni Irap di Unico 2016. Vi siete accorti che e’ molto piu’ semplice risolvere gli Incroci Obbligati della Settimana Enigmistica?

Come fare, visto che i Consulenti del Lavoro hanno tabulati non sempre di immediata comprensione e differenti tra loro?

E come fare quest’anno, dove per la prima volta accanto alle vecchie deduzioni Irap dobbiamo indicare la nuova deduzione residuale per il lavoro a tempo indeterminato?

Premettiamo che la legge dice che dobbiamo detassare Irap tutto il nostro costo del lavoro a tempo indeterminato. Quindi quello che abbiamo in bilancio, non quello che ci da’ il  Consulente, che puo’ essere diverso.

Una prima soluzione semplicistica consiste nel prendere per buoni i dati del tabulato del Consulente del lavoro: eventuali differenze rispetto al dato di bilancio scontano solo il 3,9% di tassazione Irap, quindi il rischio e’ mediamente basso.

Nelle aziende con molti dipendenti il rischio puo’ assumere dimensioni piu’ rilevanti.

I dati del tabulato del Consulente del Lavoro 

Essi andrebbero verificati e quadrati, almeno nel totale, col costo indicato in bilancio al B9.

Ma perche’ possono portare differenze?

Secondo noi molteplici possono essere le cause. Intanto normalmente il dato del costo totale dei dipendenti nel tabulato del Consulente non comprende le retribuzioni differite (ferie maturate, permessi, contributi, Tfr, ecc.) che sono da aggiungere (mentre le retribuzioni differite 2014 gia’ sottratte dal Costo del lavoro non sono da considerarsi).

Inoltre puo’ comprendere i rimborsi di spese del dipendente indicati nella busta paga, che non fanno parte del Costo del lavoro.

Talvolta poi nel tabulato non appaiono distintamente i dipendenti a tempo determinato ed inoltre, per gli interinali, va verificato se essi sono stati assunti dall’agenzia interinale a tempo determinato oppure no. In quest’ultimo caso essi costituiscono un ulteriore costo deducibile residualmente ai fini Irap.

I dati del costo del lavoro in bilancio

Qui correttamente trovano posto le retribuzioni erogate di competenza 2015, i contributi, il TFR e quelle differite, nonche’ il costo del lavoro interinale. Pero’ puo’ comprendere anche il costo del lavoro a tempo determinato.

Come fare per calcolare le esatte deduzioni Irap?

Proviamo a fare due casistiche, partendo dalla piu’ semplice.

1) Caso in cui si hanno solo dipendenti a tempo indeterminato

Supponiamo, per un primo approccio, di avere solo dipendenti a tempo indeterminato.

Il tabulato del Consulente del lavoro, tuttavia, puo’ non dare l’esatto costo del lavoro se non tiene conto delle retribuzioni differite o altre voci.

Pertanto dovremo:

–  sommare le deduzioni (quelle vecchie, cioe’ quelle vigenti anche nel 2014) che appaiono nel prospetto del Consulente;

– poi per differenza col Costo del lavoro che abbiamo in bilancio, cioe’ “a tappo”, il resto lo mettiamo come deduzione residuale da inserire nel rigo IS7, importo che puo’ essere diverso da quello che ci da’ il Consulente in quanto, come prima detto, in questo talvolta non vengono considerati gli oneri differiti o altre voci.

2) Caso in cui abbiamo anche dipendenti a tempo determinato

Ora complichiamo il rompicapo e ipotizziamo di avere anche dei dipendenti a tempo determinato.

Per accelerare i calcoli riteniamo di agire in questo modo: intanto estrapoliamo dal Costo del lavoro che abbiamo  in bilancio tutti i costi dei dipendenti a tempo determinato. Da dove li prendiamo? E’ un problema. Dovremo prendere il costo che ci da’ per ognuno il Consulente nel suo tabulato, aggiungerci gli oneri differiti, il Tfr, i contributi, ecc. Otteniamo cosi’ un netto che costituisce il nostro Costo del lavoro a tempo indeterminato, poi procediamo come al n. 1).

Non abbiamo trovato un sistema piu’ rapido per comporre questo … puzzle.

Chi ha soluzioni migliori ce le comunichi.

Buon lavoro, con l’augurio che chi redige queste leggi prima o poi sia condannato ad eseguire questi calcoli, con draconiane sanzioni nel caso di errori!

Leggi anche Irap 2016: tutto deducibile il costo lavoro indeterminato

Ti potrebbero interessare:

Per la dichiarazione Irap in Unico 2016 dalla A alla Z (dalla predisposizione, supporto calcolo, invio telematico) abbiamo un software dichiarativi offerto in diverse configurazione per singole imprese/professionisti o per commercialisti. Scopri tutte le nostre offerte accedendo alla sezione:
Autore dell'articolo
identicon

Sergio Massa

Dott. Sergio Massa, iscritto all'Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa', imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *