Il Durc non è autocertificabile: la conferma di Inps e Inail

Il Modello OT24-2019: l’oscillazione per prevenzione

di Daniele Silvestro CommentaIn Adempimenti, Lavoro, Primo Piano

Il Decreto Ministeriale 12/12/2000 prevede un sistema di oscillazione del tasso Inail che determina  la riduzione o l’aumento del premio dovuto dall’azienda. Esistono due tipologie di oscillazioni:

–                    nel primo biennio di attività è riconosciuta una riduzione del tasso medio di tariffa in misura fissa del 15%, a condizione che l’azienda rispetti la normativa sulla sicurezza ed igiene sul lavoro, al contrario è applicato un aumento del 15% nel caso di violazioni;

–                    dopo il primo biennio le aziende possono usufruire di due oscillazioni: una legata all’andamento infortunistico in azienda, l’altra nel caso di interventi migliorativi della sicurezza sul posto di lavoro ( cosiddetta oscillazione per prevenzione).

•                     L’oscillazione per prevenzione: il Modello OT24-2019

L’oscillazione per prevenzione ( art. 24 D.M. 12.12.2000) permette una riduzione del tasso medio di tariffa qualora l’azienda abbia effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene sui luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa vigente.

È il datore a dover richiedere, direttamente o tramite intermediario abilitato, l’applicazione della riduzione utilizzando il Modello OT24. L’istanza dovrà essere presentata telematicamente, corredata da apposita documentazione, attraverso una specifica procedura prevista sul portale Inail.

Per gli interventi che sono stati effettuati nel corso del 2018 l’istanza dovrà essere presentata entro il 28 febbraio 2019; la riduzione ha effetto per l’anno in cui è stata presentata l’istanza ed è applicata in sede di regolazione del premio dovuto per lo stesso anno.

•                     Requisiti

L’accoglimento della richiesta da parte dell’Inail è subordinata alla presenza di alcuni requisiti, tra cui:

–                    PAT attiva e almeno un biennio di attività,

–                    regolarità contributiva in tutto il periodo certificata dal Durc,

–                    osservanza della disciplina in materia di sicurezza ed igiene ( D.lgs. 81/2008),

–                    interventi che apportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro.

•                     Misura della riduzione

La riduzione del tasso medio di tariffa è fissa, ma la percentuale tiene conto del numero di lavoratori nel periodo, favorendo le piccole imprese:

Lavoratori   Riduzione
Fino a 10        28 %
Da 11 a 50       8 %
Da 51 a 200   10 %
Oltre 200        5 %

•                     Composizione del Modello OT24 e i punteggi

Il Modello OT24 si compone di tre macro aree:

1.                  Scheda Informativa Generale, dove inserire i dati dell’azienda;

2.                  Sezioni, in cui si individuano gli interventi effettuati, tra quelli già predefiniti dall’Inail;

3.                  Allegati e Riepilogo, si inseriscono gli allegati richiesti.

In merito alla seconda parte del Modello, è l’Inail che predefinisce quali interventi possono essere considerati validi ai fini della prevenzione e che danno diritto alla  riduzione. Gli interventi sono  suddivisi in apposite sezioni:

–                    TG: Trasversale Generale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi e produce effetti su tutte le PAT della ditta);

–                    T: Trasversale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi ma solo su alcune PAT della ditta);

–                    SG: Settoriale Generale (può essere realizzato solo in alcuni settori e produce effetti su tutte le PAT);

–                    S: Settoriale (il punteggio varia in funzione dei settori e può essere attuato solo su alcune PAT).

Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. Per ottenere la riduzione è necessario aver ottenuto un punteggio minimo di 100. Se l’azienda ha effettuato interventi specifici su singole PAT, occorre ottenere il punteggio di 100 per ogni PAT.

•                     La Documentazione Probante

Al fine di poter dimostrare l’intervento effettuato, l’Istituto obbliga l’azienda a presentare, insieme al Modello OT24, anche la documentazione probante, la cui mancanza comporta l’inammissibilità dell’istanza. Essa dovrà essere coerente con gli interventi effettuati, oltre che completa di tutti i documenti richiesti dall’Inail. È facoltà dell’Istituto richiedere ulteriore documentazione tramite PEC, a cui l’azienda dovrà rispondere entro 10 giorni dalla ricezione.

Una volta terminata la procedura, l’Inail inizia l’istruttoria che culminerà con un provvedimento di accoglimento o di rigetto notificato al datore tramite PEC entro 120 giorni dalla presentazione.

•                     Questionario di autovalutazione OT24

Visto la soglia di punteggio da dover raggiungere per poter accedere alla riduzione, è opportuno analizzare nei tempi dovuti gli interventi da effettuare per migliorare le condizioni di sicurezza sul luogo di lavoro, per poi presentare, entro il 28 febbraio dell’anno successivo, il Modello OT24.

A tal fine è consigliabile anche eseguire il questionario di autovalutazione OT24, presente sul portale Inail, per verificare la regolarità dell’azienda con gli obblighi imposti dal D. Lgs 81/2008.

SCARICA QUI I MODELLI E LA GUIDA ALLA COMPILAZIONE

 


Autore dell'articolo
identicon

Daniele Silvestro

Consulente del Lavoro iscritto all'Ordine Provinciale di Catania al numero 760 . Laureato in Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione, durante gli studi studi universitari mi sono appassionato al Diritto del Lavoro, elaborando una tesi sull'evoluzione della contrattazione collettiva, analizzando nello specifico il caso Fiat e i contratti degli stabilimenti di Pomigliano e Mirafiori. Una passione che mi ha spinto a continuare e a specializzarmi in consulenza del lavoro. Ottenuta l’abilitazione, da Gennaio 2018 esercito la professione di Consulente del Lavoro, occupandomi di amministrazione del personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *