Investimenti fiduciari svizzeri. Implicazioni fiscali e aspetti problematici

di Giovanni Elia CommentaIn Fiscalità Estera, Fiscalità Estera

Gli investimenti fiduciari svizzeri rappresentano uno dei principali strumenti di investimento a breve termine utilizzato dagli intermediari svizzeri per la gestione dei depositi in valuta dei propri correntisti ed oltre al regime fiscale di favore (non scontano l’imposta preventiva), garantiscono dei rendimenti piuttosto allettanti in funzione dei mercati di riferimento e delle valute prescelte.

I nodi al momento della dichiarazione e della tassazione per gli investitori italiani sono molteplici e ruotano principalmente attorno alla mancanza di una previsione normativa in grado, anche in via interpretativa, di disciplinare compiutamente la fattispecie.

Cenni sull’investimento fiduciario

La direttiva n. 3/2011 adottata dal C.d.A. dell’Associazione Svizzera dei banchieri definisce alcune norme comportamentali – regole di condotta professionale – sul tema degli investimenti fiduciari. La direttiva in esame fornisce anche una approssimativa definizione di investimento fiduciario, operazione non classificata dalle norme di diritto nel suo insieme, ma passibile di assimilazione analogica in via interpretativa.

Nel corso della trattazione sarà esaminato un caso pratico e saranno affrontati i principali aspetti di carattere fiscale.

L’articolo completo puo’ essere letto acquistando la Rivista Fiscalità Estera n. 8/2012 di cui si riporta il Sommario Completo:

Aspetti ed elemanti contrattuali
Il contratto di agenzia in Europa di Cristina Rigato
Aspetti Fiscali
Fiscalità in Polonia di Cristina Rigato
Il transfer pricing di Fulvio Degrassi
Investimenti fiduciari svizzeri. Implicazioni fiscali e aspetti problematici di Giovanni Elia
Doganale Dazi e Dogane in Cina di Lorenzo Riccardi
Varie
Esportazione di danaro, monitoraggio fiscale, disciplina penale di Daniele Bertaggia
Business plan: requisiti e strutturazione di Francesca Romana Bottari
Strategie di social media marketing: casi di studio italiani di Stefano Grigoletti
Investire in Russia: 83 motivi. Mari-El di Ana Maria Pérez Magdalena
Quesiti

La Rivista è disponibile anche in Abbonamento

 

Autore dell'articolo
identicon

Giovanni Elia

Giovanni Elia, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2009, e nel corso dell'anno 2010 ha frequentato il master di Diritto Tributario dell'Unione Europea A. Berliri. Terminato il tirocinio professionale per l'abilitazione alla professione forense, prosegue gli studi per il conseguimento della Laurea in economia Aziendale e presta collaborazione in studi Studi professionali specializzati in Intermediazione Finanziaria, Fiduciarie e Trust Companies. [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *