Expo 2015: le agevolazioni fiscali per le imprese

di Paolo Battaglia CommentaIn Fiscalità Estera, Fiscalità Estera

L’Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale organizzata dall’Italia, Paese ospitante, dal 1° maggio 2015 al 31 ottobre 2015. Le Esposizioni Universali avvengono ogni 5 anni, hanno una durata di 6 mesi ed ognuna di esse è dedicata a un tema di interesse universale.

Quella che si svolgerà a Milano avrà come tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” e tratterà il diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta, la sostenibilità ambientale, sociale ed economica della filiera agroalimentare nonché la salvaguardia del gusto e della cultura del cibo. L’organismo internazionale che regola la frequenza, la qualità e sovraintende allo svolgimento delle Esposizioni Universali è il Bureau International des Expositions (in breve, “BIE”).

Al fine di favorire la realizzazione e la partecipazione ad Expo Milano 2015, l’Accordo con il BIE riconosce ai partecipanti particolari agevolazioni fiscali sia ai fini delle imposte dirette sia ai fini delle imposte indirette.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Circolare 26/E del 07.08.2014 con cui presenta le agevolazioni fiscali previste per i partecipanti all’ Expo 2015.

Si tratta di agevolazioni speciali alle quali si aggiungono quelle previste dall’ordinaria disciplina fiscale italiana per la generalità dei contribuenti.
Secondo quanto previsto dall’articolo 16 dell’Accordo con il BIE, “i partecipanti non ufficiali sono esentati, nell’ambito delle attività non commerciali, svolte all’interno del proprio spazio espositivo, da ogni imposizione diretta, cioè IRES, IRPEF, IRAP e relative addizionali.

 

L’articolo completo può essere letto sulla Rivista mensile di Fiscalità Estera, n. 9/2014.

La Rivista è disponibile anche in ABBONAMENTO.


Autore dell'articolo

Paolo Battaglia

Esercita la professione di dottore commercialista e revisore contabile in Sicilia presso lo studio da lui diretto dal 1994, con sede a Ragusa, specializzato in pianificazione fiscale e finanziaria. È presidente della Commissione per la consulenza di direzione aziendale presso l’ODCEC di Ragusa, relatore in convegni su tematiche relative alla pianificazione internazionale di business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *