Indonesia: maggiore chiarezza nella nuova normativa sui prezzi di trasferimento (transfer pricing)

di Lorenzo Riccardi CommentaIn Fiscalità Estera

Nel tentativo di uniformare la normativa sul transfer pricing e di fornire agli investitori chiare indicazioni in materia, l’ITO (Indonesian Tax Office) ha promulgato il nuovo testo normativo, documento già in vigore, che aiuterà le imprese ed enti a recepire in tempi brevi le nuove disposizioni in ambito di prezzi di trasferimento (transfer pricing).
Il nuovo testo normativo ribadisce in via generale le linee guida che avevano precedentemente caratterizzato l’azione legislativa dell’amministrazione finanziaria.
Tra le novità troviamo una ridefinizione del processo di auditing, in cui l’impresa è chiamata ad uniformarsi al nuovo testo, fornendo informazioni dettagliate e, su richiesta delle autorità, documentazioni aggiuntive.
E’ previsto inoltre un iter di adeguamento più rigido teso ad una migliore e più profonda assimilazione della materia in questione. Tra le altre disposizioni, è poi prevista una sezione dedicata al trattamento delle relazioni intra-gruppo ed al trattamento della catena del valore aggiunto.
L’Indonesia segue così, a pochi mesi di distanza, l’esempio già intrapreso dalla Malesia nel porsi all’avanguardia su un tema di grande rilevanza come il transfer pricing.
Rimangono però alcuni punti che meriterebbero maggiore attenzione.
Innanzitutto appare chiaro come la normativa appena introdotta riservi poca attenzione a nuovi modelli di business come ad esempio le realtà afferenti al digital.
Inoltre non è definito come debba essere predisposto il report inerente la suddivisione delle attività intra-gruppo.
Autore dell'articolo
identicon

Lorenzo Riccardi

Dottore commercialista specializzato in fiscalità internazionale. E’ Professore Associato presso Xian Jiao Tong-Liverpool University dove insegna taxation e advanced taxation ed è autore di articoli e saggi su tematiche di vario genere relative agli investimenti stranieri in Asia Orientale. Vive e lavora a Shanghai, dove si occupa di diritto commerciale e tributario, seguendo gli investimenti stranieri in Cina e Sud Est Asiatico. Ricopre il ruolo di sindaco e consigliere per diversi gruppi societari ed è socio dello Studio di consulenza RSA, specializzato in Asia e paesi emergenti. Ha pubblicato “Guida alla fiscalità di Cina, India e Vietnam” edito da IlSole24Ore ed è membro dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano, del Registro dei Revisori dei Conti in Italia, dell’accountants association del Vietnam e dell’Hong Hong Institute of CPAs in Hong Kong. Tiene seminari e convegni su economia e diritto tributario in Oriente ed è responsabile della sezione “Asia” della banca dati online “Fisco e Tasse” (Maggioli Editore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *