Fondo Nazionale Innovazione e Cassa depositi e Prestiti per valorizzazione l’impresa innovativa

di Arleo dott. Giuseppe CommentaIn Testata

La Cassa Depositi e Prestiti con l’obiettivo di valorizzare l’innovazione tecnologica avrà la cabina di regia del neo costituito Fondo Nazionale Innovazione (FNI), individuato come soggetto unico a cui verrà demandata la crescita e lo sviluppo del settore innovazione. Obiettivo del Fondo non è quello di sostituire lo sviluppo di un mercato privato dei capitali per l’innovazione bensì quello di rappresentare un volano di crescita dell’intero settore, anche con il raccordo tra ricerca e mercato, oltre che il supporto finanziario, e con l’intento finale di rendere l’Italia una Smart Nation con una costante attenzione e supporto alle imprese in tema di innovazione.

La dotazione finanziaria è pari ad 1 miliardo di euro e sarà centrale l’attenzione dedicata alle imprese innovative facendo in tal modo crescere e generare nuove opportunità di lavoro sul territorio nazionale contrastando, in tal modo, la costante emigrazione e dispersione di talenti, proprietà intellettuale e asset strategici verso Paesi e mercati esteri.

Il Fondo Nazionale è un soggetto multifondo (SGR) che opererà attraverso il Venture Capital oppurecon investimenti diretti e indiretti in minoranze qualificate nel capitale di start up e scale up e PMI innovative, a riprova dell’attenzione anche verso coloro che sono in fase di crescita e non solo verso coloro che vogliono avviare un percorso imprenditoriale. I settori strategici dove si concentrerà il fondo saranno quelli individuati come strategici per la nostra economia, Intelligenza artificiale, Social Innovation, Blockchain, Spazio, Nuovi Materiali, Healthcare, EcoIndustries, Agri/Tech/Foodtech, Mobilità, Fintech, Design/Made in Italy.

Alla base, inoltre, della creazione del Fondo Nazionale Innovazione vi sono idee e principi anche sociali, oltre che finanziari ed economici:

  • Inclusione andando ad esprimere vicinanza da parte dello Stato a coloro che vogliano avviare un percorso imprenditoriale ed hanno talento e competenze
  • Crescita intesa come attrazione di capitali privati ed internazionali su tutto il territorio del nostro Paese
  • Presidio strategico delle tecnologie e dei processi innovativi garantendo quindi un supporto importante alle imprese
  • Ecosistema nel senso di aiutare anche i passaggi generazionali, individuando nuovi “first time team”
  • Leadership internazionale andando quindi a creare un rapporto di collaborazione e non subalterno con gli investitori internazionali quali ad es. BEI e FEI
  • Impatto atteso inteso in senso macroeconomico andando a far leva sulla innovazione per rimettere in crescita l’economia con l’obiettivo di essere una “smart nation” con uno sviluppo giusto e sostenibile.

L’obiettivo sicuramente è di notevole impatto economico, lo strumento del FNI attraverso i due modi di operare, Venture Capital con gli elementi caratterizzanti della selettività, rapidità e flessibilità, e investimenti diretti e indiretti, può davvero avere un notevole impatto strategico al fine di incentivare potenziali imprenditori e le imprese allo sviluppo dell’innovazione.



Autore dell'articolo
identicon

Arleo dott. Giuseppe

Dottore Commercialista iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Salerno dal 2005. Presidente Commissione Studi finanziamenti alle imprese dell'Ordine. Collabora con l'Università degli Studi di Salerno e con testate giornalistiche locali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *