Fiscalità in Austria per le persone fisiche e le società

di Rigato Cristina CommentaIn Fiscalità Estera, Fiscalità Estera

L’articolo illustra la disciplina fiscale in Austria sia per le persone fisiche che per le società in tema di imposte dirette e imposte indirette, cercando di dare una prima indicazione sulla tassazione in generale e sulla determinazione del reddito.

Analisi delle diverse tipologie di imposte

Persone fisiche
Il concetto di residenza fiscale in Austria è equiparabile a quello adottato in Italia, ossia si basa sul domicilio e non sulla cittadinanza. I “non residenti” sono invece tassati in Austria solo a fronte del conseguimento di talune categorie di reddito di fonte austriaca. L’imposta sulle persone fisiche è progressiva ed è determinata quale somma delle diverse tipologie di reddito (da lavoro dipendente, da lavoro autonomo…).

Sono previste detrazione e deduzioni fiscali. Le prime si riferiscono solitamente a figli e coniuge a carico e ad oneri per assicurazioni sulla vita, mentre le deduzioni fiscali, prevalentemente in misura fissa, riguardano per esempio i costi sostenuti dai pendolari per il trasporto, o per alcune categorie di persone quali artisti, giornalisti o agenti sono previste delle deduzioni forfetarie in misura percentuale.

Le persone fiscalmente residenti in Austria sono assoggettate a imposizione per tutti i redditi prodotti su base mondiale; i soggetti non residenti sono invece tenuti a versare l’imposta per i soli redditi conseguiti in Austria. Ai fini dell’applicazione dell’imposta sui redditi (Einkommensteuer) una persona fisica viene considerata fiscalmente residente in Austria quando ha il suo domicilio ovvero soggiorna abitualmente all’interno del territorio dello Stato. Secondo le disposizioni austriache il domicilio è il luogo in cui una persona occupa un immobile, le cui condizioni, unitamente ad altre circostanze, fanno oggettivamente presumere che si tratta dell’abitazione principale del soggetto.

L’articolo completo puo’ essere letto acquistando la Rivista Fiscalità Estera n. 7/2012 di cui si riporta il Sommario Completo:

Aspetti Fiscali
Thailandia – quadro fiscale del Paese di Lorenzo Riccardi
Fiscalità in Austria di Cristina Rigato
Il Ravvedimento del modello RW di Giovanni Elia
La territorialità Iva nei noleggi e le novità per il 2013 di Francesco Zuech
Doganale
Depositi portuali di di Fulvio Degrassi
Varie
Investire in Russia: 83 motivi Magadan di Ana Maria Pérez Magdalena
Ue: raccolta di siti internet di interesse istituzionali di di Cristina Rigato
Indagine sui fattori che incidono sulle opportunità di investimento nel mercato cinese di Stefano Grigoletti
Quesiti
Domande & Risposte
La Rivista è disponibile anche in Abbonamento

Autore dell'articolo
identicon

Rigato Cristina

nasce a Padova, dove attualmente svolge la professione di dottore commercialista presso lo Studio di cui è fondatrice. Svolge attività di consulenza in ambito aziendale, societario, fiscale, contabile e di internazionalizzazione dell’impresa ed è autrice versatile con all’attivo oltre 20 volumi e più di 200 articoli per riviste specializzate nel settore tributario e contabile. È relatrice a numerosi convegni in tutta Italia in diverse tematiche dell’area fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *